Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 13/12/2019 da Cinzia Testa

Un presepe per non dimenticare gli ultimi di questo mondo

Un
Un tronco, recuperato in mare, al posto della capanna. Un congolese e una peruviana al posto di Giuseppe, Maria e del bambinello. Un mare in tempesta, il deserto, il verde della pianura europea. È il presepe che accoglie studenti, insegnanti e genitori della scuola “Vanni Pucci” di Carini. Un allestimento che certo non passa inosservato e che raggiunge bene lo scopo di attratte attenzione.
Non ci sono Gesù né il bue né l’asinello, ma migranti, vecchi abbandonati, donne violentate, bambini soli, affamati, assetati, senza fissa dimora e simboli. L’idea è partita dagli stessi alunni della classe 5 A che hanno deciso di realizzare il presepe non in maniera convenzionale, ma quasi provocatoria per attirare l’attenzione degli altri coetanei, dei docenti, dei genitori ed invitarli ad una riflessione. «Meglio qualcosa che faccia riflettere e quindi crescere e maturare i nostri ragazzi come individui e cittadini - spiega il professore Fundarò, - piuttosto che passare con indifferenza davanti a ciò che rischia di essere a volte una semplice e rituale decorazione natalizia. Questa iniziativa evidenzia come lo spirito della solidarietà, della condivisione e dell’accoglienza, valori cristiani, sposi perfettamente quello, analogo, sancito dalla nostra Costituzione, nella quale anche la scuola pubblica affonda le radici». A Natale è necessario «attualizzare il messaggio del presepe». Non può rimanere solo valore identitario. Folcloristico, per molti. Per altri, abitudinarietà.
Un primo risultato questo allestimento l’ha già ottenuto: essere motivo di riflessione e dibattito. Alcuni genitori hanno apprezzato, altri forse un po’ meno. «La volontà è quella di far riflettere sul tema della solidarietà, della violenza sulle donne e sui bambini, della povertà, dell’emarginazione, dell’accoglienza, per capire se i ragazzi di oggi sono disposti ad accogliere o meno. E quale argomento migliore può essere sollevato durante il Natale se non questo?», domanda il professore Antonio Fundarò. «I ragazzi quando entrano a scuola non passano semplicemente dal corridoio, ma restano colpiti da queste immagini che i ragazzi stessi hanno deciso di proporre al posto delle classiche statuette. Il presepe, secondo il nostro punto di vista, deve andare oltre il messaggio cristiano, senza abbandonarlo affatto, perché può essere veicolo di un messaggio di amore, pace, solidarietà».
Nel presepe del “Vanni Pucci”, un plesso molto attivo dell’ICS “Renato Guttuso” di Carini, guidato magistralmente dalla preside professoressa Valeria La Paglia, dove le porte a cui ha bussato una volta Gesù diventano, portici, case accoglienza, case di cura, porti a quali bussano oggi i migranti, ci sono anche personaggi protagonisti della cronaca recente. «Accanto al presepe gli insegnanti hanno voluto ricordare l’impegno di chi ha servito gli altri e la Costituzione anche a costo della propria vita e chi è testimone vivente di cosa possa accadere quando solidarietà, tolleranza, amicizia e collaborazione lasciano il passo all’egoismo, alla paura e all’odio», dice Antonio Fundarò. Di certo questo presepe non passa inosservato: chiunque passa da qui si ferma a guardarlo. Tutti davvero splendidi gli alunni impegnati: Eleonora Alagna, Filippo Carcioppolo, Giorgio Maria Carioti, Chilà Aurora, Antonino Crucillà, Vita Di Mercurio, Mattia Genova, Salvatore Giambanco, Nicholas Giugno, Asia Lo Piccolo, Emanuele Lorello, Serena Maltese, Sofia Marotta, Alice Pia Mazzola, Asia Maria Mazzola, Giuseppe Salvatore Mortillaro, Riccardo Pirrotta, Giorgia Pumo, Giada Scalici, Giuseppe Tedesco, Irene Vallone, Pietro Ventura.


 

ALTRE NOTIZIE

Trapani, conferenza dei sindaci Asp sul coronavirus Venuti: "Salemi coinvolta contro il Covid, ecco le criticità"
"Bene la convocazione di una conferenza dei sindaci per affrontare i nodi del contrasto al coronavirus in provincia di Trapani, peccato che sia stato ...
Leggi tutto
A TRAPANI un mega parco fotovoltaico da 70 ettari promosso da Agenzia del Demanio Statale, Cassa Depositi e Prestiti ed ENI.
Ieri a Palazzo d’Alì, presieduta da Giuseppe Guaiana Presidente del Consiglio Comunale, si è svolta la Conferenza dei capigruppo consili...
Leggi tutto
la Guardia Costiera di Pantelleria ha sequestrato 27 FAD (Fishing Agregating Device) dispositivi di concentrazione di pesci
Ieri la Guardia Costiera di Pantelleria ha sequestrato 27 FAD (Fishing Agregating Device) dispositivi di concentrazione di pesci, posizionati presumib...
Leggi tutto
L’Amministrazione comunale sostiene la cronoscalata Monte Erice e gli organizzatori dell’Aci Trapani
Anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha deciso di sostenere la cronoscalata Monte Erice e gli organizzatori dell’Automobile Club Trapani. Quest...
Leggi tutto
Dal 25 ottobre al 1 novembre 2020, nell’ambito delle iniziative per celebrare l’Anno della Memoria Tommasiana
Dal 25 ottobre al 1 novembre 2020, nell’ambito delle iniziative per celebrare l’Anno della Memoria Tommasiana nell’850° anniversario del martirio di s...
Leggi tutto
Sanità Sicilia, incontro ieri in assessorato regionale sull´emergenza Covid-19. Allarme della Ugl sulla carenza di personale:
"In questa fase segnata dalle seconda ondata del virus all´emergenza sanitaria si è nuovamente aggiunta q...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web