Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 24/11/2014 da REDAZIONE REGIONALE

CARABINIERI TRAPANI - I CARABINIERI ARRESTANO L’AUTORE DELL’OMICIDIO DI JENNIFER

CARABINIERI
All’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Trapani su richiesta della locale Procura della Repubblica, BULGARELLA Alessandro, 37enne, lavapiatti incensurato di Valderice, con l’accusa di essere l’autore dell’omicidio di UWADIA Bose, la prostituta nigeriana strangolata e rinvenuta cadavere la vigilia dello scorso Natale.
Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Trapani, Dott. Marcello Viola, dal Procuratore Aggiunto, Dott. Ambrogio Cartosio, e dai sostituti, Dott. Massimo Palmeri e Dott. Franco Belvisi, sviluppate con le tradizionali tecniche, ma anche attraverso l’impiego di sofisticatissimi apparati di intercettazione, hanno permesso di addivenire all’identificazione dell’autore.
La trentottenne cittadina nigeriana, che viveva stabilmente a Palermo con il compagno ed era madre di due gemelli di 4 anni, di giorno svolgeva l’attività di parrucchiera nel capoluogo, mentre, da alcuni mesi, la sera raggiungeva Trapani con i mezzi pubblici e si prostituiva, fino all’alba, in Piazza Ciaccio Montalto nei pressi della stazione ferroviaria.
La mattina del 24 dicembre scorso la donna è stata rinvenuta cadavere nei pressi del cimitero di Custonaci, nella parte retrostante ad un chiosco di fiori, dai titolari della piccola attività commerciale. I rilievi eseguiti dai Carabinieri, unitamente al medico legale, hanno evidenziato come la donna sia stata prima colpita violentemente alla tempia e poi strangolata.
E’ iniziata allora un’incessante e complessa analisi sulle abitudini della Jennifer (questo il nome con cui era conosciuta a Trapani dai suoi clienti e dalle altre prostitute), ma soprattutto nei confronti dei clienti abituali e occasionali.
I Carabinieri hanno concentrato le indagini proprio sul mondo della prostituzione, convocando centinaia di persone, analizzando tabulati telefonici, svolgendo servizi di osservazione e pedinamento, fino a quando l’attenzione degli investigatori si è concentrata su BULGARELLA Alessandro. Il giovane, seppur incensurato, è stato spesso controllato da Carabinieri in compagnia di prostitute o in luoghi da esse frequentati. Un altro dato ha attirato l’attenzione degli inquirenti: i tabulati hanno registrato un’unica conversazione telefonica tra Bose e il BULGARELLA risalente ai primi di dicembre del 2013. Seppur minimo, il dato è risultato importante poiché ha dimostrato una conoscenza diretta tra lui e la donna.
Le intercettazioni telefoniche e ambientali effettuate nei confronti di BULGARELLA hanno poi confermato i sospetti dei Carabinieri. Egli, infatti, convocato per essere sentito in qualità di persona informata sui fatti, avendo ricevuto indicazioni sui motivi dell’invito in caserma, ha manifestato subito un’enorme preoccupazione, registrata dalla microspie degli investigatori. Ha intuito, infatti, che la convocazione era da ricollegare all’omicidio della donna nigeriana e inconsapevolmente ha rivelato ai suoi amici particolari sull’omicidio mai resi noti agli organi di informazione e evidentemente conosciuti solo da chi era stato presente sul luogo dell’efferato reato.
Le indagini hanno addirittura permesso di accertare che il BULGARELLA fosse a conoscenza dell’identità della donna ancora prima che fosse identificata dai Carabinieri.
Ha cercato inoltre di condizionare la testimonianza dei suoi amici, anche loro convocati dai Carabinieri, e di congegnare un alibi, concordando preventivamente con alcuni di essi la versione da fornire agli inquirenti.
Innanzi anche al magistrato egli ha negato di conoscere Jennifer, mentre le indagini avevano già acclarato che ne era cliente occasionale e che alcune volte si era prestato, in cambio di denaro o di prestazioni sessuali gratuite, ad accompagnarla con la sua auto a Palermo.
BULGARELLA, sempre più pressato dagli inquirenti, che nelle numerose escussioni gli avevano evidenziato le contraddizioni in cui era caduto, nel corso di un colloquio in auto, si è lasciato sfuggire, al culmine della disperazione, un’espressione dall’inequivocabile valore confessorio della propria responsabilità e che ha consentito di far comprendere che l’omicidio era la tragica conclusione di una rapina ai danni di Jennifer. In particolare lo stesso, intercettato in auto, augurandosi di non essere più convocato dagli inquirenti, ha espresso tutto il suo rammarico per essere stato coinvolto in un crimine così grave avendo guadagnato solo una piccola somma di denaro “speriamo il signore no… tutto… per 50 euro”.
I gravi e concordanti indizi di reità raccolti dalla Procura della Repubblica e dai Carabinieri hanno quindi determinato il provvedimento cautelare da parte del GIP del Tribunale di Trapani. Sono ancora in corso ulteriori e mirate indagini su un presunto complice.
L’arrestato è stato tradotto presso il carcere “San Giuliano” di Trapani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Trapani, 24 novembre 2014

 

ALTRE NOTIZIE

Prende il via il 21 luglio il cartellone della manifestazioni E… state con noi 2018
Sino al 29 settembre, circa 60 appuntamenti tra Tre Fontane, Torretta, le Cave di Cusa e Campobello. Tra gli event...
Leggi tutto
Sicilia; ex Province. Lupo: dopo sentenza Consulta necessario recepire legge Delrio
“Dopo la sentenza della Corte Costituzionale è necessario ed urgente recepire in Sicilia la legge Delrio ed u...
Leggi tutto
Ex sportellisti Sicilia: Sindacati, disarmante incontro con assessore Ippolito
Palermo, 20 luglio 2018 - “È stato un incontro disarmante quello avuto ieri con l’assessore alla famiglia e al lavor...
Leggi tutto
Stop della Consulta alle elezioni provinciali in Sicilia
Stop della Consulta alle elezioni provinciali in Sicilia, Musumeci (Ugl Catania): “Triste epilogo, a pagare questo...
Leggi tutto
Un progetto grave, insensato, in contrasto con migliaia di studi scientifici - Olio d’oliva come le sigarette
Passa anche attraverso EXPOSALUS and NUTRITION la mobilitazione contro l’iniziativa di ONU e OMS
Libertas: riconfermato Federico Manfrè
Dopo le riconferme dello staff tecnico e di quello dirigenziale, in casa Libertas arrivano il primo accordo con i pr...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

vito serra su Rifiuti. Lupo: Musumeci come Ponzio Pilato, scarica le responsabilità sui Comuni:
ABBIAMO FATTO UN´ALTRO OTTIMO ACQUISTO !!!


Antonino su ANAS - CONCORSO INTERNAZIONALE AL MERITO SOCIALE “ARTI E MESTIERI”:
Per me il premio se lo.meritaIo il dott mario liberto, giornalista, scrittore animatore musicista ecc un grande personaggio da tantiun siciliani


Roasario Mazarese su Calatafimi, don Campo festeggia 60 anni da prete:
Auguri Padre Campo francesco Di altri sessanta anni di ordinamento dal Parrocchiano Rosario lontano per necessità lavorative ( dia un saluto a mio Padre Giovanni se non impossibilitato ) il tempo inesorabbile trscorre


carlo su Governo riferisca in aula su crisi Riscossione Sicilia:
Salve,guarda caso L´On.Cracolici si accorge proprio adesso della situazione di Riscossione Sicilia e non durante il precedente governo regionale quando era assessore regionale.Forse no ricorda quando una nostra delegazione lo ha incontrato prospettandogli la situazione in cui versava la società.Io al suo posto mi vergognerei.


GERARD su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
offrono prestiti tra particolare Avete bisogno di un prestito?   Rufus la banca per voi Un prestito, noi siamo qui per aiutarvi finanziariamente, Per il vostro prestito immediato qualsiasi importo In qualsiasi destinazione. La vostra felicità è la nostra priorità. Tutto quello che dovete fare ora è quello di entrare in contatto Scrivici (gerardrafinon@gmail.com) WHATSAPP : +33756897323


GIUSEPPE MIGNACCA su AIC Sicilia, Giuseppina Costa e gli sviluppi che avrà sulla popolazione celiaca siciliana il “decreto Razza”:
Spero i medici di base saranno informati di questo protocolo, io ho dovuto pagare per un follow.up richiestomi dalla asl dopo il controllo annuale.


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
Ricordatevi che se vi promettono il ponte fate attenzione che sotto ci sia il fiume altrimenti avranno la scusa facile per giustificare la promessa non mantenuta


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
D´accordo con la Signora Monica. Invece Signora Mariarosa tutti faranno di tutto per mantenere lo scalo ma chi ha facoltà decisionale in quello non è di certo il comune di Trapani. Siamo di fronte ad una politica regionale che mira ad accrescere i grossi centri. Di certo nessuno mollerà la questione ma chi le prometterà l´aeroporto stia tranquilla che non ha i poteri per mantenere la promessa.


MR WILLIAMS su IPAB: UGL “IERI SIT-IN, SIAMO CON I LAVORATORI ”:
Enviar esta empresa legítima por correo electrónico; willianloanfirm6@gmail.com, whatsapp +1(214)305-8945, para un pr´stamo real. Recibí mi pr´stamo de ellos despu´s de leer acerca de sus ofertas de pr´stamos aquí en Facebook y mis deudas están completamente resueltas ahora


Mirko Rimessi su L’A.S.D. Polisportiva Saline Trapanesi alla 2^ Placentia Roller Half Marathon:
Ciao, la foto usata è di libero utilizzo (è nostra come organizzatori della gara di Ferrara) vi chiedo però di inserire l’autore Isabella Gandolfi.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web