Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 24/11/2014 da REDAZIONE REGIONALE

CARABINIERI TRAPANI - I CARABINIERI ARRESTANO L’AUTORE DELL’OMICIDIO DI JENNIFER

CARABINIERI
All’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Trapani su richiesta della locale Procura della Repubblica, BULGARELLA Alessandro, 37enne, lavapiatti incensurato di Valderice, con l’accusa di essere l’autore dell’omicidio di UWADIA Bose, la prostituta nigeriana strangolata e rinvenuta cadavere la vigilia dello scorso Natale.
Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Trapani, Dott. Marcello Viola, dal Procuratore Aggiunto, Dott. Ambrogio Cartosio, e dai sostituti, Dott. Massimo Palmeri e Dott. Franco Belvisi, sviluppate con le tradizionali tecniche, ma anche attraverso l’impiego di sofisticatissimi apparati di intercettazione, hanno permesso di addivenire all’identificazione dell’autore.
La trentottenne cittadina nigeriana, che viveva stabilmente a Palermo con il compagno ed era madre di due gemelli di 4 anni, di giorno svolgeva l’attività di parrucchiera nel capoluogo, mentre, da alcuni mesi, la sera raggiungeva Trapani con i mezzi pubblici e si prostituiva, fino all’alba, in Piazza Ciaccio Montalto nei pressi della stazione ferroviaria.
La mattina del 24 dicembre scorso la donna è stata rinvenuta cadavere nei pressi del cimitero di Custonaci, nella parte retrostante ad un chiosco di fiori, dai titolari della piccola attività commerciale. I rilievi eseguiti dai Carabinieri, unitamente al medico legale, hanno evidenziato come la donna sia stata prima colpita violentemente alla tempia e poi strangolata.
E’ iniziata allora un’incessante e complessa analisi sulle abitudini della Jennifer (questo il nome con cui era conosciuta a Trapani dai suoi clienti e dalle altre prostitute), ma soprattutto nei confronti dei clienti abituali e occasionali.
I Carabinieri hanno concentrato le indagini proprio sul mondo della prostituzione, convocando centinaia di persone, analizzando tabulati telefonici, svolgendo servizi di osservazione e pedinamento, fino a quando l’attenzione degli investigatori si è concentrata su BULGARELLA Alessandro. Il giovane, seppur incensurato, è stato spesso controllato da Carabinieri in compagnia di prostitute o in luoghi da esse frequentati. Un altro dato ha attirato l’attenzione degli inquirenti: i tabulati hanno registrato un’unica conversazione telefonica tra Bose e il BULGARELLA risalente ai primi di dicembre del 2013. Seppur minimo, il dato è risultato importante poiché ha dimostrato una conoscenza diretta tra lui e la donna.
Le intercettazioni telefoniche e ambientali effettuate nei confronti di BULGARELLA hanno poi confermato i sospetti dei Carabinieri. Egli, infatti, convocato per essere sentito in qualità di persona informata sui fatti, avendo ricevuto indicazioni sui motivi dell’invito in caserma, ha manifestato subito un’enorme preoccupazione, registrata dalla microspie degli investigatori. Ha intuito, infatti, che la convocazione era da ricollegare all’omicidio della donna nigeriana e inconsapevolmente ha rivelato ai suoi amici particolari sull’omicidio mai resi noti agli organi di informazione e evidentemente conosciuti solo da chi era stato presente sul luogo dell’efferato reato.
Le indagini hanno addirittura permesso di accertare che il BULGARELLA fosse a conoscenza dell’identità della donna ancora prima che fosse identificata dai Carabinieri.
Ha cercato inoltre di condizionare la testimonianza dei suoi amici, anche loro convocati dai Carabinieri, e di congegnare un alibi, concordando preventivamente con alcuni di essi la versione da fornire agli inquirenti.
Innanzi anche al magistrato egli ha negato di conoscere Jennifer, mentre le indagini avevano già acclarato che ne era cliente occasionale e che alcune volte si era prestato, in cambio di denaro o di prestazioni sessuali gratuite, ad accompagnarla con la sua auto a Palermo.
BULGARELLA, sempre più pressato dagli inquirenti, che nelle numerose escussioni gli avevano evidenziato le contraddizioni in cui era caduto, nel corso di un colloquio in auto, si è lasciato sfuggire, al culmine della disperazione, un’espressione dall’inequivocabile valore confessorio della propria responsabilità e che ha consentito di far comprendere che l’omicidio era la tragica conclusione di una rapina ai danni di Jennifer. In particolare lo stesso, intercettato in auto, augurandosi di non essere più convocato dagli inquirenti, ha espresso tutto il suo rammarico per essere stato coinvolto in un crimine così grave avendo guadagnato solo una piccola somma di denaro “speriamo il signore no… tutto… per 50 euro”.
I gravi e concordanti indizi di reità raccolti dalla Procura della Repubblica e dai Carabinieri hanno quindi determinato il provvedimento cautelare da parte del GIP del Tribunale di Trapani. Sono ancora in corso ulteriori e mirate indagini su un presunto complice.
L’arrestato è stato tradotto presso il carcere “San Giuliano” di Trapani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Trapani, 24 novembre 2014

 

ALTRE NOTIZIE

NUOVI ARRESTI MAFIA: DI GIACOMO (S.PP.), IL CONTROLLO DEI BOSS SI SPOSTA NELLE CARCERI
“Con l’arresto di fiancheggiatori del boss superlatitante Matteo Messina Denaro, che fa seguito a quello di Settimin...
Leggi tutto
Protesta dei disoccupati Pacecoti giovedì 13/12/2018 davanti il palazzo comunale
Riceviamo e pubblichiamo il seguente avviso:
AVVISO AI DISOCCUPATI
Leggi tutto
Sicilia: domani all’Ars riunione commissione Attività produttive su nuovo Piano energetico regionale
Domani, mercoledì 12 dicembre alle ore 11,00 nella Sala Piersanti Mattarella (Sala Gialla) di Palazzo dei Nor...
Leggi tutto
Precari Esa, Pellegrino (FI): Ogni lavoro è di Serie A, anche quello dei Precari
Palermo, 11/12/2018: "Un incontro edificante quello vissuto ieri con i lavoratori dell´Esa presso la sede di T...
Leggi tutto
Convegno Polo Universitario Trapani
Convegno:
“Imputazione, tecnica del processo e diritto di difesa. Red...
Leggi tutto
MARSALA IN CINA. INCONTRO A PECHINO NEGLI STUDI TELEVISIVI DELLA CCTV4
La delegazione marsalese, guidata dall´assessore Rino Passalacqua, è stata accolta dal direttore Wang Dongmin...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Francesco su MARSALA. CENTRO STORICO AREA PEDONALE:
In altre vie i mezzi di soccorso e di polizia nonch´ ai residenti, mentre per i residenti della Via Caturca, considerati per cittadini di serie B possono morire, in quanto se qualcuno ha un malore lo devono avere nelle ore diurno. Aprite la predetta Via ; state facendo un illecito. Grazie per averci seppelliti. Il turismo a Marsala arriva anche con la Via Caturca aperta. Preoccupatevi più per i residenti e non per i ristoranti. Auguratevi che non succeda mai nulla. Non sottovalutate


direttore su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Provi a scrivere al Comune: comunicazione@comunecustonaci.it


Spada vito su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Buongiorno vorrei sapere come candidarmi per i cantieri di lavoro del comune di custonaci. Nell´attesa della vostra cortese risposta invio distinti saluti


aldo castellano su Trapani - Controlli della Polizia Municipale su uso cellulare durante guida:
Solo 5? La città ne è piena, come pure dei trasgressori del semaforo e di quelli che parcheggiano all´angolo delle strade, dopo le strisce blu. Con le contravvenzioni si potrebbe impinbguare le casse del comune e contemporaneamente educare i cittadini..


Paola natali su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Fate intervenire le forze dell´ordine


Luisa su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Condivido che certe persone non debbono gestire un lager di questo genere per i poveri animali


Valenziano su Il Parlamento vari una commissione d´inchiesta per accertare chi ha sollecitato l´ONU e lo deferisca alla magistratura per attentanto alla sovranità:
E....l´articolo del Codice Penale che punisce l´ "attentato alla sovranità nazionale" sarebbe il numero??


direttore su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Sig. Andrea per avere informazioni sul corso di apicoltore può farlo chiamando il numero di telefono 388-6926911 oppure inviando una email a: mimmo.barracco80@gmail.com


Andrea su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Quali sono i costi se ci sono del corso? Rilasciate attestato?


Rizzi ivana su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
Buongiorno,non so se sono sulla pagina giusta. Da giorni che chiamo i numeri riportati per il ritiro a domicilio di un vecchio elettrodomestico,nessuno risponde. Come posso fare?. Grazie anticipatamente


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web