Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 17/01/2024 da Patrizia Carcagno

Termini Imerese, visita guidata ai Ponti sul Fiume S. Leonardo organizzata da BCsicilia e Rodoarte

Termini
Nell’ambito dell’Operazione conoscenza: alla scoperta del Territorio di Termini Imerese, organizzata dalla sede locale di BCsicilia, in collaborazione con l’Associazione Rodoarte e l’Università Popolare, si terrà domenica 21 gennaio 2024 alle ore 9,30 la visita guidata ai Ponti sul Fiume S. Leonardo. L’appuntamento è in zona Ponte S. Leonardo (SS. 113) Lat. = 37.99114 Long. = 13.68146. Dopo la presentazione di Rosario Ribbene, Presidente dell’Associazione Rodoarte, e di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia, inizierà la visita ai due ponti che sarà guidata dall’arch. Cosimo Serio. L’iniziativa è gratuita, e comunque obbligatoria la prenotazione: Email: terminiimerese@bcsicilia.it - WhatsApp: 346.8241076.
Il “ponte vecchio” e il “ponte nuovo” indicano i due attraversamenti del fiume S. Leonardo nella sua parte terminale, prima di sfociare nel mare della costa settentrionale della Sicilia. Del c.d. “ponte vecchio” rimangono cospicui ruderi ascrivibili a due diversi periodi, stante le numerose ricostruzione dovute ai crolli succedutesi nei secoli. Rimane la spalla lato ovest quattrocentesca con un accenno di arco a sesto acuto e la spalliera di epoca seicentesca (1645-46). Il ponte si trovava in quello che doveva essere il percorso medioevale della strada che collegava Messina a Palermo e che certamente ripercorreva la strada Consolaria Valeria di epoca romana.
Il “ponte nuovo” è quello progettato e realizzato da Agatino Daidone, architetto regio. La lapide posta sulla spalla destra del ponte riporta che la sua costruzione segue il crollo del sesto attraversamento del fiume. E’ chiara la sfida e l’enfasi che la costruzione del ponte pone.
Agatino Daidone era certo che la sua opera avrebbe resistito nel tempo e sarebbe stato un attraversamento sicuro. Per questo pone in sommità all’arco centrale una figura distesa e la scritta “secura quiete”. Il ponte ad unico arco a tutto sesto del diametro di circa 30 mt. è a schiena d’asino e si appoggia da un lato sul Cozzo Patara. Due rampe laterali ortogonali alla facciata, svolgono un interessante funzione strutturale. L’incarico ad Agatino Daidone viene dato nel 1720 dal Duca di Partanna Soprintendente per i ponti della Deputazione del Regno. Viene completato nel 1723. Interventi di restauro e consolidamento sono stati effettuati dalla Provincia di Palermo nel 1987.
In allegato foto Ponte San Leonardo.

 

ALTRE NOTIZIE

Il Conte Max, il “disperante” Speranza, e…la calma e vigile attesa.
Leggi tutto
A.N.A.S Piemonte sigla l’accordo con il volontariato del trasporto sanitario regione Piemonte
A.N.A.S Piemonte sigla l’accordo con il volontariato del trasporto sanitario regione Piemonte 21/02/2024 redazione.articoli ANAS Piemonte, entra al ...
Leggi tutto
La protesta dei trattori e la (tentata) scomparsa del contante, rispondono alla stessa logica.
Caro Babbo Natale… grazie di esistere!
Anche l’anno appena passato si è concluso festeggiando il Natale in quei luoghi nei quali credere e sperare nella magia del Natale è anc...
Leggi tutto
Il “Piano Mattei” della Meloni…
Inizia il festival di Sanremo: ANAS Sanità in prima fila per garantire l’assistenza sanitaria
Mobilitata la macchina organizzativa di ANAS Liguria che garantirà l’assistenza sanitaria all’edizione 2024 del Festival di Sanremo, grazie a u...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web