Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 29/12/2023 da Massimo Piccolo

L’insopportabile faziosità e le amnesie di molti giornalisti italiani (e pappagalli al seguito) sulla mancata conferenza stampa della Meloni.

L’insopportabile












Il caso del giorno e´ la mancata conferenza stampa della presidente del Consiglio, a causa di problemi di salute.

A parte il fatto che in questo periodo dell’anno, come è sempre stato, molti italiani sono sotto scacco dell’influenza di stagione: mi domando peraltro come sia possibile ciò, visto che per tre anni di fila, agli italiani è stata letteralmente inculcata (con violenza morale e fisica, ecc… - se volete la “c”, la potete pure togliere -) la “messa” quotidiana sul siero miracoloso, che ci faceva tutti alti belli e con gli occhi azzurri.

Se fosse vero, come mai tutte queste influenze? Ma non voglio andare fuori tema… Non ci perdiamo.

Dicevo del caso del giorno. La mancata conferenza stampa. Ora, dico io, ci vuole una bella faccia “ad usum vari” per il resto del corpo, per lamentarsi con la Meloni, che è una che certo non scappa (come il suo predecessore, ma pure l’altro…).

Ricordo Conferenze stampa dei precedenti, ma soprattutto di Draghistan, nelle quali appena entrava il Migliore (ma de’ che?), solo con il pensiero induceva gli “astanti” (giornalisti…) a un battimano come antipastino, e poi un religioso silenzio approvativo di quanto usciva dalle sacrali labbra.

Conferenze stampa senza che uno straccio di domanda (o giornalista) gli fosse stata posta su temi spinosi del momento. Cosa che sarebbe stata cosa buona e giusta, soprattutto dopo la famosa conferenza stampa (diciamo) del nuovo “papa laico”, nella quale “urbi et orbi”, affermava apoditticamente che se non ti vaccinavi, ti contagiavi, morivi e facevi morire, manco l’influenza fosse stata la nuova peste.

Il tutto, ben sapendo lui (o chi per lui), che niente meno nel bugiardino del siero magico c’era critto chiaramente che non proteggeva dal contagio ne’ guariva nessuno. In quei momenti mi sono rimproverato (per la seconda volta, la prima è stata dopo la strage di Capaci) il fatto di avere sbagliato Laurea da giovane: avrei dovuto prenderla in giurisprudenza… Avrei certamente chiesto conto a Draghistan di quelle parole. Ma pare che andassero bene a tutti. Misteri della Fede…z.

Non parliamo poi di tutti gli effetti collaterali con morti “improvvise”, “giustamente” silenziate “dalli meglio mass media del mainstream", che hanno fatto seguito agli italiani che sono stati inculcati a dovere (la lettera “c” è sempre facoltativa) con il siero miracoloso.

Su Speranza (“d’escobar”, diceva il cantante comico del clan di Renzo Arbone), il pupillo di Bersani (ho detto tutto) stendiamo un velo pietoso. Mai visto uno che ogni tre parole gli usciva di bocca la parola: “vaccini, vaccini, vaccini”.

Ma torniamo ai giornalisti italiani (e pappagalli al seguito).

Ma ci vuole veramente fegato e amnesie patologiche per rimproverare alla Meloni di non voler rispondere alle domande. Mi domando (io) dove stavano tutti questi cuor di leone e di tastiera, quando il sommo sacerdote stava seduto a guardarli con il suo sguardo alla Marty Feldman (spero si possa ancora dire, e che non sia "lesa Draghità"), che oggettivamente gli dava un non so che di “fascino tenebroso”, e che li teneva zitti, appunto, solo con il suo lo sguardo.

Si lo so, qualche cortese lettore mi starà dando del meloniano. No, mio caro lettore (quei due o tre che leggono i miei articoli), non sono meloniano.

Ho solo quella che un giorno, ad un pranzo, una mia amica, sapendo che non sono certo meloniano e che però ne stigmatizzavo le critiche su tutto ciò che faceva la Meloni ed il suo entourage, mi ha, bontà sua, riconosciuto, facendomi uno dei più bei complimenti che io abbia mai ricevuto: “Sei un uomo dalla inossidabile onestà intellettuale”.

Signora mia, mi porti via…

Massimo Piccolo










 

ALTRE NOTIZIE

Il Conte Max, il “disperante” Speranza, e…la calma e vigile attesa.
Leggi tutto
A.N.A.S Piemonte sigla l’accordo con il volontariato del trasporto sanitario regione Piemonte
A.N.A.S Piemonte sigla l’accordo con il volontariato del trasporto sanitario regione Piemonte 21/02/2024 redazione.articoli ANAS Piemonte, entra al ...
Leggi tutto
La protesta dei trattori e la (tentata) scomparsa del contante, rispondono alla stessa logica.
Caro Babbo Natale… grazie di esistere!
Anche l’anno appena passato si è concluso festeggiando il Natale in quei luoghi nei quali credere e sperare nella magia del Natale è anc...
Leggi tutto
Il “Piano Mattei” della Meloni…
Inizia il festival di Sanremo: ANAS Sanità in prima fila per garantire l’assistenza sanitaria
Mobilitata la macchina organizzativa di ANAS Liguria che garantirà l’assistenza sanitaria all’edizione 2024 del Festival di Sanremo, grazie a u...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web