Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 05/05/2022 da Patrizia Carcagno

Bombardieri (Uil). Il decreto Aiuti del Governo è un primo passo per la crescita. Occorre ancora fare molto e il metodo della concertazione è il più efficace

Bombardieri
Il sistema della concertazione e delle scelte condivise inizia a dare i suoi frutti: questa pratica di buon governo che tende a operare scelte economiche attraverso una consultazione preventiva delle parti sociali, principalmente sindacati ma anche associazioni di categoria, oggi si è rivelata, più che mai decisiva e la riprova ne è certamente quando qualche giorno fa il premier Mario Draghi ha sentito Cgil, Cisl e Uil prima di adottare le misure che hanno costituito poi l’ossatura del decreto Aiuti accogliendo tutta una serie di proposte avanzate nel corso dell’incontro.
Per la UIL queste ultime norme rappresentano un primo passo a sostegno della crescita che cerca di limitare l’impatto negativo della spinta inflazionistica sulla nostra economia. “Quest’anno- ci dice il segretario generale della UIL Pierpaolo Bombardieri- abbiamo deciso di scegliere per svolgere la recentissima Festa dei Lavoratori una piazza che avrebbe avuto un significato importante, nella città di San Francesco, città della pace e proprio lì ci è pervenuta la convocazione dal Presidente del Consiglio Draghi in vista dell’approvazione, del nuovo decreto approvato dal Consiglio dei Ministri. Certamente già dagli incontri precedenti noi del sindacato confederale siamo stati consultati e partecipi di scelte strategiche per gestire la crisi e la ripresa di questo Paese. Saremo sempre presenti in tutti i tavoli di confronto in maniera permanente in cui si articolerà il dialogo sociale dove lo stesso Draghi ha proposto di strutturarlo”.
- Lei Bombardieri da oltre un anno si batte con energia per l’imposta da applicare sugli extra-profitti, generati da grandi colossi mondiali che accumulano ingenti guadagni. Agli stessi era stata applicata una tassa pari al 10%, lei però chiedeva il 30% . Alla fine è stata approvata al 25%. Quindi possiamo dire che è una bella vittoria? Può ritenersi, alla fine, soddisfatto?
“Quando un anno fa io la proposi, tutti ci davano dei folli. Oggi abbiamo ottenuto il 25% e pertanto potrei ritenermi soddisfatto, ma applicata solo ad alcune aziende del settore energetico non basta. Bisogna estenderla a tutte le aziende e multinazionali che in questi due lunghi anni hanno fatto grandi extra-profitti per la pandemia e per la guerra. Importanti aziende dal settore energetico alle case farmaceutiche (Big Pharma) a quelli tecnologici (Meta -Impresa, Amazon, Google) hanno aumentato significativamente i loro introiti con una crescita smisurata di extra. La stessa commissione europea ha stimato 200 miliardi di extra profitti. Ritengo doveroso che non sia solo una questione di giustizia sociale, ma anche di grande efficacia del sistema economico. Io non mi sono inventato nulla: questa tassazione sui profitti in eccesso non è una novità, fu applicata dal padre della macroeconomia - Keynes – che la introdusse quasi 100 anni fa negli Stati Uniti d’America.
- I prezzi sono alle stelle con il caro energie. Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani ha dichiarato che c’è una colossale truffa e tanta speculazione. Lei cosa pensa al riguardo.
Il costo dell’energia è stato emblematico. Alcune aziende hanno contratti per i quali comprano il gas a un prezzo stabilizzato per 10 anni e lo rivendono a un prezzo di mercato ovvio che le speculazioni stavano dietro l’angolo. Ma le scelte per contrastare questo fenomeno devono essere adottate dal Ministero competente.
- Guerra e pandemia in soli due anni hanno cambiato decisamente il mondo. La crisi ha investito tutto il sistema economico, aumentando la forbice tra le classi sociali, alimentando sempre più le disuguaglianze tra le persone. Ci sarà una soluzione a questa situazione?
“Partiamo dal principio che sia la pace a determinare le scelte economiche. .Non permettiamo che siano le scelte economiche a determinare la pace . La pandemia e la guerra hanno decisamente modificato il mondo per due volte in due anni. In un sistema geopolitico oramai completamente stravolto l’unica strada da percorrere è quella della diplomazia, ma che sia però più incisiva. Che ci sia l’interesse più che la volontà, un interesse di pace non solo politico, economico e commerciale, perché siamo tutti consapevoli delle grandi difficoltà che avremo nei prossimi mesi e nei prossimi anni come effetto di questa guerra assurda e scellerata, e paga la tragedia di una invasione ingiustificata.
- Un’ultima domanda segretario. Come va affrontata nel complesso la questione sociale? Ritiene sia utile aumentare i salari per i lavoratori dipendenti a differenza di quanto sostiene il presidente di Confindustria Carlo Bonomi? Come si può ricostruire il nostro Paese dopo la pandemia e la guerra in corso? Questo decreto Aiuti varato dal Governo può dare qualche speranza in più ? Lei ha sempre parlato anche di un rifinanziamento con bond europei. Il nuovo modello Next Generation Eu crede possa essere un modello virtuoso per la qualità della spesa?
Veda, io ritengo di essere un sindacalista responsabile e riformista e quindi fare rivendicazioni salariali e redistributive non è un comportamento eversivo, è il mio mestiere. Sì, sono state accolte alcune nostre richieste. Iniziative promosse dal sindacato per fare fronte alle conseguenze, economiche, sociali e occupazionali causate dalla guerra e dall’approvvigionamento energetico. Si tratta di proposte che tengono conto delle attuali diseguaglianze retributive, di istruzione , di assistenza socio sanitaria, di carenza di investimenti e di infrastrutture sociali, che pesano sullo sviluppo di questo Paese. Cancellare queste diseguaglianze è per noi la strada maestra sulla quale avviare la rinascita dell’Italia. Noi non abbiamo mai smesso di essere accanto dei più deboli, di chi è più indietro. I provvedimenti contenuti in questo Decreto certo sono importanti, ma occorre fare ancora di più: un bonus una tantum di 200 euro a favore di tutti i lavoratori e pensionati con redditi fino a 35.000 euro è un primo passo però, riteniamo debba essere incrementato nel tempo e reso strutturale. Noi chiediamo Governo di continuare sulla strada intrapresa a sostegno della crescita economica sostenendo la domanda interna e i consumi. Non si tratta soltanto di una misura di equità sociale ma di una legge di macroeconomia . Se non aiutiamo i consumi l’Italia si ferma e la recessione arriva”.
Enza Maria Agrusa

 

ALTRE NOTIZIE

TRAPANI: PERSEGUITA L’EX RAGAZZA. 21ENNE AI DOMICILIARI CON BRACCIALETTO ANTI STALKING
I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzioni di un’ordinanza di aggravamento emessa dal loc...
Leggi tutto
S.Vito Lo Capo, entra nel vivo il Festival degli aquiloni. Spettacoli, degustazioni e le creazioni in volo di 50 aquilonisti
Entra nel vivo il festival internazionale degli aquiloni, che ha preso il via a San Vito Lo Capo. Fino a domenica 29 maggio la manifestazione, organiz...
Leggi tutto
La UIL è per un Europa inclusiva, solidale che crea ponti e non muri
“Ci vuole più Europa, un Europa che possa essere il motore di una vera coesione e di una sostanziale integrazione comunitaria. L’idea di Europa...
Leggi tutto
"Estate in arte Carini 2022" al castello La Grua - Talamanca, la personale pittorica del maestro Antonio Scarlata. In mostra anche le decorazioni di Marco Troia
Proseguono con successo e all´insegna del massimo interesse del pubblico gli appuntamenti nell´ambito di "Estate in Arte Carini 2022", la ...
Leggi tutto
Tir dei volontari Anas multato, l’Austria ritira il provvedimento e si scusa
I volontari Anas della coop Budoni Soccorso, multati in Austria al rientro da una missione umanitaria in Ucraina, saranno rimborsati. Con tante scuse ...
Leggi tutto
Anas Italia non può restare inerte davanti alla vergognosa vicenda del tir della nostra affiliata
Anas Italia non può restare inerte davanti alla vergognosa vicenda del tir della nostra affiliata “Coop Budoni soccorso”, inseguito e multato i...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web