Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 29/04/2022 da Patrizia Carcagno

Dalla gestione “padronale” del Libero Consorzio al protagonista ruolo dei Sindaci - Dichiarazione del Sindaco Tranchida

Dalla
«Com´è noto, in Sicilia le sciagurate politiche del governo Musumeci continuano a privare i territori provinciali della fondamentale funzione di coordinamento, programmazione e sviluppo che risiede in capo all’ente intermedio quale dovrebbe essere il Libero Consorzio, ex Provincia regionale di Trapani.
Supponenti burocrati, scampati al rinnovamento della legge Madia (..pensionamento), completano tale quadro.
Rispetto a tanto, l’Assemblea Regionale aveva cercato di provare a scardinare tale quadro insediando l’Assemblea dei Sindaci con le funzioni di controllo e programmazione strategica.
A tale indigesta novità legislativa rispetto alla “padronale” gestione commissariale in sede locale non solo è stato frapposto un latente contenzioso istituzionale tra il Libero Consorzio di Trapani e lo stesso competente Assessorato regionale ma ha financo provocato ritardi (questi SI!!!) nell’insediamento dell’Assemblea dei Sindaci, consentendo al Commissario Cerami di adottarsi ad uso e “privato” consumo politico il bilancio previsionale qualche giorno prima. Ieri l’ennesima forzatura che si voleva propinare all’Assemblea dei Sindaci, verosimilmente contando sulla buona fede di alcuni che neanche si erano letti le carte oppure facendo affidamento all’acquiescenza di altri, novelli vassalli.
La manovra di bilancio prevedeva l’impiego integrale dell’avanzo libero di amministrazione per circa 36.000.000€ con taluni condivisibili interventi nelle scuole, l’impiego di ben 15.000.000€ per far fronte agli aumenti energetici ed in particolare del prezziario regionale delle opere pubbliche (tema attuale ma sul quale i Comuni hanno diversamente richiamato l’attenzione di Stato e Regione, quali Enti originariamente finanziatori d’interventi, nel porre tempestivo rimedio), interventi diversi ma non specificati di manutenzioni, e poi il rifacimento del look di Palazzo Riccio più la climatizzazione di alcuni altri locali per circa 3.600.000€.
Rispetto a tale ed in parte discutibile programmazione (vuoi per il prosciugamento delle risorse disponili non ricorrendo ad altre misure finanziarie moltiplicatori d’investimento, tipo mutui etc, vuoi per il mancato confronto con gli originari Enti finanziatori circa i necessari e supplementari interventi a fronte dell´aumento costi energia e prezziario regionale, vuoi per la poca chiarezza sulla specifica d’intervento di alcune opere e, sull’assoluta e carente programmazione degli interventi necessari per altri) ho posto la necessità del debito di approfondimento e dunque di un breve rinvio della trattazione, ponendo alcuni quesiti e stigmatizzando la latitanza del governo provinciale a fronte di alcune emergenze:
1) La tutela e rifunzionalizzazione del villino Nasi, monumento trapanese (nonostante la richiesta datata ma negata di affidamento gestionale al comune di Trapani);
2) Mancati interventi d’illuminazione della SP21 nel rispetto dell´habitat/Saline ma garantendo sicurezza alla percorribilità viaria di migliaia di persone che la transitano di sera e di notte;
3) Mancati interventi per la manutenzione della SP Torrebianca - Difali - Erice centro storico;
4) Cosa s’intende fare per mantenere la facoltà di Enologia a Marsala, di fatto sfrattata;
5) I necessari ed agognati interventi di edilizia scolastica per dare risposte al dirigente dell´Istituto Damiani ed ai suoi Studenti, od a quelli interessanti altre scuole provinciali, per cominciare da Trapani, molte prive di palestre e laboratori;
6) Ed ancora quali interventi pensava il Commissario di mettere in campo per riaprire il ponte sul fiume Arena a Mazara del Vallo o per manutentere larga parte dell’abbandonata viabilità provinciale.
A titolo complementare e non esaustivo, ho posto poi il tema della latitanza del Libero Consorzio sull’azione primaria per la promozione e valorizzazione del
territorio provinciale anche in seno al Distretto Turistico (anche con investimenti a titolo II).
Si potrebbe aggiungere dell’opportunità del potenziamento parco macchine per far fronte alla scerbatura stradale e piccole manutenzioni etc ..ma questo è un tema che verrà posto nel proseguo.
La manovra pertanto non solo denota l’incapacità del governo della provincia nell’attingere a nuove risorse finanziarie per opere e servizi, rassegna anche la mancata valorizzazione delle risorse disponili, non interviene a fronte della domanda generalizzata di potenziamento e manutenzione di molti edifici scolastici compresa la realizzazione di idonei laboratori e palestre, non si pone il problema anche a mezzo di piccoli interventi di salvaguardare i gioielli di famiglia tipo Villino Nasi od affrontare temi importanti per la sicurezza anche immediata come l’illuminazione della SP21 nei pericolosi tratti interessati dai ponti sulle Saline ed ancora ancora sulla
viabilità provinciale.
In detta programmazione, al netto di una diversa strategia finanziaria d’investimento che avrebbe moltiplicato notevolmente i fondi a disposizione, insistevano peraltro almeno 3,6 milioni € non specificatamente vincolati e comunque riprogrammabili.
A tanto, in risposta il supponente silenzio del Commissario Cerami, evidentemente e mal abituato a confrontarsi con se stesso ed a non rispondere a nessuno ed ancor meno a dare risposte al territorio ed alle comunità atteso il particolare status governativo, o culturale e formativo?.
Rispetto a tanto apprendo dalla stampa delle deliranti dichiarazioni del Commissario Cerami che mi accusa di gesto d’irresponsabilità nell’aver di fatto provvisoriamente bloccato tale impostazione nell’attesa di un confronto con i Sindaci, molti assenti ma sicuramente e doverosamente sensibili ai temi posti quanto meno per rispetto delle proprie comunità che ogni giorno patiscono le disfunzioni del Libero Consorzio. Il commissario Cerami azzarda poi in mio danno l’accusa di non sapere rispettare le regole della democrazia. Mi fa sorridere anche tale accusa da parte di chi ha gestito in solitudine, unto della nomina governativa ma non legittimato democraticamente dal voto popolare ne assembleare, facendo il bello ed il cattivo tempo sulle sorti del territorio provinciale, carne da macello del personale precario e non solo del Libero Consorzio, non considerando anzi penalizzando il patrimonio culturale anche immateriale (vedasi lo “sfratto” alla Salerniana per non parlare di quello incombente all’Università).
Ovviamente per alcuni distratti e taluni pavidi colleghi Sindaci questa è l’alta cultura democratica - istituzionale di cui ha
bisogno la nostra provincia? Io ed altri, consci delle nostre responsabilità e ruoli la pensiamo in maniera ben diversa. Se il Commissario e taluni Colleghi pensano che l ‘Assemblea dei Sindaci sia lo scendiletto politico del “padrone” di turno sbagliano! Come continuano a sbagliare nel non ascoltare le istanze delle comunità provinciali e dei portatori d’interesse ivi comprese quelle del mondo imprenditoriale .
A tali legittimi e disattesi interessi delle nostre comunità rispondo, non certo alle emanazioni politiche del governo regionale di turno che non guarda agli interessi di questa malandata provincia, ma solo attento alle prossime scadenze elettorali. Chi vuol parlare di territorio e concorrere nel disegnare il piano strategico di sviluppo economico e sociale, imprenditoriale ed occupazionale del territorio, batta un colpo. La città di Trapani offre strumenti ed occasioni irripetibili, quali quelli stamani oggetto di confronto “West Sicily 2034”».

 

ALTRE NOTIZIE

TRAPANI: PERSEGUITA L’EX RAGAZZA. 21ENNE AI DOMICILIARI CON BRACCIALETTO ANTI STALKING
I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzioni di un’ordinanza di aggravamento emessa dal loc...
Leggi tutto
S.Vito Lo Capo, entra nel vivo il Festival degli aquiloni. Spettacoli, degustazioni e le creazioni in volo di 50 aquilonisti
Entra nel vivo il festival internazionale degli aquiloni, che ha preso il via a San Vito Lo Capo. Fino a domenica 29 maggio la manifestazione, organiz...
Leggi tutto
La UIL è per un Europa inclusiva, solidale che crea ponti e non muri
“Ci vuole più Europa, un Europa che possa essere il motore di una vera coesione e di una sostanziale integrazione comunitaria. L’idea di Europa...
Leggi tutto
"Estate in arte Carini 2022" al castello La Grua - Talamanca, la personale pittorica del maestro Antonio Scarlata. In mostra anche le decorazioni di Marco Troia
Proseguono con successo e all´insegna del massimo interesse del pubblico gli appuntamenti nell´ambito di "Estate in Arte Carini 2022", la ...
Leggi tutto
Tir dei volontari Anas multato, l’Austria ritira il provvedimento e si scusa
I volontari Anas della coop Budoni Soccorso, multati in Austria al rientro da una missione umanitaria in Ucraina, saranno rimborsati. Con tante scuse ...
Leggi tutto
Anas Italia non può restare inerte davanti alla vergognosa vicenda del tir della nostra affiliata
Anas Italia non può restare inerte davanti alla vergognosa vicenda del tir della nostra affiliata “Coop Budoni soccorso”, inseguito e multato i...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web