Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 30/12/2020 da Cinzia Testa

Intervista all´On.le Del Mastro, l´interminabile via crucis delle toghe onorarie

On.le, questo è stato un mese molto intenso per la magistratura  onoraria: dallo sciopero della fame portato avanti per 15 giorni da tre magistrati palermitani ai diversi flash mob svoltosi in tutta Italia. Ma tutto ciò senza risultati. Lei cosa pensa a riguardo?

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la risposta del Ministro della Giustizia ad una mia interrogazione nella quale chiedevo quali fossero le intenzioni del Governo sulla magistratura onoraria, su questi 5.000 lavoratori  sulle cui spalle grava il 50 % del carico di lavoro della giustizia italiana. La risposta è stata che la magistratura onoraria è stata istituita per mantenere  e garantire il prestigio della magistratura togata. Affermazione scandalosa perché tradotto significa "continuerò a negare i più elementari diritti al trattamento previdenziale, assistenziale, retributivo per garantire i privilegi ad altri".
Noi siamo più che solidali nei confronti della magistratura onoraria la cui causa abbiamo sposato da tempo, in particolar modo verso coloro che oggi scioperano e chiedono semplicemente diritti quali ferie, malattia, maternità; diritti che credo non vengano riconosciuti ai giudici solo in Italia, neanche nel c.d. terzo mondo la situazione della giustizia può essere paragonata a quella italiana.
Noi riteniamo che i magistrati onorari debbano essere stabilizzati, come si fece all’epoca per i pretori, per garantire i  diritti che a loro spettano. Le risorse: sono tutte nel Recovery plan, 209 miliardi tra cui  uno degli asset prioritari è proprio la giustizia. Ma,  se non bastasse, secondo i calcoli dell’associazione di categoria la stabilizzazione comporterebbe al netto 100 milioni all’anno. Nella legge di bilancio 2021 questi  scienziati del governo hanno portato 5,3 miliardi per la cooperazione internazionale. Io reputo che prima di immaginare la cooperazione internazionale per garantire  i diritti delle donne in Egitto, si debba voler garantire i  diritti dei magistrati italiani che in questo  momento fanno lo sciopero della fame perché  trattati non come dei servitori, ma come dei servi di Stato. Quei 5,3 miliardi  garantirebbero 53 anni di stabilizzazione ai magistrati  onorari anche se non producessero un euro di entrata.

Una sentenza del tribunale di Vicenza ha recentemente riconosciuto a un magistrato onorario lo stesso stipendio di un togato. La reputa una svolta?

Le sentenze continuano a susseguirsi, tant’è vero che tra quelle europee e quelle ormai anche nazionali Bonafede verrà sfiancato dal peso delle sentenze, quindi quella che doveva e poteva essere una scelta politica onorevole diventerà una necessità di fronte ad una giurisprudenza che sempre più va confermando i diritti della Magistratura Onoraria.

Recentemente ho intervistato uno dei magistrati onorari di Palermo che ha portato avanti lo sciopero della fame, Sabrina Argiolas, la quale ha sottolineato che l’auto sospensione effettuata dalle toghe onorarie avrebbe comportato dei problemi, quali la più che minacciata precettazione della categoria.

Ciò che sottolineo è anche il vincolo di subordinazione, che nel contesto di queste astensioni dalle udienze è emerso ancora in maniera più prepotente. Se i magistrati vengono precettati perché fanno uno sciopero,   ciò avviene perché lo Stato rileva nei loro confronti un vincolo di subordinazione che però poi nega in sede di riconoscimento dei diritti invocati a gran voce. Ciò mi pare vagamente contraddittorio. Mi pare che il Ministro Bonafede, come sempre,  sia la contraddizione vivente, perché tu non puoi precettare le persone che si astengono dalle udienze perché non viene riconosciuto il vincolo di subordinazione e poi precettarle come è possibile fare con lavoratori subordinati. Un ministro “che non sa nulla di giustizia italiana” e non lo dico io, lo ha detto Area  commentando la risposta che ha dato sui magistrati onorari a me, parlando appunto del fatto che la magistratura onoraria serve per garantire i privilegi della magistratura togata. La stessa Area, che erano gli ultimi dei mohicani del pianeta giustizia al fianco di questo ministro lo hanno abbandonato commentando la risposta alla mia interrogazione dichiarando testualmente: "se fosse vero che ha risposto così (evidentemente loro non sapevano che era un interrogazione a risposta scritta e non orale) dimostrerebbe un’assoluta sconoscenza del pianeta giustizia italiana....."


Come pensa che si svilupperà la loro condizione nel 2021?

Io credo che ormai,  fra iniziative dell’opposizione,  progetti di legge che faremo anche sulla Legge di bilancio e le sentenze che si susseguono, il Governo dovrà prendere in mano la situazione;  certamente, se governassimo noi, il giorno dopo il nostro insediamento risolveremmo il problema togliendo 100 milioni all’anno dalla cooperazione internazionale.



Cinzia Testa

 

ALTRE NOTIZIE

Monreale, nell´ambito dell´iniziativa di BCsicilia "30 libri in 30 giorni" promossa da BCsicilia si presenta il volume "Oreto Blues"
Organizzato dalla Sede di BCsicilia di Monreale, in collaborazione con il Circolo di Cultura Italia, nell´ambito dell´iniziativa "30 libri...
Leggi tutto
“Born in Sicily” venerdì 3 maggio al Teatro Sant’Eugenio di Palermo. Mandreucci & Friends cantano la Sicilia che abbraccia il mondo
La rappresentazione in chiave moderna della Sicilia e dei siciliani, attraverso la musica. È il risultato lampante di "Born in Sicily", il nuovo disco...
Leggi tutto
Novità bilanci semplificati per gli ETS
Bilanci semplificati fino a 300 000 euro di entrate complessive per gli ETS privi di personalità giuridica, semplificazioni per gli enti con en...
Leggi tutto
La Romania all’orizzonte delle elezioni del 2024
Si può apprezzare che i vent’anni di appartenenza alla NATO e i diciassette anni di integrazione nell’Unione Europea hanno portato alla Romania...
Leggi tutto
Conclusa la riunione con i delegati ANAS Marche per gli adempimenti statutari
Sabato 13 aprile 2024 i delegati della rete ANAS Marche (Associazione Nazionale di Azione Sociale) si sono riuniti, in modalità online, per gli...
Leggi tutto
Il direttore generale Areu, incontra il Presidente ANAS Lombardia e il Presidente della consulta Nazionale per definirà l´offerta formativa sanità 2024
In data odierna il Presidente ANAS Lombardia nella persona della Dott.ssa Anna Lo Bosco e il Presidente della consulta nazionale Giuseppe Coniglio, so...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web