Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 02/10/2019 da Rossana Battaglia

La Guida Ambientale Escursionistica del Mare

La
Martedì 2 Ottobre – ore 10 – presso il Centro di Educazione Ambientale del Parco Nazionale della Maddalena – Isola di CAPRERA Località Stagnali


Poi il Meeting Nazionale dal 14 al 20 Ottobre sempre in Sardegna con guide da tutta Italia.


Interverranno:

Alessandro Abis – Coordinatore delle Guide Aigae della Sardegna, i vertici nazionali di AIGAE, Paola Iotti, biologo marino ed ideatrice del progetto – pilota a livello nazionale, i vertici del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena.


“Ben 2700 specie vegetali autoctone, oltre 2000 varietà di interesse agronomico, ma la Sardegna è ai primi posti in Italia anche per il maggior numero di specie endemiche, ben 256, e di specie esclusive, ben 277. E solo in Sardegna, in Liguria ed in Toscana è possibile trovare il Pino Marittimo. Ci sono ben 1897 Km di coste. La Sardegna è un micro – continente che ha dato ospitalità alla civiltà nuragica. Da oggi avverrà la più imponente operazione di valorizzazione del territorio. Inizieremo a formare per la prima volta in Italia, la Guida Ambientale Escursionistica del Mare, cioè una figura che dovrà saper raccontare la biodiversità dei fondali marini ma allo stesso tempo anche la storia del paesaggio naturalistico. Dal 14 al 20 Ottobre, tutta la Sardegna ospiterà il Meeting Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche che arriveranno per l’occasione da tutta Italia. Domani intanto, in Sardegna e per la prima volta in assoluto per l’Italia, inaugureremo il Corso per formare la Guida Ambientale Escursionistica del Mare. Tale Corso rappresenta anche una sorta di anteprima del Meeting nazionale”. Lo ha annunciato poco fa, Alessandro Abis, Coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche dell’AIGAE.


Sarà un meeting itinerante. Tutti i partecipanti viaggeranno per la Sardegna. Conferenze ovunque.


Turismo acquatico con corsi in mare anche in kayak in varie zone sulla costa de La Maddalena.


“Tutta la prima parte del Meeting – ha proseguito Abis – in programma il 14 ed il 15 Ottobre, si svolgerà nel Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena e sarà dedicata al Turismo acquatico con conferenze sulla biologia ed etologia dei cetacei. La mattina del 14 ci sarà una meravigliosa escursione in barca per osservare da vicino i cetacei. Nel pomeriggio altra escursione con snorkeling e coastering. Osserveremo dal vivo la vita marina degli habitat costieri. Martedì 15 Ottobre, le guide saranno sull’Isola di Caprera”.


Turismo escursionistico in ambiente semi impervio. Con le Guide Ambientali Escursionistiche, il 16 Ottobre, sarà possibile entrare in strutture agropastorali.

“Il 16 Ottobre tutto il Meeting si trasferirà a Baunei dove potranno alloggiare anche in tenda - ha proseguito Abis – ed a Baunei si svolgerà la conferenza sul tema del trekking in ambiente semi impervio: sicurezza, caratteristiche dei tracciati, attrezzature specifiche, effetti wow, flora, fauna, geologia; visita a strutture agropastorali: interazione tra escursionismo e cultura locale, enogastronomia, società; experience e prodotti turistici possibili. La stampa potrà conoscere un posto unico della Sardegna: Cala Biriala. Numerose saranno le conferenze che si svolgeranno in contemporanea su temi importanti riguardanti il turismo escursionistico come la gestione delle risorse emotive in ambiente remoto.



Giovedì 17 – escursioni naturalistiche nei luoghi più significativi della Sardegna come Piggius e Pedra Longa - Iglesias


Venerdì 18 si entrerà nel patrimonio minerario della Sardegna.

Turismo escursionistico in ambiente minerario


“Venerdì 18 Ottobre, la stampa potrà con le Guide Ambientali Escursionistiche, entrare nel sito minerario di Porto Flavia. Si tratta di un luogo unico, una miniera, un porto sospeso a metà di una parete rocciosa, da cui parte una lunghissima galleria. Saremo lungo la costa dell’Iglesiente, nella parte sud-occidentale della Sardegna. Un tunnel lungo circa 600 metri, scavato nella roccia dai minatori, sbuca a metà di uno strapiombo che offre una vista mozzafiato sul suggestivo faraglione di Pan di Zucchero, monumento naturale di 132 metri modellato dal tempo e sotto c’è una bellissima spiaggetta. La miniera di Porto Flavia, all’interno del promontorio che domina Masua – ha proseguito Abis - nel territorio di Iglesias, realizzata tra 1922 e 1924, è una opera sospesa fra cielo e mare, che permetteva l’imbarco diretto dei minerali, destinati alle fonderie nord-europee, sulle navi, riducendo in maniera drastica tempi e costi di trasporto. Ci sono ben due gallerie sovrapposte che sboccano a picco sul mare, con silos in grado di contenere fino a 10.000 tonnellate di materiale. Nella galleria superiore si caricavano i silos, da quella inferiore, dotata di nastro trasportatore, si imbarcavano piombo e zinco sui piroscafi grazie a un braccio mobile. Il progetto fu di Cesare Vecelli che diede al sito il nome della figlia Flavia. Un’opera rivoluzionaria. L’inizio dell’attività estrattiva risale a metà 1800. Sul finire del secolo, con oltre 700 addetti, la miniera di Masua era una grande realtà estrattiva. Nel 1922 la società belga de la Vieille Montagne la rilanciò dopo un periodo di crisi, poi il declino. Il complesso di Masua comprende un villaggio minerario sul ripido pendio di Punta Cortis: scuola, ospedale, chiesa, laboratori e case immerse nel verde dislocate su vari dislivelli rocciosi. C’è anche il Museo delle Macchine da miniera dove sarà possibile vedere almeno 70 pezzi ed utensili minerari. Ed anche in questa terza parte del Meeting itinerante le conferenze saranno molteplici e riguarderanno tanti temi come ad esempio: “turismo minerario: attrattori, destinazioni, prodotti turistici e ruolo delle guide nelle aree minerarie dismesse; cenni di geologia e geomorfologia in ottica di divulgazione turistica”.


Sabato 19 Ottobre CONFRONTO PUBBLICO SULLA sulla valorizzazione del patrimonio geo – minerario della Sardegna.


“Sabato 19 Ottobre – ha concluso Alessandro Abis – la Sardegna ospiterà l’importante convention conclusiva delle Guide Ambientali Escursionistiche dell’Aigae, il cui tema, quest’anno sarà: “Parchi e Guide fanno lo stesso mestiere!”.

Alla Convention interverranno anche il Presidente, il Direttore del Parco Geo – Minerario della Sardegna ma anche rappresentanti istituzionali regionali e nazionali. Il Meeting valorizzerà anche un altro argomento importante come quello del “Turismo dei Geositi”.  
IL CONFRONTO SARA’ COORDINATO DA DANIELA D’AMICO E NINO MARTINO, PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE FORMAZIONE DI AIGAE E FUNZIONARIO DEL PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO - DIRETTORE DI AIGAE


Poi escursione alla Grotta di Santa Barbara, una sontuosa cattedrale della natura nel cuore di una miniera.


La Grotta di Santa Barbara è un tesoro unico al mondo e fu scoperta nel 1952, quando durante uno scavo per la costruzione di una galleria, gli operai abbattendo una parete rocciosa si trovarono dinanzi un magnifico antro. Una vera cattedrale sotterranea, scintillante e maestosa che è all’interno della Miniera di San Giovanni. La si raggiungerà attraverso un intricato sistema di gallerie sotterranee rese fruibili per mezzo di un trenino che, dopo un percorso di 700 metri, condurrà a un ascensore che sale lungo un pozzo”.


E oggi, Martedì 2 Ottobre, in Sardegna si inaugurerà la formazione della Guida Ambientale Escursionistica del Mare. Per la prima volta in Italia nasce questa figura innovativa.


“Abbiamo scelto la Sardegna per lanciare il Primo Corso in Italia di specializzazione per guide che lavorano in ambiente marino costiero – ha affermato Paola Iotti biologo marino dell’Istituto per gli Studi del mare, istruttore subacqueo FIAS CMAS, membro commissione formazione e aggiornamento dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE), divulgatrice scientifica da più di 20 anni ed ideatrice del Corso che partirà in Sardegna, domani 2 di Ottobre - e che vogliono unire gli aspetti tecnici a quelli scientifici e culturali. In pratica nascerà per l’Italia una figura innovativa quale la Guida Ambientale Escursionistica del Mare, anche perché le escursioni non si svolgono solo in montagna e spesso il nostro paesaggio naturalistico vede insieme a pochi metri sia mare che montagna. Ora dal 2 di Ottobre, in Sardegna e per la prima volta in Italia formeremo questa figura con un corso di specializzazione”.


“Nel panorama Nazionale manca la legislazione relativa alla guida snorkeling e ci siamo accorti che quasi sempre la preparazione è lasciata ai singoli senza linee guide precise che garantiscano professionalità e sicurezza nella conduzione. Aigae promuovendo questa specializzazione vuole creare, con un corso di 100 ore di pratica e laboratori, le competenze adeguate per chi opera nel Settore Turistico Marino - ha proseguito Iotti – e dunque verranno pertanto affrontati temi di carattere ecologico.

Le aree che affronteremo sono molteplici, tutte indispensabili per la formazione di una guida che voglia accompagnare gruppi in mare con competenza e in sicurezza.

Insegneremo a saper valutare le condizioni meteomarine, a leggere le carte nautiche per progettare itinerari misti di coastering e sentieri a terra; affronteremo un modulo di conduzione in sicurezza, prevenzione del rischio e soccorso in mare. Il corso si baserà prevalentemente su aspetti pratici in acqua e laboratoriali presso la sede del Parco de La Maddalena a Caprera. Lo snorkeling ci permetterà di conoscere dal vivo la biologia delle coste rocciose e di quelle sabbiose imparando a gestire un monitoraggio ambientale utile per coinvolgere gli accompagnati in azioni di citizen science.

Le Guide Ambientali Escursionistiche e gli operatori di Aree Marine Protette diventeranno così attori della diffusione della conoscenza del mare e della sostenibilità relativa alla sua fruizione”.


Un progetto innovativo, di rilievo internazionale.

“Grazie alla partnership tra Istituto per gli Studi del Mare e Ocean Reef - ha proseguito Iotti - durante il corso che inizierà il 2 Ottobre, in Sardegna, verranno utilizzati innovativi dispositivi di comunicazione in snorkeling “snorkie talkie” che permetteranno alla guida e ai partecipanti di parlare mentre osserveranno senza necessità di tirare fuori la testa dall’acqua. Le future Guide si interfacceranno con un’unità che sarà in superficie e potranno anche interagire con un operatore che sarà a terra o in barca per una più efficace gestione della logistica e di eventuali emergenze che potrebbero sorgere durante un’attività di snorkeling. Si tratta di un progetto innovativo e di stampo internazionale, tutto nato tra due realtà al 100% made in Italy” 


Arriveranno da tutta Italia per diventare Guide Ambientali Escursionistiche del Mare. Il primo appuntamento è in Sardegna con l’inaugurazione del Corso che si terrà esattamente OGGI - Mercoledì 2 Ottobre, ore 10 presso il Centro di Educazione Ambientale del Parco Nazionale della Maddalena all’Isola di Caprera in località Stagnali. 


Un corso voluto fortemente da Aigae per dare una nuova opportunità all’Italia dove il mare non manca, ma c’è bisogno di chi possa raccontarlo. Un progetto innovativo con il patrocinio del Parco Nazionale della Maddalena, Legambiente e l’Associazione Italiana Direttori Aree Protette.


Il Corso che inizierà il 2 Ottobre, si concluderà il 12 Ottobre.

“Avremo importanti esperti come Roberto Zatti, istruttore Padi – Dan che si occuperà del tema riguardante gli interventi di primo soccorso in mare e di prevenzione del rischio ma che condurrà anche alla scoperta dei fondali della Sardegna ed avremo divulgatori scientifici che si soffermeranno sul tema della plastica in mare come Eleonora De Sabata – ha concluso Iotti - ma anche sulla valorizzazione del nostro patrimonio marino. Un vero viaggio nell’Italia della biodiversità marina con i suoi splendidi fondali.


Emilio Mancuso istruttore subacqueo FIPSAS CMAS biologo marino dell’ Istituto per gli Studi sul mare, fotografo subacqueo da anni accompagna gruppi alla scoperta della biologia dei mari del mondo si immergerà e dialogherà dai fondali marini della Sardegna con le future Guide Ambientali Escursionistiche Marine, descrivendo loro il paesaggio che avrà dinanzi ai suoi occhi”.


La Sardegna cuore della biodiversità.

“Siamo in Sardegna che è un vero e proprio cuore della biodiversità immerso nel Mediterraneo per sottolineare l’importanza del patrimonio naturale e culturale di questa splendida isola. Dalla Maddalena a Iglesias – ha concluso Davide Galli, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche dell’AIGAE - passando per Baunei in un abbraccio simbolico a mare, foreste, montagna, culture dell’uomo. Proprio il terreno elettivo per il lavoro della Guida Ambientale Escursionistica, una professione moderna che può portare un grande contributo al Pil del Paese, tutelando e valorizzando il nostro grande patrimonio ambientale e culturale. Abbiamo scritto al nuovo Governo per chiedere un cambio di passo per la valorizzazione delle guide sparse in tutto il territorio italiano. 3000 testimonial di turismo di qualità cje hanno solo bisogno di chiarezza delle norme e di un piano nazionale per il turismo ambientale: un new deal di ambiente e cultura”




 

ALTRE NOTIZIE

corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui”
Sicilia: corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui” Palermo, 17 ottobre 2019 – Hanno sfilato per le strade di Castellana Sicula...
Leggi tutto
Un mare di Svizzera 2
Un anno addietro Un Mare di Svizzera aveva acce...
Leggi tutto
Poesia in biblioteca
Poesia in biblioteca
Su il sipario: al via la rassegna teatrale
Da Sabato 19 ottobre alle ore 21.30 prende il via la rassegna teatrale "Divertiti al Teatro" organizzata a ...
Leggi tutto
Tra cooperazione internazionale, educazione alimentare e comunicazione istituzionale: il PO FEAMP tra i protagonisti del Blue Sea Land
Il PO FEAMP 2014/2020 partecipa con uno stand e diversi workshop a Blue Sea Land (Mazara del Vallo, 17-20 ottobre), manifestazione internazionale dedi...
Leggi tutto
Continua il braccio di ferro dei lavoratori del gruppo Fortè e l´azienda Il SINALP Sicilia e l´USI chiedono chiarezza e rispetto degli impegni presi con i lavoratori
Le organizzazioni sindacali autonome U.S.I. e SINALP Sicilia dopo un primo sciopero organizzato a fine agosto e dopo aver sottoscritto con l´azi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web