Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 16/07/2019 da Cinzia Testa

Pedaggi autostradali: le barriere del nostro paese

Le differenze tra la nostra economia e quella estera sono sempre un tema caldo, molto dibattuto a causa del divario in continuo aumento.

Qui parleremo del prezzo del pedaggio di una nostra autostrada: la Milano- Taranto, una delle più care in Italia. Per percorrere in giornata (sola andata) questa tratta la cifra da pagare è di 69,70 euro.

Se vi state chiedendo cosa c’entri con la Svizzera la risposta è la seguente: questo paese potrebbe essere posto come modello di civiltà, come esempio di risparmio intelligente e soprattutto di costi sostenuti. I cittadini svizzeri pagano annualmente un bollino, che prende il nome di vignetta autostradale, che consente di circolare sulle autostrade e sulle semiautostrade al costo di 40 franchi (quasi 35 euro). Un’assurdità se pensiamo che con la stessa cifra noi italiani riusciamo a percorrere 500 km per un solo viaggio (e ricordiamo la netta differenza tra gli stipendi svizzeri e i nostri!)

Ma andando a monte, qual è il problema che ci porta a questa esosa tassazione?

Il sistema è il seguente: lo stato, impossibilitato a gestire una questione economica così gravosa, ha dato in gestione le autostrade a privati. Questi, in cambio dei pedaggi, si occupano dei lavori. Tale sistema porta a un arricchimento dei gestori autostradali, che molte volte risparmiano sulla manutenzione, e a un depauperamento delle nostre tasche. Al giorno d’oggi troviamo tantissimi italiani che pur di evitare costosi pedaggi scelgono vie secondarie che si ingorgano arrecando disagi al traffico. In secondo luogo, le autostrade su cui sono state spese cifre esorbitanti si ritrovano a essere quasi deserte a causa dei loro costi.

Evidentemente qualcosa nel sistema italiano non funziona. L’opinione pubblica si chiede perché lo stato non riprenda in mano la situazione; d’altronde potrebbe farlo tranquillamente, primo, eliminando la corruzione, secondo gestendo meglio del privato la manutenzione (anche se con maggiori costi) e pur permettendosi pedaggi meno esosi. Tutto ciò considerato, se gestita la cosa con criterio manageriale e onestà, ci guadagnerebbe lo stato e soprattutto gli utenti.

Cinzia Testa



 

ALTRE NOTIZIE

Lectio magistralis sulla domotica alberghiera per 36 anni del Ips Grimaldi di Modica alla C.R.E.A. di Ragusa
Giovedì 30 gennaio presso l’Aula Corsi della C.R.E.A. l’esperto in Domotica Salvatore Battaglia svolgerà una Lectio Magistralis sulla D...
Leggi tutto
Manutenzione strade siciliane e voli scontati per la Sicilia, focus all’Ars oggi col viceministro Cancelleri
Manutenzione delle trascuratissime strade siciliane, continuità territoriale per gli aeroporti di Trapani e Comiso e tariffe sociali da e per P...
Leggi tutto
Servono 24mila farmaci per i poveri, l’appello di Federfarma Palermo
Palermo, 23 gennaio 2020 – A febbraio del 2019, in occasione della Giornata di raccolta del farmaco, nelle 76 farmacie di Palermo e provincia aderenti...
Leggi tutto
Marsala: progetto erasmus "sviluppo sostenibile", visita degli studenti a Palazzo Municipale
Islanda (Reykjavík), Spagna (Arona), Croazia (Bedekovčina), Ungheria (Békéscsaba), Germania (Nordhorn). Provengono da questi Pa...
Leggi tutto
Sviluppo di servizi e attività per il porto di Mazara del Vallo. Incontro fra UVAC-PIF (Ministero della Salute) e C.I.F.A. Trapani
L’avvio di nuove sinergie per lo sviluppo del porto di Mazara del Vallo. Questo l’obiettivo della visita a Mazara del Vallo, a seguito dell’invito da ...
Leggi tutto
Lega del filo d´oro, dal 1965 ricevuti oltre 1.000 lasciti testamentari 
Torna la campagna di sensibilizzazione "tutti i colori del buio" per raccontare a cosa si contribuisce con un testamento solidale    La Lega del Filo...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web