Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 05/06/2019 da Direttore

Mondiali Junior da ricordare: 5 atleti, 4 medaglie

Mondiali
Il Presidente Urso tratta un bilancio più che positivo, guardando al futuro con grande ottimismo



Suva (Fiji), 5 giugno 2019

Si è concluso da poche ore il Mondiale Junior Azzurro alle Fiji, con un bilancio più che positivo. 5 atleti, 4 medaglie, 1 titolo Mondiale (quello di Sergio Massidda) e piazzamenti che non vanno oltre il 5° posto. Risultati incoraggianti per l’Italia dei Pesi, che già pensa ai Campionati Mondiali Senior di Pattaya, in Thailandia, di settembre. “Il bilancio è più che positivo – afferma il Presidente Antonio Urso - per un Mondiale Junior fatto da ragazzi giovanissimi che stanno crescendo all’interno del Centro di Preparazione dell’Acqua Acetosa. Considerando poi che fino a qualche fa eravamo quasi sempre nei gruppi C, mentre oggi il 5° posto è il minor piazzamento fatto, direi che ci stiamo comportando bene. Queste medaglie e questi piazzamenti sono il frutto di un intenso lavoro professionale, di tutta la direzione tecnica, dello staff sanitario, e di un lavoro internazionale che spinge costantemente per la lotta al doping e che sta ottenendo importanti risultati.

Agonisticamente parlando la vittoria di Sergio è un risultato storico – diceva emozionato a fine gara il Presidente, che ha messo la medaglia d’oro al collo di Sergio Massidda – perché è il primo titolo mondiale junior nella storia della pesistica azzurra. Non era facile in un contesto come questo, con un fuso di 10 ore ma Sergio è rimasto concentrato e dietro di lui tutti i tecnici hanno gestito la gara splendidamente”.

Il primo giorno di gare si apre con il titolo Mondiale Juniores conquistato nella categoria 55 kg da Sergio Massidda, che con i suoi 17 anni, solo 3 mesi fa a Las Vegas vinceva il tiolo mondiale Youth. Una doppietta sportivamente eccezionale e un risultato storico per l’Italia dei Pesi che non aveva mai raggiunto questa vetta. Sulla pedana di Suva, Sergio Massidda ha dato vita ad una gara strepitosa, con 5 prove valide su 6; nello strappo conquista la medaglia d’argento con 102 kg, dietro al giapponese Yamaguchi, mentre nello slancio tira su 131 kg, per un tortale di 233, 9 kg in più del secondo, il giapponese Kubo con 224, e del terzo, il connazionale Yamaguchi. “Finalmente posso dire di essere felice della mia prestazione – dice con tutta onestà a fine gara Sergio, sempre molto parco nelle sue dichiarazioni – e del risultato ottenuto, punto sempre più in alto”.

Nel secondo giorno di gare alle Fiji, arriva un’altra medaglia per l’Italia, questa volta di bronzo. Dopo i 2 ori e un argento vinti da Sergio Massidda, Giulia Imperio conquista un bronzo nell’esercizio dello strappo nella categoria 49 kg, con una terza alzata a 75 kg. Per lei una progressione impeccabile: entrata in gara con 70 kg, prosegue con 73 e infine termina appunto con 75 kg. Si ferma al sesto posto nello slancio con 2 alzate valide su 3, la prima a 85, la seconda a 90, sbagliando la terza a 94. Per lei una quarta posizione nel totale con 165 kg. Davanti all’azzurra si piazzano: la cinese Jinhong Zhao, oro con 81 + 110, per un totale di 191 (nuovo record del mondo), l’indonesiana Windy Cantika Aisah, argento con 81 + 98 per un totale di 179 kg, e infine l’americana Hayley Marie Reichardt, bronzo con 74 + 98, per un totale di 172 kg.

Prima della Imperio sulla pedana delle Fiji, buona prestazione dell’Azzurrino Davide Ruiu, che chiude la sua prova al quinto posto con uno strappo a 115, uno slancio a 146, per un totale a 261. Davanti a lui il turco Caner Toptas con 273, il coreano Moonsu Bae con 270, l’altro turco Dogan Donen con 269 e il colombiano Estiven Jose Villar Manjarres con 263.

Quinto posto anche per Lucrezia Magistris nella categoria 55 kg, con 90 kg di strappo e 103 di slancio, e un totale di 193 kg, a soli 4 kg dal podio. Ottima prova dell’Azzurrina che doveva rompere il ghiaccio dopo l’infortunio al gomito destro rimediato all´ultimo Europeo a Batumi (Georgia). L’oro di categoria è andato alla cinese Gan con 2015, argento alla colombiana Sinisterra Torres con 204, bronzo alla russa Novitskaia con 197.

Quinto posto anche per l’ultima degli Azzurri in gara, Alessia Durante che, inserita nel gruppo B della categoria 71 kg, riesce a scalare la classifica e a piazzarsi quinta; per lei uno strappo a 90 kg, uno slancio a 110 per un totale di 200. Primo posto per l’americana Nye, che ha fatto gara a se, con 109 + 1387, per un totale di 246; argento per la russa Guseva con 97, 115 e un totale di 212, bronzo per la turca Altun con 88, 118 e un totale di 118.


 

ALTRE NOTIZIE

“CITTÀ CHE LEGGE”. MARSALA OTTIENE IL RICONOSCIMENTO NAZIONALE
Tre giorni fa la sottoscrizione del “Patto per la Lettura”. Oggi l’attribuzione della qualifica “Citt&agra...
Leggi tutto
ISOLE MINORI, RIPRISTINATA PIENA CAPIENZA DI NAVI E ALISCAFI FALCONE:
(Palermo, 3/7/2020) "Con l´ordinanza odierna del presidente Nello Musumeci viene eliminato l´obbligo di distan...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO. EVADE DAI DOMICILIARI PER COMPIERE UN FURTO CON LA COMPAGNA: ARRESTATI ENTRAMBI DAI CARABINIERI
Nella giornata di ieri, 2 luglio 2020, i Carabinieri della Stazione di Mazara del Vallo e della Sezione Radio...
Leggi tutto
Incontro Ministero dell´Istruzione
Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani comunica che nella giornata di oggi, alle ...
Leggi tutto
WWF: In Sicilia, per combattere gli incendi serve straordinaria normalità
WWF: In Sicilia, per combattere gli incendi serve straordinaria normalità
Leggi tutto
Cuticchio e la compagnia Figli d´Arte su Rai Radio 3
Mimmo Cuticchio

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web