Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 28/05/2019 da Direttore

Cerimonia di battesimo e varo del veliero cargo SV BRIGANTES (ex ONICE, ex META)

Cerimonia
L’evento si svolge a Trapani presso il cantiere navale DA.RO.MAR.CI NAVAL FERRO, in via Giuseppe Palmieri 12, a partire dalle 9,00 del mattino, e si conclude in serata presso la BANCHINA MARINELLA del Porto di Trapani.

Si celebra la conclusione della prima fase di lavori di restauro allo scafo di acciaio chiodato del 1911 del veliero che verrà battezzato SV BRIGANTES.
In seguito, si prevede una seconda fase di lavori agli interni ed all’apparato velico del veliero, in forma di cantiere educativo didattico gestito dal progetto Brigantes stesso. 

Ultimati tutti i lavori, a fine primavera 2020, il veliero offrirà il servizio di trasporto merci decarbonizzato verso le Americhe e nel Mar Mediterraneo, arricchendo il trasporto ecologico delle merci con attività di promozione dei benefici ambientali, d’impatto sociale e culturali riconducibili alla filosofia del turismo sostenibile.

L´evento è parte del più ampio Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS - Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. 
Il 21 maggio, è stato dato difatti il via alla terza edizione del #FestivalSviluppoSostenibile e fino al 6 giugno, sono centinaia gli eventi dedicati alla sostenibilità in tutta Italia (http://festivalsvilupposostenibile.it/2019).

Programma

DA.RO.MAR.CI NAVAL FERRO 
(TRAPANI)

 09:00 Apertura del cantiere navale.

 09:30 - 13:30 Degustazione del caffè Brigantes, trasportato a vela & buffet; il caffè ha veleggiato sul veliero cargo tedesco SV AVONTUUR (Timbercoast).

 10:00 - 12:00 Discorsi dei Co-fondatori, delle Autorità e dei Partners locali.

 10:30 - 11:00 Cerimonia di battesimo. Musica dal vivo.

 11:00 - 12:30 Inizio delle operazioni di varo. Musica dal vivo.

 12:30 - 13:30 Nave in acqua! Foto di gruppo ed Interviste.

BANCHINA MARINELLA (TRAPANI)

 19:00 - 21:00 Veleggiata celebrativa: vele latine trapanesi, lance pantesche e scuola vela della Lega Navale di Trapani.

 21:00 - 23:30 Proiezione di filmati, musica e milonga dei Briganti.

 23:30 - 23:45 Goodnight & Fair Winds!!
NOTIZIE SULLA NAVE

1911
META venne varata il 7 settembre 1911 ad Hammelwarden , nei pressi di Brema in Germania, appena tre mesi dopo che lo stesso FRIEDRICH – successivamente ribattezzato EYE OF THE WIND – lasciò il cantiere. La proprietà di META fu condivisa tra il Sig. Oltmann ed i suoi altri 13 comproprietari; la nave venne utilizzato per il trasporto di merci nel Mar Baltico e nel Mare del Nord. Una collisione purtroppo avvenuta nel primo anno di navigazione, costrinse i proprietari a rinnovare il dritto di prua. Nel 1914 un nuovo capitano prese il comando ed acquisì 5/33 quote della nave.
1920
META superò fortunatamente indenne la Prima Guerra Mondiale, ma venne poi trasferita in Francia come bottino di guerra. Il suo primo motore fu installato nel , mentre rimase inalterato l’apparato velico originale. La nave venne quindi trasferita nel Mar Mediterraneo nel 1922, venne registrata a Marsiglia un anno dopo ed infine venduta al capitano Carlo Pezzica di Viareggio, il quale ne sarà proprietario sino al 1932.
1935
Viareggio, e poi Livorno, furono il porto di casa di META fino agli anni ’50. Il talco sardo e il marmo di Carrara furono solo alcune delle merci voluminose trasportate. Spesso al suo fianco in quegli anni ritroviamo FLORETTE, il più antico brigantino del Mediterraneo, ancora in ottime condizioni di navigazione grazie al proprietario e capitano Rony Heynes. Anche dopo la Seconda Guerra Mondiale, META continua a cavarsela benissimo.
1954
Nel 1957, la nave subì una trasformazione radicale presso il cantiere navale Benetti di Viareggio. L’apparato velico venne rimosso ed il vecchio motore venne sostituito da un motore diesel Ansaldo più potente. Il portello di carico venne spostato, al fine di lasciare lo spazio necessario per un secondo portello di carico nella parte anteriore. Un albero singolo, più corto, con 2 pali di caricamento venne apposto al centro della nave. Nuove sovrastrutture vennero realizzate nella sezione di poppa, mentre l’arco venne sollevato con garbo. Due paratie stagne furono montate nella stiva, mentre lo scafo rimase invariato.
1999
Dopo oltre 30 anni di lavoro per l’armatore Lentini di Pantelleria, ONICE viene venduta al Sig.Miceli, e messa fuori servizio. Alla fine di questa sua prima carriera lavorativa, la nave trasportava bombole di gas dalla Sicilia alla piccola isola di Pantelleria. Il nuovo proprietario, Totò Miceli voleva trasformare la nave in un mezzo di salvataggio, ma fortunatamente questi piani non sono mai stati messi in atto. La nave viene abbandonata in un angolo del porto di Trapani (Sicilia).
2016
Nel gennaio del 2016, ONICE cambia nuovamente proprietà. Una compagnia di navigazione di nuova costituzione diventa proprietaria dello scafo storico. Dopo essere stata disincagliata dall’ex proprietario Miceli, ONICE viene trasferita nel cantiere Da.Ro.Mar.Ci Navalferro e tirata a secco tramite la tecnica tradizionale a invasi. La nave viene quindi ripulita da tutti i detriti accumulati nel corso degli anni, e le strutture irrimediabilmente perdute ed inutilizzabili vengono rimosse e smaltite, così da rendere lo scafo agibile e pronto per il restauro.
2019
Nell´arco di due anni la nave riprende lentamente la sua forma originale. Dopo che l’intero ponte è stato rinnovato e lo scafo propriamente manutenzionato, e dopo che avrà superato le rigorose verifiche della società di classificazione RINA in atto in questo fine anno 2018, la nave vivrà il suo terzo battesimo, questa volta col suo nuovo nome: SV BRIGANTES.

IL TRASPORTO A VELA, OGGI?
La comodità del trasporto marittimo attuale comporta un costo molto gravoso: l’inquinamento ambientale su larghissima scala. I combustibili utilizzati dalle navi cargo sono difatti oli pesanti estremamente tossici, considerati a terra rifiuti pericolosi e che richiedono ovviamente uno smaltimento costoso e complicato.
• le 16 delle più grandi navi portacontainer al mondo emettono emissioni tossiche pari all’intero sistema di trasporto stradale mondiale;
• il consumo giornaliero di olio pesante da parte di una nave portacontainer di medie dimensioni a pieno carico è di 300 tonnellate;
• le emissioni annuali di CO2 dovute al trasporto marittimo tradizionale ammontano a 870 milioni di tonnellate;
• le emissioni annuali di ossidi di azoto sono di 20 milioni di tonnellate metriche;
• le emissioni annuali di ossido di zolfo sono ammontano a 15 milioni di tonnellate metriche;
• i decessi prematuri in conseguenza diretta delle emissioni marittime in Europa sono 50.000 all’anno.

Siamo convinti che la navigazione a vela sia tutt’oggi una valida alternativa economica che facilita i commerci e la movimentazione dei beni, rafforzando le comunità locali, promuovendo il benessere delle persone e garantendo, nel frattempo, alle generazioni future la possibilità di godere ed essere accolti da un ambiente naturale quanto più possibile preservato dall’impatto umano. Lavorando insieme sulla base di un’ etica comune e di valori condivisi, cerchiamo di creare una cultura ecologica per il trasporto navale, muovendo merci su scala globale a vela ed assicurando che ogni fase della catena di approvvigionamento promuova la difesa dell’ambiente per le generazioni future, dal coltivatore al consumatore finale.

 

ALTRE NOTIZIE

Coordinamento Consulta del Sud, da Roma cominciano i lavori, Magistro (Sicilia): “Mai accaduto che tutti i giovani del Mezzogiorno si unissero, seguiranno incontri al Senato, Camera e Ministeri”
Si è conclusa giovedì la tre giorni di lavori inaugurali del Coordinamento della Consulta del Sud, il nuovo organo interregionale e apar...
Leggi tutto
Corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui”
Sicilia: corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui”
Leggi tutto
Un mare di Svizzera 2
Un anno addietro Un Mare di Svizzera aveva acce...
Leggi tutto
Poesia in biblioteca
Poesia in biblioteca
Su il sipario: al via la rassegna teatrale
Da Sabato 19 ottobre alle ore 21.30 prende il via la rassegna teatrale "Divertiti al Teatro" organizzata a ...
Leggi tutto
Tra cooperazione internazionale, educazione alimentare e comunicazione istituzionale: il PO FEAMP tra i protagonisti del Blue Sea Land
Il PO FEAMP 2014/2020 partecipa con uno stand e diversi workshop a Blue Sea Land (Mazara del Vallo, 17-20 ottobre), manifestazione internazionale dedi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web