Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 23/03/2019 da Direttore

Lega, il senatore Iwobi e il capogruppo a Palermo Gelarda: ´Una comunità muore se non conserva identità e cultura´

Lega,
Palermo, 23 marzo 2019

Si è parlato di salvaguardia delle identità territoriali e immigrazione con un occhio alla Sicilia ma lo sguardo rivolto al Mediterraneo, ieri pomeriggio a Palermo, dove la Lega ha organizzato un affollato incontro pubblico nella Sala delle Lapidi del palazzo municipale, sede del Consiglio comunale, su iniziativa del Dipartimento cultura. L’occasione di confronto è stata molto interessante e partecipata, grazie anche alla presenza del senatore della Lega Toni Iwobi, vicepresidente della commissione permanente Affari esteri e immigrazione, in rappresentanza del governo nazionale, invitato da Igor Gelarda, capogruppo consiliare della Lega a Palermo e responsabile regionale enti locali del partito. Il convegno è stato introdotto e moderato dal giornalista e scrittore Alberto Samonà.

"Senza l’identità una comunità muore, un territorio, una nazione – ha detto il senatore Iwobi – . Se vogliamo uccidere una nazione, il metodo veloce è togliere identità e cultura. Dobbiamo ripristinate la volontà di conservare la nostra cultura per le future generazioni". L´esponente nazionale della Lega ha parlato poi di immigrazione: “Se partiamo dal presupposto che in quattro anni sono morte migliaia di persone che hanno tentato di attraversare il mar Mediterraneo diventato ormai come un tunnel della morte, per ridurre a zero i morti non si può far altro che chiudere i porti. L’immigrazione è un tema importante per l’umanità ed è anche compito della politica salvaguardare quelle persone - ha aggiunto il senatore del Carroccio - ed è quello che sta facendo oggi Matteo Salvini”.

Iwobi e Gelarda si sono proposti di supportare Osas Egbon, nigeriana, presidente dell’associazione “Donne di Benin City” che a Palermo si occupa di vittime della tratta e lotta ogni giorno per liberare altre ragazze nigeriane che in città - come ha raccontato la stessa Osas parlando al convegno - sono costrette a lavorare nelle “case chiuse” a Ballarò: circa 40 appartamenti nei quali tantissime ragazze subiscono violenze sotto la minaccia di riti vudù.

Tra gli intervenuti c’erano Elio Ficarra, consigliere leghista e responsabile enti locali in provincia di Palermo; Giovanni Callea, presidente del Circolo Lega Città di Palermo; l’imprenditrice turistica Tamako Sakiko Chemi; Lilla Oliveira Pecorella, brasiliana, componente dell’Ufficio di presidenza della Consulta delle culture; Filippo Occhipinti, coordinatore cittadino dei Verdi. 

“La Sicilia è una terra bellissima ma è in fondo a tutte le classifiche per qualità della vita - ha detto Gelarda - . Secondo uno studio di Confindustria, l’Isola nel 1951 faceva un ottavo del Pil italiano. Oggi, dopo 382 miliardi di euro investiti al Sud fino al 2007, la stessa Sicilia non arriva a un diciannovesimo. Siamo sotto allo zerbino di tutte le regioni dell’Europa, con i nostri figli costretti ad emigrare. È intollerabile”.

Gelarda si è soffermato poi sul ruolo dell’Unione europea. “Nella grande manifestazione della Lega in piazza del Popolo dell’8 dicembre scorso a Roma - ha detto l’esponente siciliano del partito - Matteo Salvini ha chiesto agli italiani il mandato per rappresentarli in Europa perché questa unione delle lobby, delle banche, della finanza che prevale sull’economia, va definitivamente cambiata. È un modello che non fa il bene dell’Italia e della Sicilia. Con la Lega a Bruxelles - ha concluso Gelarda - torneranno finalmente al centro i popoli e la valorizzazione dei territori”. 

All’incontro erano stati invitati sia il nuovo assessore alle Culture della giunta Orlando, Adham Darawsha, che il presidente della consulta delle culture Ibra Cobena, ma entrambi non hanno partecipato. “Dispiace che non ci sia l’assessore comunale Culture - ha sottolineato il senatore Iwobi - . Avrà le sue ragioni personali o politiche, ma mai bisogna rifiutare un confronto che serve per approfondire e superare divergenze tra persone e popoli. Solo con il confronto si trovano soluzioni”.




 

ALTRE NOTIZIE

A chi è utile un programma per la contabilità semplificata?
Guida alla scelta delle migliori assicurazioni viaggi
Tutelarsi con una polizza assicurativa è una precauzione che vale la pena di adottare quando si ha in ...
Leggi tutto
Un capodoglio di 15 metri, ucciso dalla plastica, la scenografia dell’incontro con Costa a Milazzo
L´appuntamento col ministro in programma martedì 23
CASTELLAMMARE DEL GOLFO - Chiusa la strada che porta alla stazione ferroviaria di Castellammare e ad Alcamo marina
Una frana poco dopo l’accesso nord per la spiaggia, sulla statale 187.
Sabato santo: il silenzio e l´impegno. Le parole del vescovo a conclusione della processione dei misteri di Trapani
Conclusione della processione dei Misteri 2019
Intervento del vescovo...
Leggi tutto
Pasqua 2019: il vescovo presiede la veglia questa notte. Domani a Trapani la processione del Risorto
Questa sera, a conclusione del triduo pasquale, il vescovo presiederà la solenne veglia pasquale alle ore 22....
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web