Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 08/11/2018 da Direttore

Boomerang a 5 stelle. Nota stampa dei legali No MUOS.

Boomerang
Perché non c’è niente da esultare se il ministero non si presenta al CGA [Nota degli avvocati No Muos]


Per capire meglio quali effetti avrà la scelta del Ministero della Difesa di non presentarsi alla prossima udienza del CGA (l’ultimo grado della giustizia amministrativa in Sicilia) pubblichiamo con piacere la nota ricevuta da due avvocati No Muos: Dario Pruiti Ciarello e Luigi Cinquerrui.

La notizia, tanto acclamata, dell’annunciata assenza dell’avvocatura dello Stato alla prossima udienza, prevista il 14 novembre, potrebbe non avere effetti,o addirittura rivelarsi un boomerang contro i No Muos.

Capiamo perché:

Non si comprende la grande enfasi con la quale la delegazione Siciliana de Parlamentari del M5S ha diffuso la notizia che all’udienza davanti al Consiglio di Giustizia Amministrativa del prossimo 14 novembre, nella quale si dovrebbero decidere i ricorsi per revocazione riguardanti la vicenda del MUOS di Niscemi, l’avvocatura dello stato non sarà presente.

Si tratta infatti di una non notizia o, quantomeno, della cronaca di un nulla di fatto ottenuto dalla delegazione Siciliana rispetto alle posizioni già assunte dal Ministero.

NELLA SOSTANZA L’ASSENZA DELL’AVVOCATURA ALL’UDIENZA NON EQUIVALE A UNA RINUNCIA ALLE DIFESE, ANZI, COMPORTERÀ PROPRIO LA VALUTAZIONE DA PARTE DEL CGA DELLE MEMORIE DEPOSITATE DAL MINISTERO LO SCORSO 12 OTTOBRE CON LE QUALI SI CHIEDEVA IL RIGETTO DEI RICORSI PRESENTATI DA LEGAMBIENTE, DAL MOVIMENTO NO MUOS E DAL COMUNE DI NISCEMI E LA CONFERMA DELLA SENTENZA IMPUGNATA.

In sostanza nessun cambiamento di posizione da parte della Ministra Trenta le cui richieste processuali restano cristallizzate nelle memorie difensive già depositate; altro che Governo che si schiera dalla parte dei cittadini, il Governo resta schierato dalla parte delle forze armate USA e del MUOS!

QUANTO AL FANTOMATICO RITIRO DELLE MEMORIE QUESTO ATTO (NON PREVISTO DALLE NORME DI PROCEDURA) POTEVA AVVENIRE SOLO COL DEPOSITO DI ALTRA MEMORIA CONTENENTE LA RINUNCIA ALLE DIFESE DEPOSITATE IN PRECEDENZA. MA QUESTO È TECNICAMENTE IMPOSSIBILE PERCHÉ IL DEPOSITO DI MEMORIE PUÒ AVVENIRE FINO A 30 GIORNI PRIMA DELL’UDIENZA. QUINDI, PARADOSSALMENTE, L’UNICO MODO DI CONCRETIZZARE LO “SBANDIERATO” PASSO INDIETRO SAREBBE STATO PROPRIO QUELLO DI PRESENTARSI IN UDIENZA E RINUNCIARE ALLE DIFESE GIÀ DEPOSITATE.

La notizia diffusa con grande enfasi dai Parlamentari del M5S si rivela, quindi, solamente fumo negli occhi.

Del resto, ove veramente vi fosse stata un’inversione di tendenza da parte del Governo, ben altri sono gli strumenti che il Ministro della Difesa può utilizzare per fermare il sistema di trasmissione satellitare della marina statunitense, a partire dal rispetto delle norme costituzionali.

I parlamentari del M5S erano già stati firmatari nel 2014 di una mozione parlamentare con la quale si chiedeva di bloccarsi gli accordi che consentono la realizzazione delle Basi Statunitensi di uso esclusivo in quanto illegittimi perché mai autorizzati dal Parlamento come richiesto dall’art. 80 della Costituzione. Tale mozione, allora bocciata dal voto congiunto di PD e NCD, rimane ancora valida.

Le basi di uso esclusivo, infatti, non sono previste dal trattato NATO e la loro realizzazione non poteva essere consentita con accordi firmati da esponenti del governo o generali, come di fatto avvenuto, trattandosi di accordi che consentono la presenza di truppe e armamenti sul nostro territorio. Questo è un nodo essenziale della vicenda MUOS uno strumento che guida armi a controllo remoto utilizzate in missioni e conflitti a noi ignoti. Uno strumento offensivo, quindi, che viola non solo l’art. 11 della nostra costituzione che consente l’uso delle armi solo a scopo difensivo, ma anche le prerogative del Parlamento di decidere lo stato di guerra.

Oggi, la sicurezza del territorio e l’incolumità dei cittadini sono rimessi al libero arbitrio di una potenza straniera senza alcuna possibilità di intervento grazie alla delega in bianco affidatagli attraverso accordi privi dei requisiti e delle garanzie previsti dalle norme costituzionali.

Ci si sarebbe almeno aspettato, quindi, una presa di posizione politica da parte del M5S coerente con quelle prese nel 2014. Invece, non resta che prendere atto di questo nulla di fatto che sa tanto di tradimento delle aspettative e del voto dei cittadini.

Luigi Cinquerrui
Dario Pruiti Ciarello

Fonte: www.nomuos.info/

 

ALTRE NOTIZIE

Misterbianco, strada intitolata a parente di un boss
Marano e Cantone (M5S): “Decisione del tutto inopportuna”
Paceco, sospeso temporaneamente il servizio di raccolta dei rifiuti organici
L’Amministrazione comunale di Paceco avvisa la cittadinanza che domani, 22 maggio 2019, non verrà effettuato ...
Leggi tutto
Rifiuti, l´assessore Pierobon su dossier Legambiente: nel 2018 la differenziata è al 31,3 per cento, il piano della Regione rispetta indicazioni europee su economia circolare
“Siamo come sempre disponibili e aperti al confronto, ben venga ogni proposta e suggerimento, ma i risultati ottenut...
Leggi tutto
RICONSEGNATI 10 ALLOGGI POPOLARI DOPO GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NEL RIONE DI SAN GIULIANO
Un pizzico di emozione per le 10 famiglie del Quartiere di San Giuliano a cui sono stati riconsegnati gli alloggi do...
Leggi tutto
Palacanod
In merito alle dichiarazioni del Presidente della Pallacanestro Trapani con la quale esprime perplessità circ...
Leggi tutto
Pesca. Corrao: ´Europa difenda i pescatori siciliani dalla concorrenza sleale´
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web