Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 12/09/2018 da Direttore

AVVOLTOIO A RISCHIO DI ESTINZIONE UCCISO NEL TRAPANESE

AVVOLTOIO
ISPRA (ISTITUTO PROTEZIONE AMBIENTALE) AVEVA DETTO “NO” 
ALLA PREAPERTURA DELLA CACCIA PROPRIO PER TUTELARE LA SPECIE
CLARA, GIOVANE CAPOVACCAIO, ABBATTUTO DALLA FUCILATA DI 
UN CACCIATORE DI FRODO
WWF: IN SICILIA CACCIA E BRACCONAGGIO FUORI CONTROLLO. PRESIDENTE MUSUMECI SOSPENDA SUBITO LA SCELLERATA APERTURA ANTICIPATA DELLA CACCIA

Ieri i Carabinieri forestali del Nucleo CITES di Palermo hanno recuperato nelle campagne di Petrosino (Trapani) il corpo senza vita di Clara, giovane esemplare (nata il 25 maggio nel centro di riproduzione di Grosseto insieme alla sorella Bianca) di avvoltoio Capovaccaio (specie rara a rischio di estinzione) che era stato liberato nei giorni scorsi in Basilicata dall’associazione CERM (Centro Rapaci Minacciati), nell’ambito del progetto LIFE Egyptian vulture. In pochi giorni, Clara e Bianca avevano raggiunto la Sicilia percorrendo circa 800 km per proseguire la migrazione verso l’Africa sub-sahariana; i loro movimenti erano monitorati grazie da un trasmettitore GPS/GSM che gli era stato applicato. Ma la fucilata di un ignoto cacciatore di frodo (l’apertura della caccia in Sicilia è stata anticipata al 1° settembre con uno sciagurato decreto dell’Assessore regionale all’agricoltura on. Edgardo Bandiera) ha fulminato Clara: gli accertamenti radiografici dell’Istituto Zooprofilattico di Palermo hanno individuato ben sette pallini di piombo distribuiti nel suo corpo.
“La deliberata uccisione di Clara - sottolinea Ennio Bonfanti, referente fauna WWF Sicilia e membro del Comitato regionale faunistico-venatorio dell’Assessorato Agricoltura - rappresenta un gravissimo crimine di Natura che colpisce una specie ormai rarissima e vanifica gli sforzi (e le relative risorse anche economiche) di Unione europea e Ministero dell’Ambiente per consentirne la sopravvivenza. Ancora una volta l’apertura della caccia in Sicilia significa massacro di legalità e di fauna, anche di specie teoricamente super-protette come l’Aquila di Bonelli, sparata a Licata (AG) all’apertura della stagione venatoria del 2016. L’Assessore Bandiera ha emanato un “Calendario venatorio” inaccettabile, che abolisce limitazioni e concede ai cacciatori di sparare con meno vincoli e per una stagione più lunga. Non è stato rispettato nemmeno l’autorevole parere scientifico di ISPRA (Istituto Superiore Protezione e Ricerca Ambientale), che aveva fortemente criticato la Regione sull’eccessiva estensione di specie e periodi di caccia, chiedendo di limitare l’attività venatoria. E proprio per garantire la salvaguardia del Capovaccaio, l’Istituto aveva chiesto alla Regione (inutilmente…) di limitare la caccia al coniglio a settembre e di vietare le munizioni di piombo: ed ecco i risultati...
Ormai da anni denunciamo che in Sicilia caccia e bracconaggio sono fuori controllo: i 30mila cacciatori regionali hanno la quasi certezza di non incappare in nessun controllo, consapevoli della scomparsa pressoché assoluta di vigilanza venatoria. Uniche eccezioni sono la Polizia provinciale di Ragusa e le Guardie volontarie WWF: già nei primissimi giorni di apertura della caccia hanno sanzionato e denunciato numerosi cacciatori di frodo.
In queste condizioni di “anarchia venatoria”, la Sicilia rappresenta una vergogna europea, un “mattatoio” a cielo aperto che rischia di distruggere il patrimonio della fauna migratrice europea che transita nel mediterraneo. Visto l’assordante silenzio dell’Assessore Bandiera, che ha la responsabilità morale, istituzionale e legale della tutela della fauna in Sicilia, rinnoviamo ancora una volta l’appello al Presidente Nello Musumeci affinché revochi il Calendario venatorio e, intanto, sospenda immediatamente la scellerata apertura anticipata della caccia che sta alimentando il bracconaggio più selvaggio. Prima dell’avvio della stagione, il WWF aveva già formalizzato tale richiesta al Presidente Musumeci senza però alcun cenno di risposta; speriamo che questa volta, visto il coro di indignazione (a livello nazionale ed europeo) che la barbara uccisione dell’avvoltoio Clara sta suscitando, il Presidente Musumeci non rimanga ancora inerte e insensibile».
Sull’episodio è intervenuto anche il Vice Presidente del WWF Italia, Dante Caserta: “Contiamo sull’operato delle Forze dell’ordine, in particolare dei Carabinieri forestali, per l’avvio di rapide indagini per individuare il criminale e chiediamo la collaborazione delle Associazioni venatorie, che per prime dovrebbero attivarsi. I nostri legali valuteranno anche azioni indirizzate alla Magistratura contabile nei confronti dei pubblici amministratori, nel caso rimangano inerti di fronte questo delitto”. 
Il WWF è attivo in Sicilia con il Progetto LIFE ConRaSi, sostenuto finanziariamente dalla Commissione Europea con l’obiettivo di migliorare lo stato di conservazione di tre specie in pericolo: aquila di Bonelli, lanario e capovaccaio. E’ un progetto promosso e coordinato dal WWF Italia e coinvolge attivamente la Regione Siciliana (Dipartimento Regionale Ambiente e Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale) e l’associazione spagnola GREFA. Grazie alle attività finanziate dal progetto in Sicilia si contano oggi 44 coppie di aquila del Bonelli, più del doppio rispetto a 20 anni fa.


Approfondimenti:

POST E GALLERIA FOTO SUL PROFILO FACEBOOK UFFICIALE DEL CERM
https://www.facebook.com/associazione.CERM/posts/2344037882290066

POST E GALLERIA FOTO FACEBOOK DEL “VIAGGIO” DI CLARA E BIANCA DALLA BASILICATA IN SICILIANI - https://www.facebook.com/associazione.CERM/posts/2341821745845013 

SITO WEB “PROGETTO CAPOVACCAIO”
https://www.capovaccaio.it/cms/index.php

LA STORIA DI LILLO, AQUILA DI BONELLI SPARATA NEL 2016
https://www.wwf.it/news/notizie/?41640/Nuova-storia-a-lieto-fine-per-laquila-di-nome-Lillo 
https://www.wwf.it/sicilia1/news.cfm?38581/Libera-aquila-di-Bonelli-salvata-dal-WWF 

PREAPERTURA CACCIA IN SICILIA: ARRIVA GIÀ LA PRIMA DENUNCIA
https://www.wwf.it/news/notizie/?41680/Preapertura-caccia-in-Sicilia-arriva-gi-la-prima-denuncia

CACCIA: WWF, CON PRE-APERTURE REGIONI DICHIARANO GUERRA ALLA FAUNA 
https://www.wwf.it/news/sala_stampa/?41660/Molte-regioni-dichiarano-guerra-alla-fauna 
https://www.wwf.it/news/sala_stampa/?41661/Cosa-sono-le-preaperture-venatorie 

 

ALTRE NOTIZIE

Aziende ospedaliere siciliane, allarme delle federazioni Ugl medici e sanità: Vertici decaduti e rischio di avere strutture senza manager. Che fine hanno fatto i commissari ponte?
Dopo la sentenza della Consulta che ha dichiarato decaduti gran parte dei vertici, ed anche a seguito della scadenza...
Leggi tutto
Riscossione Sicilia. Lupo: manca numero legale in commissione Ars, nomina Cda ancora nel caos
“Questa mattina la riunione della commissione Affari istituzionali dell’Ars è saltata per mancanza del numero...
Leggi tutto
BANDO PERIFERIE, ORLANDO: IL TAGLIO DELLE RISORSE EVIDENZIA UN PREOCCUPANTE DISINTERESSE PER LA VIVIBILITÁ DI TUTTI I COMUNI
“Il taglio di risorse per le periferie è un inaccettabile atto di disinteresse per la vivibilità di centinaia di comuni italiani e di t...
Leggi tutto
Mazara del Vallo SOLLECITO DI PAGAMENTO TA.RI.
Cristaldi: “Non è necessario affollarsi presso gli Uffici”
“Relat...
Leggi tutto
RICORSO AVVERSO LA REGIONE SICILIANA PER I TAGLI AL TPL
“L´ABBIAMO URLATO MA NON CI HANNO ASCOLTATO”
Leggi tutto
Sicilia. Barbagallo: ddl a favore delle famiglie numerose, bene avvio iter in Commissione
“Finalmente prende il via l’iter legislativo per l’esame del ddl di sostegno alle famiglie numerose. Lavoreremo all...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


roberto su Vela, windsurf, attività stimolanti che fanno bene. Sclerosi Multipla e sport all’aria aperta:
Buongiorno , ho letto per caso questo articolo , sono anch´io malato di sclerosi multipla e pratico windsurf , posso confermare quanto da voi scritto e sapere che esistono iniziative simili mi riempie il cuore , se aveste bisogno di una mano non esitate a contattarmi se posso volentieri


vito serra su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
SIAMO SICURI CHE GLI ERRORI CHE HANNO COMPORTATO LA BOCCIATURA AL TAR, NON SIANO STATI FATTI DI PROPOSITO PER DANNEGGIARE ANCORA UNA VOLTA L´AEROPORTO DI TRAPANI ???


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
E´ una vergogna che non siano applicate le OO.SS. sulla differeziata. Di fatto sono state abolite le isole ecologiche rionali e realizzate le isole ecologiche negozio per negozio contro le difettive sindacali. Sindaco intervieni


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web