Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 12/06/2018 da Direttore

Mazara del Vallo – La polizia di Stato arresta banda di rapinatori in azione

Mazara
Nella mattinata del 12 Giugno 2018, la Squadra Pegaso della Sezione Investigativa del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo, con la collaborazione della Sezione Investigativa del Commissariato di P.S. di Marsala, ha tratto in arresto una banda di rapinatori mazaresi e palermitani.
In particolare personale della Sezione Investigativa del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo è intervenuto sulla Strada Statale n.115 , per una rapina avvenuta, pochi istanti prima, presso la gioielleria denominata “Di Dia Gioielli” in contrada Strasatti.
Nello specifico, il personale operante stava osservando gli spostamenti in auto di una banda criminale dedita alla commissione di rapine e notava una delle due autovetture normalmente utilizzata dal gruppo, una Fiat Panda targata DD667GF, posteggiata nei pressi della citata gioielleria mente un’altra autovettura, una Golf nera targata EA882TL con a bordo quattro soggetti, parcheggiata anteriormente alla Fiat Panda. Mentre il predetto personale posteggiava le autovetture di servizio notava tre soggetti, due uomini e una donna, uscire velocemente dalla gioielleria. La donna indossava una parrucca e uno dei due uomini presentava il volto travisato con una maschera in lattice; prontamente il personale intimava l’alt ma il soggetto non travisato estraeva una pistola brandendola all’indirizzo dei poliziotti che, a scopo intimidatorio, esplodevano rispettivamente due colpi in aria. Soltanto dopo l’esplosione del secondo colpo i tre malviventi, che avevano tentato una prima fuga, si gettavano a terra. 
Il soggetto a bordo della Fiat Panda, già monitorata, riusciva a darsi a precipitosa fuga a bordo della stessa dopo essere stato riconosciuto dal personale.
Da una sommaria ricostruzione dei fatti si apprendeva che a commettere la rapina, oltre ai tre soggetti sopra menzionati, ve ne era un quarto che, armato di pistola, aveva costretto la titolare dell’esercizio commerciale ad aprire la cassaforte ed a consegnare tutti gli oggetti preziosi in essa contenuti. Tuttavia il figlio della titolare della gioielleria, esplodeva un colpo all’indirizzo del malvivente ferendolo. Questi si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce ma veniva fermato poco dopo da personale della sezione Investigativa del Commissariato di Marsala che, prontamente allertato dai colleghi di Mazara, interveniva sul posto bloccando il soggetto lungo una linea ferroviaria vicina, con la refurtiva pari a 1.202 euro circa e la pistola utilizzata per commettere la rapina, una cal.9 con ancora il colpo in canna.
Immediatamente dopo i fatti personale del Commissariato di Mazara eseguiva una perquisizione domiciliare presso un’ abitazione che fungeva da covo dei malviventi, sita sulla SS 115 al civico 205. All’interno dell’abitazione venivano trovati ESPOSTO Giovanni, mazarese di anni 28 (attualmente sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale di P.S.), INGRANDE Gioele, giovane donna mazarese di anni 24. In particolare ESPOSTO Giovanni e la INGRANDE erano a bordo della Golf con funzioni di cd. palo. Sempre all’interno dell’abitazione veniva trovato il soggetto a bordo della Fiat Panda datosi alla fuga ed identificato per CONIGLIARO Fabrizio, palermitano di anni 34, mentre la predetta autovettura, risultata rubata a Palermo, veniva rinvenuta lungo la SS 115.
I soggetti fermati nella quasi flagranza della rapina si identificano per: VISCONTI Daniele, palermitano di anni 47; VISCONTI Salvatore, palermitano di anni 57 e BURGARELLA Rosa, trapanese di anni 37. A carico del VISCONTI Salvatore veniva sequestrata la pistola cal.9 che aveva inizialmente usato per sfuggire alla cattura. Il soggetto ferito, fermato e tratto in arresto da personale del Commissariato di Marsala si identifica per RASA Giovanni, palermitano di anni 61; questi veniva sottoposto ad un rapido intervento chirurgico presso l’Ospedale di Marsala per l’estrazione del proiettile e dimesso subito dopo. 
Tutti i soggetti, sette in totale, sono stati tratti in arresto nella quasi flagranza del reato di rapina aggravata e su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Marsala saranno condotti presso la Casa Circondariale di Trapani, mentre le due donne presso la Casa circondariale di Palermo a disposizione predetta A.G.
FOTO Arrestati:


 

ALTRE NOTIZIE

GIOCATTOLI IN MOVIMENTO, INIZIATIVA DEL M5S ALCAMO
Riparte anche quest´anno "Giocattoli in MoVimento", organizzato dal M5s Alcamo.
Leggi tutto
Buccheri, dissesto scongiurato grazie a transazione
A Buccheri è stato scongiurato il pericolo del dissesto del Comune, grazie all’accordo traggiunto tra l’ammin...
Leggi tutto
Marsala - IL SINDACO ALBERTO DI GIROLAMO SI COMPLIMENTA CON I CARABINIERI PER L’INDIVIDUAZIONE DEI TRE GIOVANI SORPRESI A BRUCIARE CAVI ELETTRICI VICINO L’OSPEDALE
“Ho voluto complimentarmi personalmente con i carabinieri della Caserma “Silvio Mirarchi” che hanno individuato tre giovani che, nei pressi del nuovo ...
Leggi tutto
Marsala - INAUGURATA OGGI LA SCUOLA DI COZZARO DOPO LE OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E DI MESSA IN SICUREZZA
Il Sindaco Alberto Di Girolamo: le nostre scuole sono sempre più funzionali e sicure
Marsala - PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO FOTOGRAFICO ´ROMPIAMO IL SILENZIO´
Ottima la performance di Luana Rondinelli e Corinne Lo Castro
La premi...
Leggi tutto
L’impatto del ´Decreto sicurezza´ sull’accesso alle cure per rifugiati e migranti e sulle comunità locali
Salute: Diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Francesco su MARSALA. CENTRO STORICO AREA PEDONALE:
In altre vie i mezzi di soccorso e di polizia nonch´ ai residenti, mentre per i residenti della Via Caturca, considerati per cittadini di serie B possono morire, in quanto se qualcuno ha un malore lo devono avere nelle ore diurno. Aprite la predetta Via ; state facendo un illecito. Grazie per averci seppelliti. Il turismo a Marsala arriva anche con la Via Caturca aperta. Preoccupatevi più per i residenti e non per i ristoranti. Auguratevi che non succeda mai nulla. Non sottovalutate


direttore su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Provi a scrivere al Comune: comunicazione@comunecustonaci.it


Spada vito su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Buongiorno vorrei sapere come candidarmi per i cantieri di lavoro del comune di custonaci. Nell´attesa della vostra cortese risposta invio distinti saluti


aldo castellano su Trapani - Controlli della Polizia Municipale su uso cellulare durante guida:
Solo 5? La città ne è piena, come pure dei trasgressori del semaforo e di quelli che parcheggiano all´angolo delle strade, dopo le strisce blu. Con le contravvenzioni si potrebbe impinbguare le casse del comune e contemporaneamente educare i cittadini..


Paola natali su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Fate intervenire le forze dell´ordine


Luisa su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Condivido che certe persone non debbono gestire un lager di questo genere per i poveri animali


Valenziano su Il Parlamento vari una commissione d´inchiesta per accertare chi ha sollecitato l´ONU e lo deferisca alla magistratura per attentanto alla sovranità:
E....l´articolo del Codice Penale che punisce l´ "attentato alla sovranità nazionale" sarebbe il numero??


direttore su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Sig. Andrea per avere informazioni sul corso di apicoltore può farlo chiamando il numero di telefono 388-6926911 oppure inviando una email a: mimmo.barracco80@gmail.com


Andrea su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Quali sono i costi se ci sono del corso? Rilasciate attestato?


Rizzi ivana su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
Buongiorno,non so se sono sulla pagina giusta. Da giorni che chiamo i numeri riportati per il ritiro a domicilio di un vecchio elettrodomestico,nessuno risponde. Come posso fare?. Grazie anticipatamente


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web