Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 01/06/2018 da Direttore

Approvata dal Parlamento Europeo la petizione dei magistrati Onorari sull´abuso dei contratti a tempo determinato

Approvata
Il 31 maggio 2018 è stata approvata dal Parlamento in seduta plenaria, a larghissima maggioranza, la Risoluzione sulla risposta alle petizioni riguardanti la lotta alla precarietà e all’abuso dei contratti a tempo determinato, proposta dalla commissione PETI e, in particolare, dall’attivissima europarlamentare Eleonora Evi M5S, , oltre che da Eleonora Forenza e dal suo gruppo GUE, che sono riusciti, questi ultimi, a far inserire nel testo definitivo emendamenti di rafforzamento della risoluzione sulla condanna alla precarizzazione dei rapporti di lavoro, nonché dall’attuale Ministro alla disabilità e alla famiglia, il leghista Lorenzo Fontana, che personalmente, quando era europarlamentare, ha sostenuto le petizioni dei giudici di pace presentate da Unagipa, discusse nella ormai storica seduta del 28 febbraio 2017 davanti alla commissione PETI. 
Non vi è dubbio che questa azione sinergica M5S – Lega a livello europeo abbia determinato l’inserimento nel contratto di programma del nuovo Governo, nato proprio il 31 maggio 2018 contestualmente all’approvazione della Risoluzione del Parlamento Ue, della questione della tutela effettiva dei diritti economici, normativi e previdenziali dei magistrati onorari .
Si è trattato di un grande successo italiano, perché, per la prima volta, europarlamentari italiani, cittadini italiani con le loro petizioni in materia di precariato pubblico, assistiti dagli avvocati Vincenzo De Michele e Sergio Galleano , sono riusciti a far fotografare, in un testo ufficiale dell’unica Istituzione Ue che rappresenta tutti i cittadini europei dei 28 Stati membri dell’Unione, l’inerzia della Commissione europea nei confronti della corretta applicazione da parte degli Stati membri della direttiva 1999/70/CE sul lavoro a tempo determinato.
Certamente, non si tratta di un atto legislativo del Parlamento Ue, ma di un atto di indirizzo, che però ha una valenza politica formidabile, perché cambia gli obiettivi delle Istituzioni europee, in specie del Consiglio e della Commissione, ad orientarsi verso un’implementazione effettiva del Pilastro sociale europeo e all’abbandono delle politiche di flessibilità deregolativa dei rapporti di lavoro.
E’ un atto di indirizzo molto duro nei confronti degli Stati membri, ad adeguare la normativa interna alla regola del contratto a tempo indeterminato come forma comune dei rapporti di lavoro, applicando la giurisprudenza della Corte di giustizia, come la sentenza Mascolo del 26 novembre 2014, espressamente citata in nota 1, che al paragrafo 55 prevede, come misura effettiva per rimuovere l’abusivo ricorso ai contratti a tempo determinato anche nel pubblico impiego, la trasformazione a tempo indeterminato del contratto dopo 36 mesi di servizio anche non continuativi con lo stesso datore di lavoro.
E’ evidente che, dal 31 maggio 2018, in Europa come in Italia dovranno cambiare le politiche del lavoro e gli obiettivi politico-sociali delle Istituzioni sovranazionali, oltre che di quelle nazionali. 
La Commissione dovrà quindi attivare tutte le procedure di infrazione per violazione della direttiva 1999/70/CE, dimostrando una grande capacità di ripensamento delle proprie disastrose scelte operative, che hanno accompagnato e spesso provocato, per la mancanza di controlli, il diffondersi della precarietà lavorativa e la legittimazione degli Stati membri alla deregolazione forsennata dei rapporti di lavoro.

Certamente nel percorso per arrivare all’attuale Risoluzione del Parlamento contro la precarizzazione dei rapporti di lavoro,  un ruolo determinante lo hanno svolto le istanze e le petizioni di Unagipa e della magistratura onoraria discusse il 28 febbraio 2017 davanti alla Commissione PETI, quando l’Unione europea si è accorta, dopo il Consiglio d’Europa, della gravità del problema di mancanza di tutele effettive economiche, normative e previdenziali dei giudici di pace, dei got e dei vpo, di quella parte della magistratura nazionale che, con grande efficienza, risolve il 50% del contenzioso, in sede civile e in sede penale.

Riguardo le petizioni dei giudici di pace e dell’Unagipa, la  risposta del Parlamento Europeo è tanto più clamorosa , considerato che la riforma Orlando proprio per permettere l’”utilizzo” di magistrati onorari senza riconoscere ad essi alcuna tutela previdenziale e lavoristica, li aveva qualificati come semplici “volontari”.


In breve la magistratura onoraria grazie alla riforma del  Ministro Orlando, invece di essere rafforzata,  è stata spogliata delle seppur minime prerogative di cui usufruiva nello svolgimento delle funzioni, come ad esempio quello di godere di tesserino di riconoscimento per l’accesso qualificato negli  uffici giudiziari , essendo  stato ritirato su disposizione del Ministero di Giustizia al fine della distruzione, in quanto troppo simile a quello di cui godono i Magistrati di ruolo.

Il richiamo esplicito nella risoluzione del Parlamento Europeo sul precariato  delle  petizioni inoltrate da numerosi magistrati onorari italiani,  comporta inequivocabilmente il pieno riconoscimento ad essi  della  qualifica di lavoratore a tempo determinato.
 

Pertanto UNAGIPA sente propria  quella Risoluzione del Parlamento Europeo, come vittoria inaspettata contro tutti coloro che considerano i magistrati onorari come amministratori della giustizia di serie B o C, da calpestare e da sfruttare perché il sistema giustizia funzioni perché altri se ne prendano i meriti.




 

ALTRE NOTIZIE

Gangi, “Aperitivo con l’Arte, visita al laboratorio di restauro della TRAART Restauri” organizzato da Nuova Accademia degli Industriosi e BCsicilia
Organizzata da Nuova Accademia degli Industriosi di Gangi e da BCsicilia si terrà domenica 15 dicembre 2019 con inizio alle ore 20,00 “Aperiti...
Leggi tutto
Oggi esce “Per una volta” - il nuovo brano di DENSO
Un altro singolo per il cantautore palermitano, che con questa ballata rock ci parla di sogni, dei sacrifici fatti p...
Leggi tutto
Presentazione a Palermo del libro: Masino Scacciapensieri" di Massimiliano Perrotta
Martedì 17 dicembre 2019 alle ore 18.30, presso il Teatro Bellini in Piazza Bellini 7 a Palermo, sarà presentato il monologo teatrale “M...
Leggi tutto
GENERAZIONE FUTURA nomina il responsabile per la provincia di Trapani
La promozione di una compagine sportiva ad una categoria superiore, serve a sottolineare come il Gioco di Squadra po...
Leggi tutto
Solidarietà: a “San Giovanni dei Napolitani”, il mercatino solidale della LIFE and LIFE per i progetti rivolti a donne e bambini
Non è Natale senza la visita ai mercatini e la partecipazione a progetti solidali che prestano attenzione alle fragilità umane. Quando,...
Leggi tutto
Salemi: terzo appuntamento con “La scrittura è fimmina” Simona Lo Iacono racconta “L’albatro”. La storia del piccolo Tomasi di Lampedusa
Un’opera complessa e raffinata che dà voce alla fanciullezza, periodo in cui la visione del mondo è capovolta, in cui tutto è an...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web