Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 27/01/2018 da Direttore

Il Questore di Trapani ha emesso quattro provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO)

Il
Il Questore di Trapani ha emesso quattro provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO) nei confronti di altrettanti supporters del Trapani Calcio, riconosciuti grazie all’attività investigativa della DIGOS di Trapani quali responsabili di condotte violente nei confronti delle Forze dell’Ordine in servizio lo scorso 29 dicembre 2017 in occasione dello svolgimento della partita Trapani - Lecce.

L’incontro calcistico, valevole per il campionato di Serie C e conclusosi con il risultato di 1 a 1 è stato animato dall’accesa rivalità esistente tra le due tifoserie, causata dei recenti episodi che, nel mese di novembre del decorso anno, avevano visto alcuni membri della curva trapanese subire una violenta aggressione, in località Villa San Giovanni (RC), ad opera di ultras del Lecce.
A questo grave episodio erano seguiti, nel corso dell’incontro Siracusa – Trapani disputatosi il 23 dicembre, ulteriori scontri tra i sostenitori locali ed i supporter aretusei (gemellati con i tifosi leccesi).

Il profilo di alto rischio della partita con i leccesi, delineato nella determinazione del 21 dicembre del Comitato Analisi Strategica delle Manifestazioni Sportive, aveva indotto il Prefetto di Trapani a disporre il divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella provincia di Lecce, anche ove aderenti ai programmi di fidelizzazione.

Tuttavia, malgrado l’assenza della tifoseria avversa, ancor prima ancora dell’inizio della partita, un nutrito gruppo di tifosi trapanesi, in gran parte con i volti travisati al fine di ostacolare il riconoscimento, si è raggruppato nelle strade adiacenti il “Provinciale” con il chiaro intento di intercettare l’arrivo del pullman con a bordo i componenti della squadra del Lecce e bloccarne il transito.
Si ricorderà, peraltro, che proprio il mezzo, nel corso della notte precedente l’incontro, era stato danneggiato mentre si trovava parcheggiato dinanzi all’hotel che ospitava la squadra del Lecce.
Il gruppetto di tifosi ha quindi dato vita ad una vera e propria “sassaiola” nei confronti del personale di Polizia, al quale sono stati scagliati contro sassi, fioriere e bottiglie.

Uno di loro, successivamente identificato per B. N., si è avvicinato al Responsabile del servizio di Ordine Pubblico e ha tentato con violenza di strappargli dalle mani lo sfollagente d’ordinanza, senza riuscire nel proprio intento grazie alla repentina azione posta in essere dal Dirigente.
La stessa persona, poi, insieme ad altri due componenti del gruppo, ha cominciato a rivolgere al Funzionario diverse frasi lesive dell’onore e del prestigio personale, dandosi poi alla fuga per raggiungere la restante parte dei tifosi che continuavano a stazionare nelle vie limitrofe all’impianto sportivo, nonostante l’incontro calcistico avesse già avuto inizio.

Il drappello, che si era in seguito ricompattato in Piazza Pertini, mantenendo sempre il volto ben celato sotto sciarpe e cappucci, ha iniziato ad accendere alcuni fumogeni e sempre a piedi, poco dopo, si è avviato in direzione dell’ingresso della curva riservata ai supporters locali.
Il personale della DIGOS ha quindi prontamente acquisito le riprese dal sistema di video sorveglianza dell’impianto sportivo e grazie ad un’accurata analisi è giunto all’identificazione di quattro persone ritenute responsabili del reato di lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazione sportive, ex art. 6 bis comma 1 della Legge 13 dicembre 1989, n. 401 e successive modificazioni ed art. 110 C.P..
Peraltro, si tratta di soggetti accomunati da una spiccata pericolosità sociale fondata sui numerosi precedenti di Polizia di cui nel tempo si sono resi responsabili e resa evidente dagli altri reati ascrittigli in questa circostanza.

Più nel dettaglio, D.B.A. è stato denunciato insieme a B. N. e S. E. anche ai sensi degli artt. 81, 110 e 341bis C.P per avere offeso l’onore ed il prestigio del Responsabile del servizio di Ordine Pubblico.
Dopo aver già subìto ben due divieti ad assistere alle competizioni sportive, scatta adesso un ennesimo divieto per ulteriori sei anni, aggravato dall’obbligo di doversi presentare presso la Questura per ben due volte, 15 minuti dopo l’inizio sia del primo tempo di gioco che del secondo ogni qual volta la squadra del Trapani giocherà in casa.

Anche per B.N. è scattata la denuncia per i reati di resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. Pregiudicato che annovera tra i suoi precedenti numerosi reati contro la persona e contro il patrimonio, ha manifestato una particolare inclinazione a delinquere tanto da essere stato sottoposto, nel recente passato, alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale della durata di due anni
Per lui è stato disposto il divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO) per la durata di cinque anni, con l’ulteriore gravame di doversi presentare nell’ufficio o comando di polizia competente nel corso della giornata interessata dalla gara.

Anche il terzo soggetto, S.E. dovrà rispondere dinanzi l’A.G. del reato di oltraggio a Pubblico Ufficiale, ex artt. 81, 110 e 341bis C.P. commesso insieme agli altri due; scatta per lui i DASPO di tre anni gravato, come per gli altri, dall’obbligo di presentarsi presso la Questura.

Infine, S.G. al quale è stato comminato il divieto di assistere alle competizioni sportive per tre anni, con obbligo di presentazione alla p.g. per essere stato riconosciuto come uno dei partecipanti alla violenta sassaiola contro le forze dell’ordine.

 

ALTRE NOTIZIE

Trieste: il manifesto della Abramovic e Foibe
Trieste: il manifesto della Abramovic sulla Barcolana risveglia il triste ricordo delle Foibe
UN GRANDE DIPINTO RAFFIGURANTE “IL TONNO” ABBELLISCE LA SPIAGGETTA DI TORRETTA GRANITOLA
Alla presenza del sindaco Castiglione si è svolta ieri l’inaugurazione dell’opera
Leggi tutto
XXXIII ESTATE INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE E DEL PARCO DEL POLLINO
DAL 16 AL 23 AGOSTO 2018 A CASTROVILLARI
PRIMO GIORNALIERO – FLASH MO...
Leggi tutto
Alla scoperta della Messina misteriosa nelle Notti di BCsicilia
Nell’ambito della manifestazione “Le Notti di BCsicilia” e con il patrocinio dell’Assessorato Regionale dei Beni Cul...
Leggi tutto
Turismo in Sicilia Picarella: Servono nuove regole
Un codice identificativo di riconoscimento per gli alloggi, i B&B e le case vacanze in Sicilia. Non è...
Leggi tutto
Nell´ambito della manifestazione Le Notti di BCsicilia: Termini Imerese, visita guidata al Castello
Nell´ambito della manifestazione "Le Notti di BCsicilia" si terrà giovedì 16 agosto 2018 alle ore 21,3...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


roberto su Vela, windsurf, attività stimolanti che fanno bene. Sclerosi Multipla e sport all’aria aperta:
Buongiorno , ho letto per caso questo articolo , sono anch´io malato di sclerosi multipla e pratico windsurf , posso confermare quanto da voi scritto e sapere che esistono iniziative simili mi riempie il cuore , se aveste bisogno di una mano non esitate a contattarmi se posso volentieri


vito serra su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
SIAMO SICURI CHE GLI ERRORI CHE HANNO COMPORTATO LA BOCCIATURA AL TAR, NON SIANO STATI FATTI DI PROPOSITO PER DANNEGGIARE ANCORA UNA VOLTA L´AEROPORTO DI TRAPANI ???


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
E´ una vergogna che non siano applicate le OO.SS. sulla differeziata. Di fatto sono state abolite le isole ecologiche rionali e realizzate le isole ecologiche negozio per negozio contro le difettive sindacali. Sindaco intervieni


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
invito il sindaco a richiamare il comando vigili ad applicare le ordinanze sindacali rivolte alle utenze non domestiche, alle farmacie e ai palazzi che hanno vergognosamente riempito la citta´ di colorati bidoni colorati carrellati anziche tenerli dentro. le OO.SS. stabiliscono le fasie orarie anche per loro


vito serra su Rifiuti. Lupo: Musumeci come Ponzio Pilato, scarica le responsabilità sui Comuni:
ABBIAMO FATTO UN´ALTRO OTTIMO ACQUISTO !!!


Antonino su ANAS - CONCORSO INTERNAZIONALE AL MERITO SOCIALE “ARTI E MESTIERI”:
Per me il premio se lo.meritaIo il dott mario liberto, giornalista, scrittore animatore musicista ecc un grande personaggio da tantiun siciliani


Roasario Mazarese su Calatafimi, don Campo festeggia 60 anni da prete:
Auguri Padre Campo francesco Di altri sessanta anni di ordinamento dal Parrocchiano Rosario lontano per necessità lavorative ( dia un saluto a mio Padre Giovanni se non impossibilitato ) il tempo inesorabbile trscorre


carlo su Governo riferisca in aula su crisi Riscossione Sicilia:
Salve,guarda caso L´On.Cracolici si accorge proprio adesso della situazione di Riscossione Sicilia e non durante il precedente governo regionale quando era assessore regionale.Forse no ricorda quando una nostra delegazione lo ha incontrato prospettandogli la situazione in cui versava la società.Io al suo posto mi vergognerei.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web