Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 06/04/2016 da REDAZIONE REGIONALE

ERICE - DICHIARAZIONI STAMPA DEL SINDACO GIACOMO TRANCHIDA E DELL’ASS.RE ALLE GRANDI OPERE E PROGETTI STRATEGICI GIANNI MAURO

ERICE
ALTRA MAGRA FIGURA DELL’OPPOSIZIONE CONSILIARE NEI CONFRONTI DEI CITTADINI ERICINI E DI SAN GIULIANO IN PARTICOLARE. A RISCHIO GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA, SOCIALE ED OCCUPAZIONALE
La necessità legale di una maggiorana qualificata per le deroghe urbanistiche (14 Consiglieri su 20) rischia di bloccare gli sforzi d´investimento socio-occupazionali promossi in questi anni nel quotidiano impegno dell´amministrazione del Sindaco di Erice Giacomo Tranchida.

Un´altra variante urbanistica per utilizzare un terreno confiscato alla mafia (GRICOLI & c.) nella zona di via dei Pescatori – per trasformarlo in un centro socio-polifunzionale da destinare alle donne e vittime della violenza oltre che per la realizzazione di alcuni orti urbani e aree a giardino, recuperando un´area degradata (zona retrostante il Polo Universitario) non ha ottenuto i voti sufficienti per andare avanti nel suo iter amministrativo.
Erano necessari 14 voti a favore ma l’atto deliberativo ne ha ottenuti soltanto i 9 dei Consiglieri di maggioranza PD e del Movimento "per Erice che vogliamo" presenti, comunque insufficienti sull´argomento seppur nel loro maggioritario complessivo potenziale (12 Consiglieri su 20).
Ben 8 i voti contrari, espressi dall’opposizione, rappresentata da tutto il gruppo consiliare del Psi (Nacci, Mazzeo, Vassallo, Alastra, Alestra e Maltese) e dalle consigliere Lella Pantaleo (Forza Italia) e Cettina Montalto (Nati Liberi).
Il progetto del centro e degli orti urbani rientra in una programmazione più ampia di riqualificazione delle aree a rischio, come è quella del quartiere di San Giuliano.
Centro socio-polifunzionale ed orti urbani fanno parte di una proposta progettuale che l’Amm.ne Tranchida ha presentato al Presidente del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Piano di riqualificazione delle Periferie e che se finanziato verrebbe realizzato con fondi messi a disposizione dallo Stato e di cui in questi giorni si aspetta la graduatoria.
Il terreno in questione, attualmente libero ed a rischio abbandono, prevedeva nelle previsioni della Variante alla Zona Franca Urbana attività commerciali e complementari per il turismo, ma l’assegnazione al Comune di Erice come bene confiscato alla mafia, ex lege lo obbliga ad essere destinato a scopi puramente sociali.
La bocciatura della richiesta di variante in deroga nei fatti condiziona l’utilizzo a fini sociali dell’area ma ovviamente ed ancora una volta contraddistingue l’ottusità politica dell’attuale opposizione consiliare, intenta a mantenere uno status quo degradato e improduttivo, sia sotto il profilo sociale che occupazionale. Scellerato ostruzionistico atteggiamento, ancor di più contraddittorio nell’azione politica di chi ambisce a governare nei prossimi anni la città di Erice promettendo, ma solo a PAROLE, di rimboccarsi le maniche in favore di chi sta peggio, mentre nella realtà condanna il quartiere e i suoi abitanti al degrado e miseria, negandone il riscatto ma soggiogandolo al facile umus politico per azioni clientelari già note e financo sentenziate.

"Comunque - dichiarano il Sindaco Tranchida e l’Ass.re Mauro - se da un lato registriamo la riconferma dell´inaffidabilità politico-programmatica in modo particolare del gruppo consiliare PSI, probabilmente non ancora sufficientemente chiara a qualche locale dirigente PD, noi non demordiamo e attiveremmo senza sconti tutto ciò che sarà necessario al fine di consentire la destinazione sociale di quell’area, e non solo riproponendo l´atto deliberativo alla prima sessione consiliare utile, preferibilmente da tenersi in San Giuliano, in mezzo ai cittadini che invocano migliori e maggiori servizi, possibilità occupazionali e riqualificazione socio-ambientale. Assieme a tanto, ultimata la verifica d´interesse ottimale e logistico con gli attori del sistema universitario, riproporremo la variante per il Campus e gli alloggi in Social Housing. Se tanto non sarà sufficiente, chiederemo agli Ericini di sostenerci ancor più anche nella prossima legislatura abbiano ad assicurare un maggiore potenziale elettivo a quelle forze sane che guardano agli interessi preminenti del territorio, del suo sviluppo e riscatto, rispetto a taluni soggetti politici contraddistintesi nel fare del male ai cittadini"

 

ALTRE NOTIZIE

Patti chiari e contratti concordati. Depositati i nuovi Accordi sulle locazioni
Le Associazioni dei proprietari e degli inquilini, ASPPI – UPPI – CASAMIA – ANIA, a seguito dell´emanazione del Decr...
Leggi tutto
“Fabio Lo Coco fragrance” al Giardinolfattivo
Sabato 18 ottobre 2019 Fabio Lo Coco ha presentato presso GIARDINOLFATTIVO in via XII gennaio 4/a  le sue f...
Leggi tutto
“I COLORI DEGLI ARTISTI A COMISO PER LA LEGALITA’ E UN MONDO MIGLIORE”
STRAORDINARIA AFFLUENZA DI PUBBLICO
Leggi tutto
Sicilia in prima linea contro l’epatite C: necessario identificare i portatori non consapevoli
Sicilia in prima linea contro l’epatite C:
necessario identificare i ...
Leggi tutto
Pizza solidale
Si terrà a Marsala, il prossimo lunedì 4 novembre, alle ore 20.30, l´in...
Leggi tutto
Prende il via venerdì 25 ottobre il nuovo ciclo di Incontri con l’Autore all´istituto alberghiero di Erice
Prende il via venerdì 25 ottobre, con un appuntamento pomeridiano fissato per le ore 18.30 alla Libreria Gall...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web