Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 19/12/2015 da Giusy Modica

D´IMPROVVISO SCUOLE LAICHE

D´IMPROVVISO
Arriva il Natale ed è polemica su recite e canti natalizi. È giusto o meno dar spazio a questi? È nel rispetto di tutti?
Un’Italia che evidentemente ha del tempo da perdere, un’Italia che tenta a tutti i costi di “farsi bella” mostrandosi al passo con i tempi, comprensiva, rispettosa e ospitale.
Mi chiedo.. ma chi vogliono abbindolare?
Viviamo in un paese dove il tasso di disoccupazione è alle stelle, il crimine e la violenza padroneggiano e ci si preoccupa di togliere canti e recite dalle scuole.
I bambini sono lo specchio della società che sarà, l’educazione tramandata la tramanderanno. Allora se gli adulti insegnassero ai bambini il vero senso della parola “rispetto” saremmo già a metà dell’opera. Eppure son certa, uno scambio dei ruoli si rivelerebbe più efficace: forse il bambino ha molte più cose da insegnare in merito.
Al bambino basta anche solo una palla ed un coetaneo per vivere in armonia; che quest’ultimo sia cristiano, musulmano, bianco o di colore non importa. È un bambino e può giocarci insieme.
Il senso di privarli di un tassello gioioso, che contribuisce alla formazione di un periodo così importante della loro vita, qual è?
Io le ricordo ancora le mie recite di Natale a scuola e le ricordo con gioia.
Fare a meno, a casa nostra, dei nostri ideali, dei nostri valori, soltanto per compiacere gli ospiti è davvero necessario? Io da ospite mi sono sempre adeguata.
Il nostro resta un paese libero, grazie al cielo, e se è vero che la scuola propone recite e canti cristiani, come ha sempre fatto, è pure vero che non obbliga nessuno a parteciparvi a tutti i costi, come non obbliga nessuno a presenziare all´ora di religione.
Se di rispetto si vuol parlare si parla di rispetto unilaterale. Se devo rispettare le credenze altrui, chi rispetta le mie, NEL MIO PAESE, se devo rinunciare a delle usanze e credenze sempre praticate? Il rispetto è tutt´altro!
Il Natale è simbolico anche per un agnostico e i simboli non danneggiano nessuno.
Rifat Aripen, originario del Bangladesh e coordinatore delle associazioni islamiche in Italia afferma: “è un messaggio negativo e diseducativo proibire in classe le celebrazioni e tradizioni natalizie, le radici vanno tutelate! Inoltre aggiunge: “osservare usi e costumi non rappresenta una minaccia per i non cristiani. C’è una grande ignoranza nel considerare il mondo musulmano un’unità indistinta. L’Islam è composto da tanti paesi e da differenti culture. Ogni nazione ha fatto il proprio percorso. La religione islamica, che è il terreno comune a tutti questi paesi, non ha nulla in contrario al rispetto delle tradizioni altrui”.
Il Natale è simbolo di una civiltà, prima che di una religione, e in Italia e in Europa la civiltà cristiana ha radici profonde che vanno rispettate.


Palermo
19 Dicembre 2015

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

 

ALTRE NOTIZIE

Casena Dei Colli sostiene i lavoratori con idee innovative al tempo di Covid
Al tempo del covid-19 gli imprenditori orientano la loro attività di produzione di beni e servizi tenendo conto di quelle che sono le norme che...
Leggi tutto
Trapani: ubriaco alla guida dell’autovettura non si ferma al posto di controllo e tenta la fuga, arrestato dalla Polizia di Stato
Nell’ambito dei controlli predisposti dalla Questura di Trapani nel corso del week-end, gli agenti della Squadra Volante della Questura di Trapani han...
Leggi tutto
ALCAMO: SCOPERTA OFFICINA ABUSIVA A CALATAFIMI SEGESTA. Il TITOLARE PERCEPIVA ILLEGITTIMAMENTE IL REDDITO DI CITTADINANZA
I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trapani hanno denunciato un soggetto che beneficiava del reddito di cittadinanza pur co...
Leggi tutto
Lettera aperta di ringraziamento agli operatori della sanità trapanese - Giorgio Macaddino (Uil Fpl Trapani)
Lettera aperta di ringraziamento agli operatori della sanità trapanese&nbsp;<...
Leggi tutto
Ricerca scientifica sulla cresta dell´onda

(…) La conoscenza è per definizione un bene – forse il bene primario dell’uom...
Leggi tutto

Asp Trapani, record Screening Covid 19 nelle scuole elementari: 18.771 tamponi rapidi , 155 i positivi
Asp Trapani, record Screening Covid 19 nelle scuole elementari: 18.771 tamponi rapidi , 155 i positivi
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web