Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 02/12/2015 da REDAZIONE REGIONALE

MOVITA´ - IL VOLONTARIATO DOVE VA?

MOVITA´
La notizia è che il volontariato sta cambiando, così come un po´ tutto
il panorama attorno a noi. L´intera società è sottoposta a
sollecitazioni e spinte di mutazione, con l´obiettivo dichiarato di
liberare nuove energie, mentre il braccio di ferro con le forze della
conservazione continua. Intendiamoci, non vogliamo dire che
"qualunque novità" sia in ogni caso benvenuta, perché qualche volta
rischiamo di rimettere in discussione valori e conquiste che
consideriamo parte irrinunciabile del nostro patrimonio civile e
umano. Non bisogna lasciarsi sedurre dalle novità fini a se stesse, al
limite utili solo nel contingente e per rispondere a interessi
particolari. Tuttavia di cose da cambiare, dobbiamo riconoscere, ce
ne sono tante...
Da questo punto di vista anche il rallentamento nella attesa e
qualche opportuna modifica della normativa sul Terzo Settore - di
cui il volontariato è parte - potrebbe non essere negativo. Già,
perché così si potrebbero evitare gli "sfasamenti" di ottica che in
tanti abbiamo notato e denunciato. Meglio una legge-quadro
meditata in tempi un po’ più lunghi ma giusta, che averne una
frettata ma non centrata sulle reali esigenze della società futura.
Infatti ci aspettiamo una legge che sostenga l’impegno alla
cittadinanza attiva e un rilancio serio della cultura della gratuità
solidale in un´ottica di responsabilità sociale. Intendendo per sociale
non solo ciò che riguarda il sostegno “diretto” alla persona e alle
persone, ma anche all’ambiente, alla cultura e, perché no, allo sport
e allo svago.
Lo abbiamo già ripetuto in tutte le sedi. L´azione del Terzo Settore
non può essere sostitutiva dell´azione pubblica attraverso un
“mercato sociale” in cui fare business. Questa visione rischia di
essere una “sussidiarietà malata”, una sorta di “stato sociale dei
poveri”, dedicato sì a chi esprime bisogni, ma bisogni considerati
“fuori mercato”. Don Lorenzo Milani - con la sua capacità di
comunicazione chiara e coraggiosa - diceva che “non si può fare
parti uguali fra disuguali”.
E qui torniamo alla notizia che abbiamo dato in apertura. Il
volontariato è sottoposto a grandi sollecitazioni di cambiamento e le
stesse strutture e persone coinvolte nel grande movimento dei
volontari si rendono conto che i tempi richiedono un "nuovo inizio".
In una “società liquida”, anche il volontariato si fa variegato. Da
impegno continuativo, sia pure a tempo parziale, spesso esso si presenta oggi come estemporaneo, leggero, fluido, pronto a mobilitarsi per obiettivi specifici (in
occasione di una calamità o di eventi come un Festival, l’EXPO o iniziative comunque circoscritte). Ci
si chiede se si tratti davvero di volontariato come siamo abituati a concepirlo: serio, affidabile,
impregnato della cultura della gratuità e dell’altruismo ... Ma forse dobbiamo fare lo sforzo di andare al
nocciolo della questione. Forse dobbiamo vedere in questi nuovi fenomeni una prima vittoria della
nostra campagna ideale, perché le nuove forme di mobilitazione delle giovani generazioni - esposte
alla precarietà del lavoro e al pessimismo esistenziale o alla chimera del consumismo - magari
rivelano che, sia pure in forme nuove e inedite, la testimonianza della disponibilità all´impegno
disinteressato sta producendo dei frutti.
Certo, noi non dimentichiamo i nostri grandi ispiratori (pensiamo con gratitudine a Luciano Tavazza),
mentre l´”autoconvocazione” e la nostra stessa mobilitazione come MoVI prosegue e produce dibattiti
e iniziative nelle varie realtà locali. E intanto lavoriamo per affinare competenze, organizzare
metodologie avanzate, e rinforzare i meccanismi motivazionali per gestire al meglio questi
cambiamenti. Perché dobbiamo difendere il nucleo vero del volontariato, che - pur meno ideologico e
militante - punta a rimanere, anzi a rafforzarsi come motore di cambiamento sociale (chissà che i
“volontari per un giorno” non scoprano la bellezza e la creatività di un impegno più continuativo) per
“dare forma” al nuovo che avanza.
Ma soprattutto auspichiamo che attraverso la proposta di NUOVE STRADE il volontariato “postmoderno”
riesca non solo ad allargare la partecipazione volontaria, ma anche a stimolare e sostenere
“iniziative comuni” con altre forze pubbliche e private per dare un futuro diverso e migliore a una
società che è ancora tanto in sofferenza.
Ecco perché anche la nostra prossima Assemblea nazionale, organizzata il 5 dicembre in occasione
della Giornata internazionale del volontariato, viene improntata a capire “dove sta andando il
volontariato: diritti sociali, pace, cittadinanza solidale, beni comuni, amministrazione condivisa”.
Per condividere idee, proposte e progetti per dare forza al volontariato di domani.
Piergiorgio Acquaviva
Dal Nazionale

 

ALTRE NOTIZIE

Coordinamento Consulta del Sud, da Roma cominciano i lavori, Magistro (Sicilia): “Mai accaduto che tutti i giovani del Mezzogiorno si unissero, seguiranno incontri al Senato, Camera e Ministeri”
Si è conclusa giovedì la tre giorni di lavori inaugurali del Coordinamento della Consulta del Sud, il nuovo organo interregionale e apar...
Leggi tutto
Corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui”
Sicilia: corteo studenti sulle Madonie per le ZFM, “Vogliamo restare qui”
Leggi tutto
Un mare di Svizzera 2
Un anno addietro Un Mare di Svizzera aveva acce...
Leggi tutto
Poesia in biblioteca
Poesia in biblioteca
Su il sipario: al via la rassegna teatrale
Da Sabato 19 ottobre alle ore 21.30 prende il via la rassegna teatrale "Divertiti al Teatro" organizzata a ...
Leggi tutto
Tra cooperazione internazionale, educazione alimentare e comunicazione istituzionale: il PO FEAMP tra i protagonisti del Blue Sea Land
Il PO FEAMP 2014/2020 partecipa con uno stand e diversi workshop a Blue Sea Land (Mazara del Vallo, 17-20 ottobre), manifestazione internazionale dedi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web