Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 17/06/2015 da REDAZIONE REGIONALE

LAMPEDUSA: LE MISERICORDIE POTENZIANO IL SERVIZIO CHIAMANDO I CONFRATELLI DA TUTTA ITALIA IN VISTA DELL’ONDATA DI SBARCHI ESTIVA

LAMPEDUSA:
Non solo gestione del Centro di Accoglienza ma anche assistenza alla popolazione dell’isola

Si prevede un’estate “molto calda” a Lampedusa, così come nel resto d’Italia: secondo le previsioni del governo italiano, saranno complessivamente 200mila gli arrivi sulle coste italiane quest´anno, rispetto ai 170mila del 2014, con un aumento di presenze, di oltre il 10 per cento nei primi cinque mesi del 2015.
Per questo la Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia, che dal primo ottobre scorso gestisce il Centro di primo soccorso e accoglienza (Cpsa) per immigrati nell’isola siciliana, dà il via a un nuovo progetto - “PORTO LAMPEDUSA” - il campo di volontariato per i confratelli e le consorelle delle Misericordie che possano portare il proprio contributo sia per l’assistenza durante gli sbarchi sia per il miglioramento dei servizi sociosanitari rivolti alla popolazione dell’isola.

Un’esperienza importante per i volontari, che a turnazioni di una settimana, potranno avvicendarsi sull’isola, per conoscere da vicino un fenomeno sociale di estrema attualità che ha assunto connotati di interesse politico e mediatico, ma se vissuto personalmente, dal forte impatto emotivo.

“A Lampedusa – spiega il presidente nazionale delle Misericordie d’Italia Roberto Trucchi - il nostro impegno non si traduce solo nella gestione del Centro di Primo Soccorso e Accoglienza, ma abbiamo avviato un progetto di miglioramento dell’assistenza agli sbarchi, stiamo cercando di sviluppare una più forte integrazione tra il Centro e il tessuto sociale dell’Isola e siamo entrati a far parte del “Forum solidale”, momento di confronto e dibattito avviato dalla Parrocchia con la comunità e le principali realtà associative. In questo quadro – continua - si inserisce la proposta di realizzare a Lampedusa la presenza stabile di squadre di volontari in servizio sia per l’accoglienza agli sbarchi e l’assistenza al Centro, sia per il miglioramento dei servizi socio-sanitari alla popolazione dell’isola”.

“Un’importante opportunità per i confratelli e le consorelle del Movimento, che a seconda della loro disponibilità potranno prestare opera di volontariato nell’Isola. “In vista della prossima ondata di sbarchi estiva – aggiunge Trucchi - sarà richiesto un maggiore apporto di energie ed umanità, e l’impegno dei nostri confratelli aiuterà a favorire i processi di accoglienza ma arricchirà anche ognuno di loro, chiamati a confrontarsi con la terribile esperienza di chi è costretto a lasciare la propria terra”.

“Tanti parlano di immigrazione, del senso di incertezza che genera nelle nostre comunità. Parole, parole, parole... Noi siamo per i fatti, diamo una mano non a sollevare polveroni ma a trovare soluzioni concrete. Lanciamo anzi una proposta a chi parla tanto di immigrazione: venga a fare una settimana di servizio con noi, insieme ai nostri operatori, accanto ai profughi, a supporto della popolazione di Lampedusa. Senza riflettori ma rimboccandosi le maniche e capire cosa significa davvero stare a fianco degli ultimi.”

I servizi attivabili sull’isola sono riassumibili in: assistenza agli sbarchi; supporto alle eventuali emergenze interne al Centro; Servizi socio-sanitari alla popolazione lampedusana; scambio di esperienze con gli operatori del Centro.

Il primo gruppo di confratelli è costituito da 8 persone: i primi 5 volontari “effettivi”, provenienti da Sicilia e Toscana e tre volontari a sostegno, che hanno accompagnato i mezzi in supporto alla squadra (un’ambulanza donata dalla Misericordia di Forcoli ed un pulmino attrezzato anche per trasporto disabili).

A Lampedusa, dal 1 ottobre 2014 al 27 maggio, si sono verificati 66 sbarchi per un totale di 7.785 persone di cui 6.212 uomini, 813 donne e 612 minori.






Le Misericordie d’Italia
Da ben 8 secoli l´azione delle Misericordie è diretta a soccorrere chi si trova nel bisogno e nella sofferenza, con ogni forma di aiuto possibile, sia materiale che morale. Assistenza e aiuto alla persona sono da sempre gli scopi principali: in particolare le attività che le Misericordie offrono alla comunità, collaborando in molte occasioni con le istituzioni e altre realtà di volontariato, vanno dal trasporto sanitario alla protezione civile, dall´assistenza sociale alle onoranze funebri.
Il Movimento è aperto a tutti: uomini e donne da 16 a 80 anni che vogliano dare il loro contributo, ispirato al Vangelo e alle Opere di Misericordia, possono diventare Confratelli e Consorelle e far parte di una Confederazione Nazionale che oggi è una delle più grandi e antiche entità federative del Paese nell´ambito del Volontariato. Le Misericordie, infatti, sono nate in Toscana, a Firenze, nel 1244. Hanno le loro origini nelle prime forme di partecipazione dei cittadini alla vita della comunità che presero il nome di Confraternite. Dalla Toscana, le Misericordie si sono diffuse in tutta Italia e oggi sono presenti in ogni regione con particolare sviluppo nel Centro-Sud. Questo è dovuto all’impegno, alla motivazione e ai valori che le Misericordie toscane, in passato, hanno saputo testimoniare e trasmettere durante i loro interventi a favore delle popolazioni colpite da eventi calamitosi.



 

ALTRE NOTIZIE

Vincere alla roulette online
Il miglior ambiente di gioco per sedersi alla roulette
Favignana tra le 26 Isole Pilota dell’Unione Europea del progetto Clean Energy for EU Islands per la transizione energetica
Favignana riceve un importante riconoscimento per essere stata individuata come una delle 26 Isole Pilota dell’Union...
Leggi tutto
Giornata internazionale della giustizia sociale
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti umani, in occasione del 20 febbraio, Giornata intern...
Leggi tutto
SALVATORE BONAFEDE E ROBERTA GIUFFRIDA AL TATUM ART
Il 20 febbraio c’è Paradoxa Workshop
nel locale del centro sto...
Leggi tutto
MARSALA. IN SETTIMANA DUE IMPORTANTI APPUNTAMENTI CULTURALI
Giovedì l´incontro con Giovanni Guzzetta; Sabato la mostra su Vito Linares
Leggi tutto
Miccichè riceve l’ambasciatore Riyaz
“Siamo pronti a divulgare la cultura pakistana” 

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


Giovanni VINCI su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza Marsala


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


mimmo su Domenico Lanciano: ´Una carezza per Riace":
ciao


Rosario Miccichè su Paceco, al via 6 cantieri di lavoro per la realizzazione di due opere:
Non sono molto contento di come l´amministrazione ha progettato i cantieri a Paceco sicuramente il bando gestito malissimo. Dobbiamo ringraziare la regione della proroga non certo gl´assessori di competenza. L´avviso 2 / 2018 dice che bisogna favorire il maggiore numero di lavoratori, quanti lavoratori impigherete nei cantieri. E perch´ tutti quei soldi spesi in materiali € 70.000 il bando parlava di piccole manutenzioni, lo scopo principale dei cantieri e la formazione, favorire la m


Maurizio Perez su Il Decreto Quota 100 esclude i dipendenti regionali, Calderone (FI) presenta emendamento al Collegato per includerli: “Ingiustificabile tenerli fuori”:
In verità mi era sfuggito questo passaggio tecnico, di cui sono grato al Sig. deputato Calderone.


Anna su MAZARA DEL VALLO - BORSE DI STUDIO PER L’ANNO SCOLASTICO 2015/2016:
Elenco alunni avvenne diritto


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web