Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 21/04/2015 da REDAZIONE REGIONALE

Contenzioso sulla partecipazione al trattamento rifiuti tra i Comuni di Trapani ed Erice. L´ex sindaco di Trapani Fazio replica alle esternazioni del Sindaco di Erice, Tranchida.

Contenzioso
Trapani, 21 aprile 2015 – A Tranchida piace confondere il rifiuto con il consenso ma, al di la dei calembour, egli sa bene quale è la verità e meglio avrebbe fatto a rimanere in silenzio. Di solito lascio che parlino gli atti, amministrativi o, come nel caso della sentenza della Corte di appello di Palermo, giudiziari, ma visto che Tranchida continua ad agitare il vessillo della tassa dei rifiuti di Erice più bassa di quella di Trapani, e continua a sostenere che questa fosse la più alta in assoluto, mi sento di avanzare alcune considerazioni:
1. Non è vero che la tassa sui rifiuti di Trapani fosse la più alta in assoluto, e quella di Erice è stata tenuta più bassa proprio perché le amministrazioni ericine, e poco importa da chi fossero rette, hanno fatto pagare al comune di Trapani servizi sui quali in atto vi sono ancora contenziosi. Vale la pena ricordare che quello risolto dalla Corte di Appello di Palermo è un contenzioso che fa rifermento agli anni dal 1992 al 2001, ma ve ne sono altri per gli anni successivi per un ammontare di ben oltre i 600mila euro, ancora da risolvere.
2. Tranchida non considera la irrisolta questione relativa la fatto che il comune di Erice, grazie alla follia della linea di confine tra i due comuni, di fatto scarica parte dei rifiuti nei cassonetti del comune di Trapani. A queste condizioni è facile far salire le percentuali di spazzatura riciclata.
3. Per quanto riguarda la gestione del ciclo dei rifiuti: Trapani Servizi, come dice Tranchida non sarà stata un fulmine di guerra ma la gestione fallimentare dell´Ato, la sua finta raccolta differenziata, le numerose inchieste che hanno investito proprio il ciclo di rifiuti nell´Ato Terra dei Fenici, non mi sembra siano da portare ad esempio. Almeno da questo punto di vista posso affermare “io l´avevo detto” che l´Ato era un carrozzone ed è stato meglio starne fuori.
4. A Tranchida piace sempre giocare agli schieramenti ma gli ricordo che la spazzatura non è di destra, nè di sinistra. È solo ingombrante ed inquinante e va tolta dalle strade. Io sono riuscito a farlo, fino a quando ho governato la città. Si chieda se lui e l´Ato hanno potuto fare lo stesso.
5. Per quanto attiene al contenzioso posso dire che per fortuna non decidiamo né io, né Tranchida, ma decide la magistratura. Nel contenzioso tra i Comuni di Trapani ed Erice, deciderà la magistratura civile, che non è meno attenta alla legalità del sindaco Tranchida.
Ufficio Stampa
Fabio Pace

 

ALTRE NOTIZIE

Patti chiari e contratti concordati. Depositati i nuovi Accordi sulle locazioni
Le Associazioni dei proprietari e degli inquilini, ASPPI – UPPI – CASAMIA – ANIA, a seguito dell´emanazione del Decr...
Leggi tutto
“Fabio Lo Coco fragrance” al Giardinolfattivo
Sabato 18 ottobre 2019 Fabio Lo Coco ha presentato presso GIARDINOLFATTIVO in via XII gennaio 4/a  le sue f...
Leggi tutto
“I COLORI DEGLI ARTISTI A COMISO PER LA LEGALITA’ E UN MONDO MIGLIORE”
STRAORDINARIA AFFLUENZA DI PUBBLICO
Leggi tutto
Sicilia in prima linea contro l’epatite C: necessario identificare i portatori non consapevoli
Sicilia in prima linea contro l’epatite C:
necessario identificare i ...
Leggi tutto
Pizza solidale
Si terrà a Marsala, il prossimo lunedì 4 novembre, alle ore 20.30, l´in...
Leggi tutto
Prende il via venerdì 25 ottobre il nuovo ciclo di Incontri con l’Autore all´istituto alberghiero di Erice
Prende il via venerdì 25 ottobre, con un appuntamento pomeridiano fissato per le ore 18.30 alla Libreria Gall...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web