Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 28/10/2014 da redazione

CAD SOCIALE - news

CAD
ARGOMENTI TRATTATI
|Agevolazioni |Diritto Societario | Funzioni giudiziarie |Fisco |Fisco |
Diritto Commerciale |Fisco | Lavoro |Lavoro|




Agevolazioni
Per l´assunzione di lavoratori detenuti anche un credito d´imposta
Il decreto n. 148 del 24 luglio 2014 del ministero della Giustizia - GU
n. 246 del 22-10-2014 – di concerto con Mef e Lavoro, prevede anche
sgravi fiscali, oltre che contributivi, da fruire solo in compensazione
con il modello F24, a favore di imprese che assumono lavoratori
detenuti.

Il decreto è in realtà il regolamento che reca modalità, condizioni e
soglie delle agevolazioni.

Il contratto deve essere di lavoro subordinato e lo stipendio non può
essere inferiore agli importi previsti dai contratti collettivi di
lavoro.

Il credito vale anche per le imprese che svolgono attività di
formazione nei confronti dei detenuti, a condizione che alla
preparazione segua l’immediata assunzione per almeno il triplo del
tempo formativo per il quale si è usufruito del credito.

Dal punto di vista fiscale non incide sull’imponibile di imposte
dirette e Irap e sulla deducibilità degli interessi passivi e delle
spese.

Va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di
concessione.

Deve tener conto del limite annuale di 250mila euro previsto per i
crediti esposti nel quadro “RU” di Unico.

Dal 2015 la compensazione potrà avvenire esclusivamente con i servizi
telematici dell’Agenzia.

Le imprese e le cooperative che hanno impiegato detenuti (detenuti,
ammessi al lavoro esterno, internati e persone in semilibertà) per un
periodo non inferiore a trenta giorni, nei limiti dei costi sostenuti
per ognuno di essi:

- per gli assunti nel 2013 possono fruire di un credito d’imposta pari
a 700 euro mensili per lavoratore, in proporzione alle giornate di
lavoro prestate;

- per gli assunti nel 2014 possono fruire di un credito d’imposta pari
a 520 euro mensili per lavoratore, in proporzione alle giornate di
lavoro prestate;

Per i “semiliberi”, l´assunzione ottiene un credito di 350 euro
mensili per il 2013 e di 300 euro mensili a partire dal 2014.
fiscooggi.it - L’impresa che assume detenuti guadagna il credito
d’imposta - Badiali

eDotto.com - Edicola del 23 Ottobre 2014 - Sgravi contributivi e
fiscali per chi assume detenuti e internati - Redazione eDotto



Diritto Societario | Funzioni giudiziarie
Azione di responsabilità esclusa se il sindaco è decaduto
automaticamente
La decadenza dall´ufficio di sindaco della cooperativa per il soggetto
che si trovi nella situazione di ineleggibilità indicata nell´articolo
2399 del Codice civile, come nel caso del dipendente della società,
opera automaticamente ipso iure.

Rispetto, pertanto, a questo soggetto, il quale deve ritenersi che non
abbia mai ricoperto la carica di sindaco, non può essere esercitata
l´azione di responsabilità ex articolo 146 della Legge Fallimentare
contro gli amministratori, i componenti degli organi di controllo, i
direttori generali e i liquidatori.

E´ il principio sancito dalla Corte di cassazione – Prima Sezione
civile - nel testo della sentenza n. 22575 depositata il 23 ottobre
2014.
Il Sole 24Ore – Norme e Tributi, p. 44 - Sindaci, decadenza
immediata - Maciocchi



Fisco
Lo sblocca Italia verso la conversione
Il Governo ottiene sul Ddl sblocca-Italia – Dl 133/2014 - la fiducia
della Camera.

Il testo contiene le correzioni fatte dalla commissione Bilancio su
richiesta della Ragioneria Generale dello Stato.

La più nota è quella che ha bocciato sia la riduzione dell´Iva al 4%
per le ristrutturazioni edilizie degli immobili acquistati da imprese di
costruzioni che l´abolizione del vincolo del canone concordato per 8
anni in caso di affitto da parte degli acquirenti di case acquistate da
imprese di costruzioni per fruire della deduzione dal reddito del 20%
del prezzo di acquisito di immobili (da massimo 300mila euro).

Entro l´11 novembre prossimo dovrà essere convertito altrimenti
decadrà.

L´iter si presenta laborioso per i numerosi ordini del giorno.

Il decreto reca misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la
realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la
semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e
per la ripresa delle attività produttive.

Tra le previsioni l´allentamento del patto di stabilità interno, ad
esempio per le opere incompiute segnalate dagli Enti locali.
ItaliaOggi, p. 29 - Compri casa? Sconto sull’Irpef - Galli -
rassegnastampa.gabetti.it

Il Sole 24 Ore, p. 6 - Sblocca-Italia, sì alla fiducia - Santilli

eDotto.com - Edicola del 23 Ottobre 2014 - La Stabilità ottiene il
bollo dalla Ragioneria - G. Lupoi



Fisco | Diritto Commerciale
Beni ai soci: dati all´Anagrafe fiscale entro il 30 ottobre
E´ in scadenza il 30 ottobre 2014 il termine per comunicare
all’Anagrafe tributaria, da parte degli imprenditori individuali e
collettivi, i dati dei soci e dei familiari dell’imprenditore
(coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado)
che hanno ricevuto in godimento beni dell’impresa nel corso del 2013.
Non sono tenute all´obbligo le società semplici.

L´adempimento va eseguito anche qualora i beni siano dati in uso
dall’impresa a familiari dei soci o ai soci e familiari di altra
società appartenente allo stesso gruppo e se il bene è stato dato in
godimento in periodi precedenti continuando ad essere utilizzato
nell’anno di riferimento della comunicazione.
Presupposti per la comunicazione
E´ necessario procedere alla comunicazione in parola se:

- esiste una differenza tra corrispettivo annuo relativo al godimento
del bene e valore di mercato del diritto di godimento;

- persone fisiche, soci o familiari dell’imprenditore hanno concesso
all’impresa, nell’anno di riferimento, finanziamenti o
capitalizzazioni per un importo complessivo, per ciascuna tipologia di
apporto, pari o superiore a 3.600 euro, al lordo di eventuali
restituzioni.
Beni inclusi ed esclusi
Vanno indicati: autovetture e altri veicoli; unità da diporto;
aeromobili; immobili; altri beni se di valore superiore a 3.000 euro, al
netto dell’Iva.

Sono da omettere: i beni concessi in godimento all’imprenditore
individuale, agli amministratori e al socio dipendente o lavoratore
autonomo, che costituiscono fringe benefit; i beni di società ed enti
privati di tipo associativo che svolgono attività commerciale, concessi
in godimento a Enc soci, che li utilizzano per soli fini istituzionali;
gli alloggi delle cooperative edilizie di abitazione a proprietà
indivisa concessi ai propri soci; i beni a uso pubblico per i quali
spetta l’integrale deducibilità dei costi, nonostante l’utilizzo
privatistico riconosciuto per legge.
Il termine del 30 ottobre
Con provvedimento dell´agenzia delle Entrate del 16 aprile 2014 è stata
“archiviata” la vecchia scadenza prevista - il 30 aprile dell’anno
successivo a quello di chiusura dell’anno fiscale in cui sono avvenute
le operazioni – per dare spazio alla nuova scadenza - il 30° giorno
successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi
relativa al periodo d’imposta in cui i beni sono concessi o permangono
in godimento, oppure di quella relativa al periodo d’imposta in cui i
finanziamenti e le capitalizzazioni sono stati ricevuti (ossia il 30
ottobre).
L´invio
La comunicazione deve essere inviata esclusivamente in via telematica,
direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando gli appositi
servizi Entratel e Fisconline.
eDotto.com – Edicola 17 aprile 2014 - Beni concessi ai soci,
comunicazione prorogata – Moscioni

fiscooggi.it - Beni in uso a soci e familiari: è tempo di comunicare
al Fisco - Angeli



Fisco | Lavoro
Legge Stabilità 2015, arriva la firma di Napolitano
Il 23 ottobre 2014 il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,
ha firmato la Legge di Stabilità 2015, arrivata al Quirinale dopo la
bollinatura della Ragioneria Generale dello Stato, chiamata a valutare
la sostenibilità economico/finanziaria della manovra.

Con la sua firma, Napolitano ha autorizzato la presentazione del testo
in Parlamento, dove ora parte ufficialmente l’esame delle disposizioni
per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato
(Stabilità per il 2015), oltre che del Ddl di Bilancio di previsione
dello Stato per l´anno finanziario 2015 e del bilancio pluriennale per
il triennio 2015-2017.
Le conferme e le novità della manovra 2015
Tra le novità che sono entrate nel testo della Legge, la possibilità
per i dipendenti di poter chiedere l’anticipo del Tfr maturando, tra
il 1° marzo 2015 e il 30 giugno 2018, direttamente in busta paga e il
nuovo bonus bebè 2015, di 80 euro al mese, per le famiglie con figli
nati o adottati dal 1° gennaio 2015 e fino al compimento dei tre anni
di vita; mentre è stato confermato il bonus Irpef da 80 euro al mese,
non più esteso ai pensionati come inizialmente ipotizzato.

Confermato anche il ritorno dell’aliquota Irap al 3,9% con effetto
retroattivo dal 1° gennaio 2014, mentre sempre per ciò che riguarda
l’Imposta sulle attività produttive, dal 2015, sarà possibile
dedurre dalla sua base imponibile il costo del lavoro per i contratti a
tempo indeterminato.

Spostato retroattivamente, sempre al 2014, l’aumento della tassazione
sui fondi pensione e sulle fondazioni e la tassazione dei proventi
derivanti dalle polizze vita.

Nella versione della Legge inviata alla Camera, tra le ultime novità vi
è anche lo spostamento al 10 del mese del pagamento delle pensioni per
i beneficiari dei trattamenti sia Inps che Inpdap, cosa che interesserà
una platea di 800mila pensionati su oltre 16 milioni.
Lettera della Commissione Ue all’Italia
Intanto, La Commissione europea ha iniziato l’esame del Documento
programmatico di bilancio 2015 che i Paesi dell’Eurozona hanno
trasmesso il 15 ottobre.

Di fronte alla deviazione temporanea dal percorso di raggiungimento
dell’obiettivo di medio termine, la Commissione ha chiesto
all’Italia informazioni aggiuntive per chiarire le ragioni di quanto
previsto. I tecnici del Mef sono entrati subito in contatto con la
direzione ECFIN di Bruxelles, dicendosi disposti a fornire i loro
chiarimenti al più presto.
eDotto.com – Edicola 23 ottobre 2014 - La Stabilità ottiene il
bollo dalla Ragioneria – G. Lupoi

ItaliaOggi, p. 23 - Sforbiciata sulle dichiarazioni - Stroppa

Il Sole 24 Ore, p. 5 - Napolitano firma la legge di stabilità -
Mobili

Il Sole 24 Ore, p. 3 Ue: sui conti deviazione significativa - Romano -
rassegnastampa.gabetti.it

tesoro.it - La lettera della Commissione Europea all´Italia



Adempimenti INPS per la certificazione fiscale delle prestazioni a
sostegno del reddito
L’INPS, con messaggio n. 7907 del 22 ottobre 2014, evidenzia che lo
schema del decreto legislativo predisposto in ottemperanza alla Legge
delega n. 23 dell’11 marzo 2014, ed attualmente all’esame delle
Commissioni competenti di Camera e Senato, introduce disposizioni volte
a rivedere il sistema tributario.

La principale novità riguarda l’introduzione della "Dichiarazione dei
redditi precompilata", che l’Agenzia delle Entrate predisporrà per il
contribuente.

Stante quanto sopra, al fine di consentire la sua elaborazione sarà
necessario che l’Istituto, in qualità di sostituto d’imposta,
trasmetta all´Agenzia i dati contenuti nella certificazione fiscale
(CU); tuttavia, l’INPS si rende conto che è necessario intervenire,
laddove possibile, preventivamente per evitare operazioni di rettifica.


Alla luce, quindi, delle novità introdotte per l’anno fiscale in
corso, continua il messaggio, al fine di completare con dati il più
possibile certi la certificazione fiscale che l’Istituto dovrà
rilasciare come sostituto di imposta, è propedeutico e necessario che
siano acquisiste tutte le eventuali richieste di variazione sulle
posizioni fiscali soggettive (es. variazioni di detrazioni di imposta o
del codice fiscale del contribuente) pervenute direttamente dai
cittadini o anche per il tramite degli Enti di Patronato.

Considerato che mancano pochi mesi allo scadere dell’anno, per poter
dar corso a tutti gli adempimenti di carattere fiscale, l’INPS invita
le sue sedi a provvedere, alle scadenze sotto indicate, alle seguenti
attività:

- completamento delle operazioni di rettifica dei modelli CUD entro il
31 ottobre 2014, per poter fornire con modello 770 dati certi
all’Agenzia delle Entrate;

- in caso di riaccrediti, annullamento in Gestione fiscale del pagamento
della prestazione riaccreditata o della correzione del codice fiscale
dell’assicurato, entro il 30 novembre 2014;

- acquisizione, entro il 30 novembre 2014, delle richieste di variazioni
delle detrazioni.

Nel caso in cui, dopo la data del 30 novembre 2014, dovessero
verificarsi eventi che determinano una modifica dei dati già
predisposti per la nuova certificazione unica fiscale del 2015, le sedi
procederanno il più celermente possibile alle operazioni
precedentemente descritte, entro e non oltre il:

- 31 dicembre 2014 per acquisire le richieste di variazioni delle
detrazioni;

- 27 gennaio 2015 per l’annullamento in Gestione fiscale del pagamento
della prestazione riaccreditata o della correzione del codice fiscale
dell’assicurato.


Lavoro
L’INPS assicura che per il pagamento delle pensioni si confronterà
con i sindacati
Con comunicato stampa del 22 ottobre 2014, l’INPS ha fatto sapere di
essere in attesa di conoscere il testo del disegno di legge di
stabilità, ma ha assicurato che, in relazione a nuove modalità di
pagamento delle pensioni, assumerà ogni iniziativa opportuna di
confronto con le organizzazioni sindacali dei pensionati.

Inoltre, ha aggiunto l’Istituto, quand’anche fossero coinvolti solo
800mila pensionati con più assegni Inps - ex Inpdap, il problema sarà
affrontato con gradualità e con il doveroso confronto con le parti
sociali, nel rispetto degli obiettivi di risparmio che verranno
fissati.
Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, p. 46 - Pensioni pagate il 10 quando
formate da più trattamenti - Venanzi



Adeguato anche il Fondo di solidarietà del personale del credito
Nella Gazzetta Ufficiale n. 247, del 23 ottobre 2014, è pubblicato il
Decreto del Ministero del Lavoro n. 83486, del 28 luglio 2014 con il
quale il Fondo di solidarietà per la riconversione e riqualificazione
professionale, per il sostegno dell´occupazione e del reddito del
personale del credito, già istituito presso l´INPS ai sensi dell´art.
2, comma 28, della Legge n. 662/1996, è stato adeguato alla normativa
di cui all´art. 3 della Legge n. 92/2012.



CIG in deroga per le imprese alluvionate di Genova
La Regione Liguria, la Provincia di Genova, l’INPS, l’INAIL, il
Ministero del Lavoro, le organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei
datori di lavoro, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Genova e
l´ABI, hanno sottoscritto un accordo in favore dei lavoratori delle
imprese colpite dall’alluvione di Genova del 9 e 10 ottobre 2014.

L’accordo prevede un utilizzo straordinario della Cassa Integrazione
in deroga per tutte le imprese che hanno subito danni a seguito dei
quali hanno dovuto interrompere ogni tipo di attività.

Le aziende interessate dovranno inviare la prevista domanda telematica
per la fruizione degli ammortizzatori in deroga e dimostrare che le loro
attività lavorative sono state pregiudicate a seguito dell’alluvione.


Dal canto loro, invece, i lavoratori in cassa integrazione potranno
essere impegnati in attività di volontariato volte al ripristino
dell’operatività del proprio luogo di lavoro, per il periodo
necessario al recupero dell’attività, sotto il coordinamento della
Protezione civile.

 

ALTRE NOTIZIE

Marsala, traffico veicolare Cisl “subito interventi contro il rischio di incidenti in via A. Damiani”
“Quali interventi ha programmato l’amministrazione comunale sul fronte del piano del traffico veicolare, soprattutto in zone che si trovano in prossim...
Leggi tutto
Prevenzione delle dipendenze: a Marsala istituzioni, esperti, studenti e associazioni per fare il punto sulle attività del progetto “Non Cadere nella Trappola”
Si terrà giovedì 21 novembre alle 9.30 dalle 13 al Complesso Monumentale San Pietro di Marsala il meeting conclusivo del progetto "Non c...
Leggi tutto
Rete Sociale Attiva e Sinalp ZTL necessità per i palermitani?
Come al solito ogni fine anno probabilmente la Giunta comunale di Palermo si accorge che il bilancio della Città risulta essere negativo e si p...
Leggi tutto
Nello spazio il ricercare dio è il motivo intimo dell´esistere. “Un ovale marmo perlato su panorama” dell’artista Turi Simeti collocato nella sua città Natale di Antonio Fundarò
“Un ovale marmo perlato su panorama” dell’artista Turi Simeti è stato collocato nella sua città Natale (di Cielo e della “Rosa fresca Au...
Leggi tutto
Paceco, sospeso temporaneamente il servizio di raccolta dei rifiuti organici
A causa della chiusura degli impianti in Sicilia, da oggi è sospesa anche a Paceco la raccolta della frazione organica (umido). Abbiamo un ser...
Leggi tutto
Fatture non pagate da ArcelorMittal: al via presidio dei lavoratori
La situazione a Taranto è critica: in questo momento diversi mezzi pesanti si sono schierati davanti alle portineria dello stabilimento siderur...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web