Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 20/01/2024 da Massimo Piccolo

I “buoni”, i “malati” e il…”nauseabondo odor”…

I













Il racconto
-----------

Molti anni fa, in vacanza, conobbi una coppia “normale” che aveva tre figli. Normale nel senso che trattavasi di marito (uomo) e moglie (femmina). Lo preciso perché ormai in questa “cupio dissolvi” dei popoli Occidentali in LGBT+Q (e non solo), ormai si è perso il senso proprio del buon senso e della ragionevolezza: ma qua non interessa.

Dicevo dei tre figli. Ebbene uno di questi figli aveva una leucemia latente (sintetizzo io), per la quale, avendo Ella un sistema immunitario debole, doveva stare attenta ad un sacco di cose, bla bla bla…

Pertanto, i genitori (maschio e femmina), gliele “facevano passare tutte”, con la scusa che era “malata”, e a Lei era tutto concesso. A causa di ciò, si verificò la paradossale situazione, che ciò che valeva per lei, non valeva per gli altri due figli “sani”. Nel senso che per loro valevano le regole, mentre per la figlia malata, no.

In pratica c’era un razzismo al contrario, che penalizzava i figli sani, che erano regolarmente rimproverati in caso di mancanza di rispetto delle regole (familiari e non familiari), mentre alla ragazza, come dicevo, Le si perdonava tutto.

Una sera a cena (eravamo tutti in vacanza), la mamma si sfogò con i commensali (fra i quali era presente l’estensore di questo articolo), poiché si rendeva conto della insostenibilità di tale situazione familiare, in quanto così facendo la mamma faceva palesemente un torto agli altri due figli (sani).

Non so come finì, poiché nel tempo ci siamo persi di vista, ecc…


Perché il racconto
------------------

Vi starete chiedendo, perché vi ho riferito quanto sopra.

Bene. Ormai da diversi mesi, i sionisti israeliani stanno letteralmente radendo al suolo il territorio della ormai famosa “Striscia di Gaza”. Da ultime notizie in mio possesso (un video di Nova Lectio del bravo Simone Guidi, v. link in calce), pare che un terzo del territorio di Gaza sia stato raso al suolo, con immobili relativi a scuole (70%), ospedali (due terzi), abitazioni (50%), ecc… civili palestinesi compresi (almeno 23.000), che vi “soggiornavano”.

Ebbene, se avesse fatto qualcosa del genere un qualsiasi altro Stato mondiale, sarebbe già arrivata la Nato a bombardare chi stava commettendo quel genocidio.

Come per esempio è successo alla Serbia, tra il mese di marzo e il mese di giugno del 1999, bombardata a tutto spiano dalla Nato, senza alcuna autorizzazione dell’Onu, perché, udite udite, c’era una deliberata campagna di oppressione, pulizia etnica e violenze, intraprese nella regione del Kosovo dal regime Serbo contro i propri cittadini di origine albanese (che si volevano staccare dalla Serbia, essendo loro una enclave albanese in territorio serbo). “Giustamente”, quindi, arrivarono “i nostri”.

Cioè i nuovi, “autodeterminatisi” sceriffi del globo terrestre (i cow-boy), bontà loro. Un po’ come quando si “autoterminarono” (sempre i cow-boy) “liberi” Stati indipendenti, sulle terre dei nativi d’America del Nord (come se i nativi non fossero esistiti, ed invece da secoli erano vivi e vegeti, prima che i cow-boy li sterminassero).

E come hanno fatto pure i sionisti del 1948, che si “autodeterminarono” stato “libero”, sempre sulle terre di altri: infatti in Palestina convivevano in pace, e da secoli, palestinesi ed ebrei autoctoni (dell’ex impero ottomano, battuto dagli inglesi – sempre loro in mezzo -, nella 1° guerra mondiale). Tanto per dire, che la favola che i palestinesi odiano gli ebrei è proprio una favola. Ma ci vorrebbe un altro articolo…


Domanda
---------

Domanda: Che cosa sta succedendo ora in Israele, se non un genocidio con vittime civili palestinesi, mille volte peggio di ciò che fecero i serbi ai kosovari?

E perché non succede nulla? Come mai sono tutti “imbambolati” recitando pappagallescamente che “Israele ha diritto di difendersi”, oppure che “Hamas il 7 ottobre 2023 ha fatto un grave attentato” bla bla bla? Come se la vicenda palestinese fosse cominciata a ottobre del 2023? Falso assoluto.

Ve lo dico io perché sono tutti imbambolati. Tralasciando le motivazioni di ordine economico-affaristiche legate alle oligarchie Occidentali, che hanno la loro importanza; nonché quelle di sudditanza (a 360 gradi, ma sarebbe meglio dire a 90 gradi) dei paesi “buoni” occidentali verso i cow-boy…


Perché l’imbambolamento
------------------------

L’imbambolamento si spiega perché, come per la ragazza di cui sopra, alla quale si perdonava tutto per via della sua malattia, ai sionisti israeliani si perdona tutto perché loro sono “malati” di una malattia indelebile: l’Olocausto.

E siccome i paesi “buoni” occidentali, Usa in testa, in merito all’Olocausto hanno una coda di paglia lunga dalle coste atlantiche europee a quelle atlantiche del Nord America: allora i “buoni” occidentali lasciano che il “Paese malato” di Olocausto, e a causa di questo, effettui da 4 mesi giornalieri eccidi di centinaia di civili palestinesi.

Solo il Sudafrica ha avuto la coscienza di additare al mondo quello che sta avvenendo, denunciando Israele di condotta genocida di fronte alla Corte internazionale di giustizia dell’Aja.

E’ avvilente e isopportabilmente frustrante, assistere a questa tragedia senza che nessun governo “buono” muova un dito per fermare quei “malati”.

Signora mia dove siamo arrivati. Come dice? C’è sempre più un…”nauseabondo odor”?

Ha proprio ragione. Lo sento pure io, forte e chiaro.
Massimo Piccolo


^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

(Nova Lectio – Palestina, la guerra si espande -)


https://www.youtube.com/watch?v=U0qUKvFl02Y

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^




















 

ALTRE NOTIZIE

Il direttore generale Areu, incontra il Presidente ANAS Lombardia e il Presidente della consulta Nazionale per definirà l´offerta formativa sanità 2024
In data odierna il Presidente ANAS Lombardia nella persona della Dott.ssa Anna Lo Bosco e il Presidente della consulta nazionale Giuseppe Coniglio, so...
Leggi tutto
A.N.A.S Nazionale e FITA Sicilia vi invitano all´evento conclusivo del progetto "Fuori dagli Schermi"
Giovedì 16 maggio presso i Teatro Savio di Palermo, a partire dalle ore 10:30,  si terrà l´evento conclusivo del progetto "Fuori d...
Leggi tutto
Cefra: la presidenza regionale Lombardia convoca le associate ANAS
Il presidente ANAS Regionale Lombardia ha convocato  per oggi alle ore 16:00 un´assemblea, alla quale parteciperanno tutte le associate, per pre...
Leggi tutto
Bagheria, Conferenza: Di “donne” e di “miti”. Una storia per immagini
Si terrà sabato 16 marzo 2024 alle ore 17,30 presso la Sede di BCsicilia – Dimora Storica Mineo – Cirrincione in Via Sant’Elia, 5 a Bagheria la...
Leggi tutto
Ecco “Pedagogia Interiore” il rivoluzionario metodo educativo per una scuola nuova, il nuovo libro della prof.ssa Mariangela di Pasquale
“Dicono che il primo amore non si scorda mai. Credo che sia così anche per un insegnante appassionato che conosce la sua prima classe. E&...
Leggi tutto
Parte da Napoli la prima data dello spettacolo “L’infinito dei campi di Grano” di Roberto Michelangelo Giordi, con la regia di Giancarlo Moretti
È edito da Mariù edizioni, il libro scritto da Roberto Michelangelo Giordi da cui è tratto lo spettacolo “L’infinito dei campi di grano”...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web