Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Tempo libero il 18/07/2022 da Patrizia Carcagno

Ban della vendita di e-cig: come la proposta dell’UE influenza il mercato italiano ed estero

Ban
Con la prima legge che ha regolamentato l’uso delle e-cig, anche in Italia lo svapo ha raggiunto una certa notorietà.
Proprio per questo, sono nati tanti negozi che avevano l’obiettivo di vendere prodotti di qualità, accontentare i gusti di tutti gli svapatori e soddisfare le loro aspettative.
Oggi, con l’avvento di Internet, il mercato si sposta anche sul web, e sempre più persone decidono di acquistare presso il negozio per svapo online Terpy.it, considerato dai più del settore un punto di riferimento.
In questo articolo si analizzerà l’andamento del mercato italiano ed europeo delle sigarette elettroniche e come questo verrà influenzato dalla recentissima richiesta di stop alla vendita di alcuni prodotti da svapo.

Mercato e-cig: ecco la situazione in Italia oggi, nel 2022

Anche se il termine ‘svapare’ è entrato a far parte del nostro vocabolario da poco tempo, il mondo della sigaretta elettronica è stato accolto positivamente dagli italiani già da diversi anni.

Dopo il boom negli anni ‘10, sono nati tantissimi negozi fisici e, successivamente, online, di prodotti per lo svapo, che hanno poi dovuto affrontare una crisi a seguito di una severa legislazione.

Una tra queste, la salata tassazione sulle sigarette elettroniche e sugli e-liquid.

Nonostante ciò, il mercato delle e-cig si è ripreso rapidamente perché diversi studi hanno dimostrato che è molto meno dannosa rispetto alla sigaretta tradizionale.

Infatti, secondo il Public Health England, la sigaretta elettronica potrebbe rivelarsi un buon alleato per la lotta al fumo. Alcuni studi inglesi hanno evidenziato che chi sceglie questo metodo per smettere di fumare ha il doppio delle possibilità di abbandonare il tabacco una volta per tutte, rispetto ai metodi tradizionali (gomme da masticare, cerotti, ecc.).

Al momento, il mercato italiano è responsabile del 10% delle vendite di prodotti per lo svapo al livello europeo e ha registrato un fatturato di quasi mezzo miliardo di euro nel 2020.

Secondo delle stime, questi numeri sono destinati a crescere nel corso degli anni.

Mercato delle sigarette elettroniche: la situazione nel resto d’Europa

Se i dati dell’Italia fanno ben sperare, le cifre del resto d’Europa sono impressionanti.

Al momento però, solamente l’11% dei fumatori (o meglio svapatori) italiani fa uso di e-cigarette, il che significa che la maggior parte preferisce ancora le sigarette tradizionali e il tabacco.

Ma se ci spostiamo in Francia, la percentuale sale al 30%, mentre nel Regno Unito e in Irlanda, un fumatore su due si è ‘convertito’ al vaping. Infatti, è il sistema sanitario a spingerli a scegliere le e-cig, proprio perché, essendo prive delle sostanze della combustione, sono ritenute meno nocive.

Ma questa non è l’unica ragione che ha influenzato il mercato del vaping negli ultimi anni.

Il vapore aromatizzato non è pericoloso come il fumo passivo e non inquina l’atmosfera: in altre parole, la sigaretta elettronica è una scelta più eco-friendly, per questo si ipotizza che il mercato registri una crescita sempre più consistente.

Se però, da una parte, lo svapo aiuterebbe a ridurre il tabagismo e l’inquinamento ambientale, sembra che la Commissione Europea stia esercitando ostruzionismo anche per il settore delle e-cig.

Divieto sui prodotti di sigaretta elettronica aromatizzati per combattere i tassi di cancro: questa la proposta dell’UE

L’Unione Europea ha proposto di vietare i prodotti a base di tabacco riscaldato aromatizzato per la lotta al cancro.

Infatti, la Commissione ha dichiarato che i volumi di vendita di questi prodotti sono aumentati del 10% in almeno cinque Stati membri, mentre il livello di vendita al dettaglio supera ora il 2,5% delle vendite totali di prodotti del tabacco su suolo europeo.

L’UE si è posta come obiettivo di limitare la consumazione di questi prodotti nocivi per la salute e combattere il sempre più crescente tasso di tumori.

È l’iniziativa che si propone di creare una ‘generazione libera dal cancro’, riducendo il numero di consumatori al mondo, portandolo al 5% entro il 2040.

"Con nove tumori polmonari su 10 causati dal tabacco, vogliamo rendere il fumo il meno attraente possibile per proteggere la salute dei nostri cittadini e salvare vite umane", ha dichiarato Stella Kyriakides, commissario per la salute e la sicurezza alimentare.

Secondo i dati dell´UE, infatti, il cancro è la seconda causa di morte di 450 milioni di abitanti: ogni anno si registrano circa 1,3 milioni di decessi e 3,5 milioni di nuovi casi.

Ciò significa che il 40% dei cittadini dell´UE si ammalerà di cancro a un certo punto della propria vita, con un impatto economico annuale stimato in circa 100 miliardi di euro.

Il Parlamento europeo e il Consiglio dovranno pronunciarsi sulla proposta della Commissione prima che diventi legge al livello europeo.

Se la proposta avrà ottenuto il sostegno dei legislatori dell´UE, il divieto entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione dell´atto delegato nella Gazzetta Ufficiale.

Conclusioni

Questo articolo aveva l’obiettivo di analizzare l’andamento del mercato delle sigarette elettroniche al livello italiano ed europeo.

Come si è visto, lo svapo sta acquisendo sempre più popolarità, ma questa crescita esponenziale potrebbe essere fermata dal recente divieto da parte dell’UE, che avrebbe proposto uno stop alla vendita di prodotti a base di tabacco riscaldato aromatizzato.

Solo il tempo ci darà delle risposte ma, per il momento, è innegabile che il settore delle e-cig sia via via più popolare e sulla strada per competere contro quello (ancora molto popolare) del tabacco.

 

ALTRE NOTIZIE

A Cinisi Con la RETE ANAS a difesa del territorio
La territoriale della rete Associativa ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) di Cinisi, d´intesa con il Comune garantirà per i ...
Leggi tutto
Lo scrittore e maestro di karate Rodolfo Martinez presenta “Kokopelli il vento che suona”: un racconto per spronare i più giovani a scoprire se stessi
"Se non si hanno sogni in cui credere, se non si tenta anche minimamente di spiccare il volo, si è destinati a una vita triste, senza colori, s...
Leggi tutto
A Taormina il 5 Agosto Jimmi Sax stratosferico concerto da non perdere
Taormina,Me. Attesissimo al Teatro Antico di Taormina, il 5 Agosto, il concerto del re del sassofono, Jimmi Sax, le cui sonorità, brillanti ed...
Leggi tutto
Istituzione del servizio di psicologia e dello psicologo delle cure primarie in Sicilia, il deputato regionale Giuseppe Zitelli sollecita l´approvazione del disegno di legge
Individuazione precoce delle problematiche sanitarie che, se non opportunamente diagnosticate, rischiano di dover essere affrontate con interventi com...
Leggi tutto
PANTELLERIA, IL 25 AGOSTO NAVE VESPUCCI VISITERÁ L´ISOLA IN VIAGGIO TRA TRAPANI E PANTELLERIA, IL VASCELLO ITALIANO PIU´ FAMOSO DEL MONDO SOSTERÁ A BUE MARINO
L´isola di Pantelleria il 25 agosto pv avrà l´onore di ospitare la sosta del veliero italiano più famoso del mondo, Nave Ves...
Leggi tutto
“Medico, Fisico, o…Parisi?”
In questi giorni, gira una pubblicità sulla quarta dose di vaccino.

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web