Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 29/12/2020 da Cinzia Testa

Serie C Girone C: come procede il campionato senza il Trapani

Serie
Dopo mille peripezie, tra cui lo sciopero dei calciatori che per mesi non hanno percepito gli stipendi, il Trapani Calcio si è visto costretto a dichiarare fallimento e al momento è l’unica squadra di tutta la Serie C che è stata esclusa dal campionato. Quest’oggi, tuttavia, ci concentreremo sul Girone C in cui avrebbero dovuto giocare i granata, cercando di tirare i primi bilanci relativi a questo inizio di stagione.

     

La Ternana vola in testa alla classifica, il Bari insegue


Se n’è andato un terzo di questo campionato edizione 2020-2021 e in testa alla classifica, un po’ a sorpresa, c’è la Ternana. Il presidente Bandecchi, proprietario dell’Università telematica UniCusano, è riuscito a mettere un piedi una squadra decisamente interessante che grazie all’ottimo lavoro svolto da mister Cristiano Lucarelli pare essere riuscita a compiere il salto di qualità. Dopo 14 gare gli umbri sono ancora imbattuti e con 11 vittorie e tre pareggi conducono la classifica con un vantaggio di cinque punti sul Bari secondo, con i pugliesi che però vantano una partita in meno. Eppure, alla vigilia di questo campionato, tutti gli addetti ai lavori avevano indicato i galletti come i favoriti indiscussi per la promozione diretta in Serie B. Dopo essersi assicurati le prestazioni di un allenatore dalla grande esperienza come Auteri e aver trattenuto bomber Antenucci, i biancorossi non sono ancora riusciti a fare la differenza e stanno continuando ad alternare delle buone prestazioni ad altre non proprio brillanti. Eppure il rullino di marcia della compagine della società di De Laurentiis è tutt’altro che negativo, ma la sensazione di molti è che anche questa volta i galletti potrebbero essere sorpresi nella corsa alla Serie B. L’anno scorso era stata la Reggina a vincere il campionato, con i calabresi che, dopo essere partiti in sordina, si erano fatti trovare al primo posto a marzo, quando la Lega B e la F.I.G.C. decisero di cristallizzare la classifica e di continuare solo con playoff e playout. Proprio ai playoff era giunta la seconda cocente delusione della stagione dei pugliesi, sconfitti in finale dalla Reggio Audace che al 9 di dicembre, secondo le scommesse sportive di Betway, a quota 2,60, è ora una delle principali indiziate per l’immediata retrocessione in Serie C.

      

Palermo e Catania continuano a viaggiare a corrente alternata


Alla vigilia di questo campionato avrebbero dovuto essere tre le compagini siciliane impegnate nel Girone C di Serie C. Dopo l’esclusione dalla competizione inflitta al Trapani, sono rimaste solo Palermo e Catania che, seppur con un rullino di marcia completamente diverso tra loro, non sono ancora riuscite a trovare la continuità di risultati richiesta per risiedere nelle posizioni nobili della classifica. Mentre i rosanero, dopo la promozione dalla Serie D conquistata l’anno passato, grazie anche alla sponsorizzazione con Kappa, sono riusciti a mettere in piedi una rosa che pare avere tutte le carte in regole per puntare quantomeno ai playoff, il Catania è ancora alle prese con le problematiche legate al futuro societario. Gli attuali proprietari sembrano intenzionati a vendere all’ex presidente del Venezia Tacopina che però, dal canto suo, nutre ancora delle forti perplessità in ordine alla convenienza economica dell’operazione. Quella etnea è infatti una delle società con la maggiore esposizione debitoria di tutta la categoria e se non dovessero arrivare delle importanti immissioni di liquidità nel breve periodo, la tifoseria catanese potrebbe ritrovarsi costretta a vivere una situazione simile a quella vissuta dai tifosi trapanesi. Tornando all’aspetto meramente sportivo, sia il Palermo che il Catania sono a metà classifica, non lontani né dalla zona playoff né da quella playout, ma tra gli addetti ai lavori sono in molti a ritenere che entrambe potrebbero ambire senza troppe difficoltà a un campionato di vertice.
Mai come quest’anno, tuttavia, il Girone di Serie C è più simile a una Serie B2 che a un campionato di terza serie e tra le squadre di vertice e quelle destinate alla retrocessione il divario è minimo. La differenza, come al solito, verrà fatta da quelle compagini che riusciranno a trovare la quadra prima delle altre, mettendo in fila una serie importanti di risultati utili consecutivi. Bari e Ternana hanno indicato la strada e l’augurio è che presto possano trovarla anche Palermo e Catania, nell’attesa di scoprire quale sarà la sorte del Trapani Calcio.


 

ALTRE NOTIZIE

100 STUDENTESSE PER IL FUTURO DEL SUD ITALIA
100 STUDENTESSE PER IL FUTURO 
DEL SUD ITALIA
GIORNO DELLA MEMORIA 2021: Cori partecipa alla diretta streaming da Auschwitz
Quest´anno, a causa della pandemia, non potrà aver luogo la tradizionale visita istituzionale dell´Amministrazione Comunale alla ge...
Leggi tutto
ALCAMO: 45° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI ALCAMO MARINA
L’Arma dei Carabinieri, anche quest’anno in cui ricorre il 45° anniversario in ricordo dell’Appuntato Salvatore F...
Leggi tutto
Giornata della memoria 2021
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione della Giornata dell...
Leggi tutto
On. Assenza: "Approvare il ddl anti cyber bullismo è priorità"
Assenza: "Approvare il ddl anti cyber bullismo è priorità" Sulla stessa linea il Garante per l´infanzia, D´andrea, e la refe...
Leggi tutto
Scuola e famiglia: con la pandemia è nata una nuova alleanza che va ora rafforzata.
Scuola e famiglia: con la pandemia è nata una nuova alleanza che va ora rafforzata. La riflessione nella due giorni promossa dall’Ordine degl...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web