Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 14/09/2020 da Rossana Battaglia

MAD FOR SCIENCE: A UN MESE DALLA FINALE DEFINITA LA GIURIA CHE ASSEGNERÀ I PREMI - IL LICEO FAILLA TEDALDI DI CASTELBUONO TRA GLI 8 FINALISTI

MAD
La Challenge: un evento per la prima volta in diretta streaming con la Giuria riunita a Torino e i licei finalisti nelle proprie sedi.


Una Giuria di altissimo spessore e competenze chiamata a valutare gli 8 progetti finalisti della 4ª edizione del Mad for Science, la seconda nazionale. Una formula che, tenendo conto delle necessarie regole di distanziamento, e per ridurre l’impatto sull’attività scolastica da poco riavviatasi, prevede il collegamento in diretta streaming degli 8 licei scientifici entrati in finale direttamente dai propri istituti per presentare il proprio progetto di ricerca e rispondere alle domande della Giuria riunita presso la prestigiosa sede dell’Auditorium Antonio Vivaldi di Torino.

È questa la formula del tutto inedita che avrà la Challenge della 4° edizione del Concorso Mad for Science in programma a Torino il 14 ottobre 2020, con inizio alle 8.30 con le singole squadre collegate via web dai rispettivi istituti. 



La Giuria chiamata a proclamare i vincitori sarà composta da:

Francesca Pasinelli, Direttore generale Telethon e Presidente di Giuria della finale

Mario Calabresi, Giornalista e scrittore italiano

Barbara Gallavotti, Biologa, scrittrice, giornalista scientifica, consigliere per il coordinamento scientifico del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia L. da Vinci di Milano.

Ferruccio Resta, Ingegnere e Accademico, Rettore del Politecnico di Milano

Andrea Salonia, Professore Ordinario di Urologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, Milano e scrittore

Gianmario Verona, economista e accademico italiano, rettore dell´Università Bocconi

L’iniziativa, promossa da DiaSorin tra tutti i 1.600 Licei Scientifici italiani, mette in palio premi in denaro per il rinnovamento del laboratorio di scienze della propria scuola, chiedendo ai partecipanti di elaborare percorsi laboratoriali relativi ai 3 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda ONU 2030 scelti come filo conduttore per questa edizione del concorso (SDG2 - Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile; SDG3 - Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età; SDG6 - Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie).

Gli 8 licei ammessi alla finale del Concorso hanno basato il proprio lavoro sui seguenti temi:

Liceo Enrico Fermi (Aversa - CE) si concentra sull’agrobiodiversità locale, studiando le proprietà biologiche utili per la nostra salute della mela annurca e delle fragole melissa.
Liceo Italo Calvino (Genova) affronta il problema emergente dell’inquinamento delle acque da farmaci, proponendo di studiarne gli effetti in ecosistemi modello di acque dolci e salate.
Liceo Filippo Lussana (Bergamo) propone un percorso per acquisire consapevolezza degli effetti dell’uomo sugli ecosistemi e sulla biodiversità, con particolare riferimento alle coltivazioni del kiwi.
Liceo Laurana-Baldi (Pesaro Urbino) analizza l’intero ciclo produttivo del latte, dal punto di vista della sua qualità e dell’impatto sulle risorse ambientali nei suoi processi di trasformazione.
Liceo Failla Tedaldi (Castelbuono - PA) sviluppa modelli di impianti di depurazione delle acque per la gestione sostenibile di questa risorsa in contesti rurali e cittadini, negli edifici pubblici e privati.
Liceo Filippo Buonarroti (Pisa) studia la possibilità di migliorare le proprietà nutrizionali dell’enjera, alimento di largo impiego nei paesi del Corno d’Africa, tramite l’uso dell’alga spirulina.
Liceo Scientifico Leonardo da Vinci (Trento): studia dal punto di vista molecolare le relazioni tra i microrganismi del suolo e le piante di mirtillo in coltivazioni biologiche, intensive e in condizioni di crescita spontanea.
Liceo Giovanni Battista Ferrari (Este - PD): indaga la sicurezza alimentare di acque e bibite zuccherate conservate nelle borracce, dal punto di vista chimico e biologico.
Carlo Rosa, CEO DiaSorin, ha così commentato: “Aver portato avanti il progetto Mad for Science coinvolgendo le scuole anche in un anno così difficile è motivo di grande soddisfazione ed orgoglio. Tutti gli 8 finalisti hanno partecipato con grande passione ed impegno alla selezione e sono certo sapranno trovare il giusto riconoscimento anche nella Challenge. Il concorso vuole rappresentare anche lo stimolo a credere nella ricerca e nella conoscenza scientifica, mai così attuale e preziosa nell’affrontare le sfide che la pandemia ha posto a tutti noi. Desidero infine ringraziare i membri della Giuria che hanno accettato il nostro invito, a conferma dell’importanza che la conoscenza e la formazione avranno sempre più in futuro per la ripresa del nostro Paese e su cui occorre investire”

I primi due licei classificati verranno premiati con l’implementazione del biolaboratorio rispettivamente per un valore di 75.000 euro e 37.500 euro per l’acquisto degli strumenti e dei reagenti necessari per realizzare il progetto nei prossimi cinque anni. La Giuria assegnerà anche lo speciale “Premio Ambiente” pari a 12.500 euro per la scuola che avrà meglio integrato il concetto di sostenibilità ambientale nel proprio progetto. In questa edizione viene inoltre introdotto il premio Finalisti pari a 10.000 euro per tutti i licei che hanno avuto accesso alla finalissima, ma non si saranno classificati nelle prime tre posizioni, a riconoscimento dell’importante impegno profuso per portare a termine i propri progetti anche durante il difficilissimo periodo provocato dalla pandemia.

Al termine della Challenge - che anche quest’anno condotta dalla giornalista di Sky TG24 Raffaella Cesaroni - verranno presentati i temi della nuova edizione del concorso relativo all’anno scolastico 2020-2021.











DiaSorin

DiaSorin, società multinazionale italiana quotata nell’indice FTSE MIB, è leader globale nel campo della Diagnostica in Vitro (IVD). Da oltre 50 anni, la Società sviluppa, produce e commercializza kit di reagenti utilizzati dai laboratori diagnostici di tutto il mondo. Il Gruppo è presente nei 5 continenti con 26 società, 4 succursali estere, 5 siti produttivi e 5 centri di ricerca. L´ampia offerta di test diagnostici, resa disponibile attraverso continui investimenti nella ricerca, posiziona DiaSorin come il player con la più ampia gamma di test specialistici disponibili nel mercato diagnostico e identifica il Gruppo come lo "Specialista della Diagnostica".

Maggiori informazioni su www.diasoringroup.com

 

ALTRE NOTIZIE

Covid: Turano, serve affrontare situazione con responsabilità
L´assessore alle Attività produttive: "Dpcm ci mette in difficoltà, tenere conto esigenze territoriali". Palermo, 27 ott - “L’aum...
Leggi tutto
48° Anniversario dell´omicidio di Giovanni Spampinato
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani in occasione del 48° anniversario dell’...
Leggi tutto
Asp Trapani
La direzione strategica dell’Asp di Trapani ha attivato il numero verde 800402346, per rispondere alle richie...
Leggi tutto
Affermazioni Papa Francesco
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani condivide il pensiero del Papa in relaz...
Leggi tutto
SINALP SICILIA CHIEDE RISPOSTE IMPATTO ECONOMICO E SOCIALE DELLA PANDEMIA STRATEGIE GOVERNATIVE
La Pandemia ha messo a nudo tutte le criticità del nostro sistema socio/economico che negli ultimi 25 anni...
Leggi tutto
PRELIEVO MULTIORGANO A VILLA SOFIA
PRELIEVO MULTIORGANO A VILLA SOFIA. DONATI FEGATO, RENI E CORNEE
Al presidio “Vi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web