Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 14/11/2019 da Cinzia Testa

Trapani: Operazione della Polizia di Stato, smantellate due reti di spaccio nel quartiere Milo e Rione Palme. Arrestate sei persone, altre tre colpite dall’obbligo di dimora

Trapani:
L’operazione denominata “Reset” della Polizia di Stato è scattata all’alba di oggi e ha colpito le centrali di spaccio di cocaina e di hashish dei quartieri cittadini Milo e Palme.
In esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal GIP di Trapani, la Squadra Mobile di Trapani ha tratto in arresto i fratelli Antonino BENINATI, 41 anni, pregiudicato e Francesco BENINATI, 36 anni, pregiudicato, Giancarlo Roberto DI GIOVANNI, 27 anni, Ivan COLOMBO, 22, pregiudicato. Sono stati posti agli arresti domiciliari: Giuseppe BENINATI, 32 anni, pregiudicato e Alberta Irene COSTA, 23 anni. Sono stati raggiunti dall’obbligo di dimora: Felice BENINATI, 21 anni, pregiudicato, Salvatore BOSCO, 20 anni, e Antonio Nicolò D’AMICO, 25 anni, responsabili, in concorso, a vario titolo, di detenzione e spaccio di stupefacenti. 
L’Antonino BENINATI, il COLOMBO e il DI GIOVANNI sono indagati anche, a vario titolo, di estorsione aggravata, danneggiamento e di detenzione e porto in luogo pubblico di una pistola. 
Nel corso dell’operazione sono state eseguite numerose perquisizioni.
Le indagini degli uomini della Sezione Antidroga e della Sezione Reati contro il patrimonio, coordinate dal Sost. P.M. Rossana Penna, sono iniziate la sera del 19 luglio 2017 quando, alle ore 22.10, furono esplosi quattro colpi di pistola, calibro 7.65, contro la saracinesca dell’enoteca “Per Bacco”, nella via Fardella di Trapani.
Dagli elementi investigativi raccolti, è emerso che dietro a quella intimidazione vi era Antonino BENINATI. Questi, infatti, vantava un credito di 4.000 euro nei confronti del genero del proprietario dell’enoteca, per una partita di circa 2 kg. di hashish mai pagata. Il BENINATI ha dato incarico di sparare contro il locale e, solo per puro caso, nessun passante rimase ferito.
Le centinaia di intercettazioni e la videosorveglianza attivate dagli investigatori della Polizia di Stato hanno fatto luce su un vasto giro di spaccio e traffico di cocaina e hashish gestito dai fratelli BENINATI. L’attività illecita aveva come base le loro abitazioni nel quartiere Palme e nel quartiere Milo. Altri due appartamenti, uno in via Fardella e uno in Via Morello, venivano utilizzati come deposito della droga. 
I BENINATI avevano predisposto un’efficientissima rete di pusher. COLOMBO, DI GIOVANNI e AGUGLIARO, di 31 anni, pregiudicato trapanese, erano stati organizzati per turni giornalieri di “lavoro” e vendevano lo stupefacente a domicilio, spostandosi in moto, oppure nell’androne dei due palazzi, nei quali i BENINATI abitavano. 
Il giro degli affari illeciti stimato è di oltre 500 mila euro. La cocaina e l’hashish immessi nel mercato erano di ottima qualità e ciò consentiva agli arrestati di “piazzarli” a un prezzo molto più elevato della media: 7 euro al gr. l’hashish e 60 euro al gr. la cocaina. Per attrarre più clienti e per fidelizzarli, i BENINATI avevano ideato una singolare tecnica di vendita: offrire sul mercato microdosi a un prezzo molto basso. Tale scelta “commerciale” si era rivelata efficace e aveva attratto, ad esempio, anche alcuni minorenni, come ha documentato la Squadra Mobile.
Nel corso dell’attività investigativa gli uomini della Squadra Mobile hanno tratto in arresto il COLOMBO, il DI GIOVANNI e l’AGUGLIARO, colti in attività di spaccio e hanno sequestrato complessivamente 3 kg. di cocaina e 35 kg. di hashish.
L’operazione scattata all’alba è stata eseguita complessivamente da 90 uomini della Squadra Mobile di Trapani, del Reparto Prevenzione Crimine, del Reparto Mobile e da tre unità cinofile antidroga di Palermo. 
Gli arresti e le perquisizioni sono state eseguite con la “copertura aerea” di un elicottero del Reparto Volo della Polizia di Stato di Palermo.

 

ALTRE NOTIZIE

OPERAZIONE DEI CARABINIERI: ESEGUITE 3 MISURE CAUTELARI. DIVIETO DI DIMORA PER IL SINDACO DI ERICE
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, hanno notificato al Sindaco di Erice, TOSCANO PERCORELLA Daniela la misura ...
Leggi tutto
donne in Bikini nella villa imperiale di Piazza Armerina
Il costume da bagno è uno degli accessori più amato e ancor più temuto dalle donne: c’è un costume per assecondare le esig...
Leggi tutto
SELCIATO A ERICE E PERCORSI PER IPOVEDENTI. L’Amministrazione raccoglie le proposte alternative delle Associazioni.
A seguito di quanto occorso, raccogliendo il messaggio di apertura dell’Amministrazione, abbiamo chiesto un incontro....
Leggi tutto
AMERICAN EXPRESS LANCIA “VIAGGIO IN ITALIA”
UNA PIATTAFORMA DI GUIDE TEMATICHE PER ESPLORARE L’ITALIA E RISCOPRIRE LA BELLEZZA UNICA DEL NOSTRO PAESE Leggi tutto
COMUNICAZIONE URGENTE RINVIO CANTIERI DEL GUSTO _ PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE
Si avvisano i signori visitatori che il previsto appuntamento per la Mietitura prevista per il 9 luglio alle ore 1...
Leggi tutto
Marsala Riparte!
Continua la campagna di promozione turistica per Marsala organizzata dalla task force Marsala Riparte. Le 4 assoc...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web