Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 21/10/2018 da Direttore

Lentini-Carlentini (SR): la Dott.ssa Raffaella D’amico completa il restauro della Teoria dei Santi nella chiesa rupestre del Crocifisso

Lentini-Carlentini
È stato presentato stamane nella Ex-Cattedrale di Lentini il restauro, appena terminato, del prezioso affresco “Teoria dei Santi” nella Chiesa rupestre del Crocifisso, grotta incastonata in un contesto naturalistico di eccezionale interesse sita nel territorio di Carlentini, a pochi passi dal centro abitato di Lentini. Un intervento reso possibile grazie al contributo di 15.000 euro messo a disposizione, nell’ambito dell’ottava edizione de “I Luoghi del Cuore” (censimento dei luoghi italiani da non dimenticare) e promosso dal FAI (Fondo Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo). La partecipazione al bando è stata conseguita grazie ad una tenace raccolta di firme proposta dal gruppo d’iniziativa civica Lentini nel Cuore, che riunisce cittadini e associazioni di volontariato quali Neapolis Lentini (presidente Christian Vecchio), SiciliaAntica Lentini, ProLoco, Lions Club Lentini e Archeoclub Lentini (presidente Pippo Cosentino). Al contributo FAI si è poi aggiunto il cofinanziamento della Parrocchia di S. Maria La Cava e S. Alfio. 
Presenti all’introduzione video, cui ha fatto seguito l’inaugurazione e il simbolico taglio del nastro tricolore in situ, il Vescovo di Siracusa, Mons. Salvatore Pappalardo, il parroco della Chiesa Madre Don Maurizio Pizzo, il Capo Delegazione FAI di Siracusa Sergio Cilea, i Sindaci di Lentini e Carlentini, Saverio Bosco e Giuseppe Stefio, molti club service e associazioni del territorio, tra cui l’Associazione Nazionale Polizia di Stato Lentini-Carlentini-Francofonte (responsabile commissario Vincenzo Laezza) e l’Associazione Nazionale Carabinieri Lentini (presidente Lgt. Andrea Chiarenza), vari istituti scolastici della città, quali il Liceo Artistico P.L. Nervi, e numerose personalità di spicco e autorità locali. 
Le opere di restauro sono state egregiamente condotte e curate dalla Dottoressa Raffaella D’Amico e da un team di restauratrici specializzate in affreschi su pietra. L’affresco “Teoria dei Santi”, tra i diversi contenuti all’interno della chiesa rupestre (XII-XVII sec.), localizzato sulla parete dell’ambulacro della grotta, comprende le raffigurazioni di Santa Elisabetta, Mater Domini, San Leonardo, San Giovanni Battista e un Santo Vescovo (San Nicola). 
La Chiesa del Crocifisso, ai piedi del colle Metapiccola, è sicuramente tra le più importanti del nutrito gruppo ecclesiastico rupestre siciliano. Delle sue origini e dei suoi trascorsi mancano notizie documentarie. Oggi la grotta ci appare nella sua ultima strutturazione settecentesca, quando fu collegata ad un convento di eremiti laici locali, i quali ampliarono il complesso, realizzarono nuovi locali e sistemarono l’ingresso con un portale su cui è incisa la data del 1746. La “scoperta” della rilevanza artistica della chiesa è dovuta allo storico dell’arte francese Emile Bertaux (1870-1917), che la considerò unica nel suo genere (L’art dans l’Italie meridionale, 1903). La conoscenza storica e culturale del sito si deve soprattutto agli studi di Paolo Orsi (che per primo la fa risalire all’età bizantina) , di Salvatore Ciancio e, successivamente, di Giuseppe Agnello e di Aldo Messina. L’affresco della Crocifissione dà il nome alla chiesa e sembra rifarsi a moduli pittorici duecenteschi. Particolare attenzione, infine, merita il Cristo Pantocratore, posizionato sull´altare Est (secondo il culto orientale) e riconducibile al XIII sec.
L’intervento di ripristino ha eliminato i fattori di degrado presenti mettendo in luce le “giornate” dell’affresco , le scritte onomastiche dei Santi e particolari pittorici da tempo celati per cause ambientali e fattori antropici. Lo straordinario lavoro di pulizia e sgombero dei locali, in cooperazione con le associazioni locali e i volontari, e l’accurata opera di restauro ha restituito “leggibilità” e fruibilità al bene pittorico e a buona parte dell’oratorio. 
Oggi si spera che l’intervento possa attirare attenzione e interesse e fungere da propulsore per il recupero dell’intero ciclo pittorico del complesso rupestre, permettendo un proficuo feedback turistico ed economico. 

 

ALTRE NOTIZIE

Decreto si sequestro urgente emesso dal Tribunale di Trapani riferibili a tre soggetti
Nelle giornate scorse, Agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Divisione Anticrimine della Questura di Trapani e Finanzieri del Nucleo di ...
Leggi tutto
Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia
E´ nota a molti la vicenda che ha coinvolto, suo malgrado, il presidente dell´Italia dei Diritti Antonello De Pierro e la sua famiglia, in...
Leggi tutto
Attivazione nuovi servizi per i volontari del Comitato di Alcamo di Croce Rossa
Due prestigiosi traguardi sono stati centrati dal Comitato di Alcamo della Croce Rossa.
Leggi tutto
IL SINALP SICILIA PROMUOVE IL PROGRAMMA PER L’INTEGRAZIONE E LA DIGNITA’ DELLE DONNE NEL LAVORO
IL SINALP SICILIA PROMUOVE IL PROGRAMMA PER L’INTEGRAZIONE E LA DIGNITA’ DELLE DONNE NEL LAVORO  Leggi tutto
Lega: Hopps nominata coordinatore enti locali per Sicilia
Sarà Maricò Hopps a coordinare gli enti locali del partito di Salvini in Sicilia. Mazarese, già candidata alle elezioni europee, ...
Leggi tutto
Casena Dei Colli sostiene i lavoratori con idee innovative al tempo di Covid
Al tempo del covid-19 gli imprenditori orientano la loro attività di produzione di beni e servizi tenendo conto di quelle che sono le norme che...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web