Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 12/02/2018 da Direttore

Il dovere della partecipazione. La persona rivela la propria identità

Il
Dopo il ’68 ci fu un’ondata di richieste alla gestione della cosa pubblica (nacquero i Decreti Delegati 416/74 sugli Organi collegiali nella scuola, il DPR 249/98 Statuto studentesse e studenti), e questo come esigenza di attuazione della Carta Costituzionale, nella quale emergono i valori fondamentali: la persona, la dignità, la libertà e l’uguaglianza, il lavoro, la democrazia, la legalità, l’etica, anche i diritti e i doveri, quali la solidarietà e la partecipazione.

Eppure negli ultimi decenni la partecipazione, soprattutto politica, è andata scemando da parte dei cittadini. Lo dimostrano i dati sull’affluenza nelle politiche del 2013: il 75,17% alla Camera, il 75,19% al Senato. In Sicilia, alle elezioni regionali del 2017 ha votato solo il 46,76%, il 53,23% ha disertato le urne: ha vinto il partito dell’astensionimo, anche se ciò non è oggetto attento di valutazione politica.

Il concetto di partecipazione indica il coinvolgimento di una persona, assieme ad altri, a una forma di attività collettiva, sia con la presenza e sia apportandovi il proprio contributo al fine di godere di un bene comune: «Quando si sogna da soli – diceva Che Guevara - è un sogno, quando si sogna in due comincia la realtà».

La partecipazione sprigiona nel soggetto il desiderio di felicità e di libertà (non a caso G. Gaber cantava che «La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un moscone, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione») e lo rende attivo nell’edificazione di valori e principi comuni. Scopre negli altri competenze e, attraverso l’interscambio, le persone si arricchiscono di beni non propri: l’individuo diventa corroborato e la forza lo rende sicuro, padrone di sé, carico di passione. Si sviluppa maggiormente il senso di vicinanza affettiva e si condividono, facendole proprie, le gioie e le sofferenze altrui.

Tra i vari modi di prendere parte vi è quella ai riti religiosi: la preghiera potenziata, irrobustisce la comunità che si mette in contatto con la divinità, elevando a essa la lode, il ringraziamento (eucaristia) e la richiesta. I soggetti partecipano, così, alla vita divina, ne ricevono forza vitale e affrontano la quotidianità dando senso al vissuto. Mons. Bruno Forte proietta il nostro agire in una dimensione cosmica, come piena partecipazione alla vita dell’Assoluto: «Il tempo – dice - è la perenne novità del dono che l’Eterno fa alla creatura dell’esistenza, dell’energia e della vita, l’atto della continua creazione, l’eternità che si proietta nello spazio» ed esso è «l’inserzione dell’esteriorità del mondo nell’interiorità di Dio».

Dal punto di vista sociale vi è la condivisione dei beni altrui, quali il denaro, il tempo, la cultura, le capacità… Questo è fatto spesso con gratuità, come l’opera del volontario, poiché è donando che si riceve, amando che si ama.

Nella vita civile, in particolare delle società democratiche, i cittadini collaborano al vivere pubblico, lasciandosi coinvolgere negli organismi e, attraverso il voto e altre forme di partecipazione loro attribuiti, indicano l’indirizzo e le forme di amministrazione confacenti al momento storico. A tal fine la nostra Costituzione Repubblicana afferma la necessità di una «effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese (art. 4)». I lavoratori sono concepiti come chi presta le energie per il bene collettivo: si sviluppa così la loro sovranità e si esercitano i diritti/doveri.

Guai, però, a considerare la forma di partecipazione come una tantum o a valutarla come una delega in bianco. Ancora più grave è se questo coinvolgimento è “barattato” per interessi individualistici o di gruppo e se a gestire il tutto sono organismi malavitosi. Se quest’intreccio diventa accordo politico tra i candidati al governo e i delinquenti si è al massimo della corruzione e il bene dei singoli e di tutti va alla deriva. «Il distacco e l’indifferenza – ha scritto Carlo Smuraglia, Presidente dell’ANPI nazionale -, non appartengono alla democrazia», poiché «nel quadro di una cittadinanza attiva, per tutti, si realizzano concretamente i valori e si combattono tutti i pericoli a cui sono esposte, sempre, la democrazia e la stessa convivenza civile».

È necessario, allora, il senso di corresponsabilità e, perché ogni cittadino ne prenda coscienza, sia educato a capire che ogni atto di non partecipazione effettiva, anche se non visibile subito, ha una ricaduta sull’intera società, compreso il soggetto e i propri figli.

Il senso civico parte dall’ambiente in cui si vive e dal vicinato. Avere consapevolezza ampia della propria nazione, significa partire dal territorio circostante, rispettando persone e luoghi che quotidianamente calpestiamo. Mai la tentazione dello scollamento dovrà prendere il sopravvento sulla partecipazione (anche se a volte emotivamente è una forma di reazione immediata) perché ciò significherebbe lasciare a una minoranza il potere di governare e di decidere secondo i loro interessi, a discapito dei bisogni dei molti.

Concludo con un pensiero di Bill Watterson, fumettista statunitense, che fa dire a
Calvin: “È molto più divertente criticare le cose che cercare di cambiarle“. Noi prima di criticarle, da uomini maturi, partecipiamo attivamente al rinnovamento sociale.

 

ALTRE NOTIZIE

Trieste: il manifesto della Abramovic e Foibe
Trieste: il manifesto della Abramovic sulla Barcolana risveglia il triste ricordo delle Foibe
UN GRANDE DIPINTO RAFFIGURANTE “IL TONNO” ABBELLISCE LA SPIAGGETTA DI TORRETTA GRANITOLA
Alla presenza del sindaco Castiglione si è svolta ieri l’inaugurazione dell’opera
Leggi tutto
XXXIII ESTATE INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE E DEL PARCO DEL POLLINO
DAL 16 AL 23 AGOSTO 2018 A CASTROVILLARI
PRIMO GIORNALIERO – FLASH MO...
Leggi tutto
Alla scoperta della Messina misteriosa nelle Notti di BCsicilia
Nell’ambito della manifestazione “Le Notti di BCsicilia” e con il patrocinio dell’Assessorato Regionale dei Beni Cul...
Leggi tutto
Turismo in Sicilia Picarella: Servono nuove regole
Un codice identificativo di riconoscimento per gli alloggi, i B&B e le case vacanze in Sicilia. Non è...
Leggi tutto
Nell´ambito della manifestazione Le Notti di BCsicilia: Termini Imerese, visita guidata al Castello
Nell´ambito della manifestazione "Le Notti di BCsicilia" si terrà giovedì 16 agosto 2018 alle ore 21,3...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


roberto su Vela, windsurf, attività stimolanti che fanno bene. Sclerosi Multipla e sport all’aria aperta:
Buongiorno , ho letto per caso questo articolo , sono anch´io malato di sclerosi multipla e pratico windsurf , posso confermare quanto da voi scritto e sapere che esistono iniziative simili mi riempie il cuore , se aveste bisogno di una mano non esitate a contattarmi se posso volentieri


vito serra su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
SIAMO SICURI CHE GLI ERRORI CHE HANNO COMPORTATO LA BOCCIATURA AL TAR, NON SIANO STATI FATTI DI PROPOSITO PER DANNEGGIARE ANCORA UNA VOLTA L´AEROPORTO DI TRAPANI ???


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
E´ una vergogna che non siano applicate le OO.SS. sulla differeziata. Di fatto sono state abolite le isole ecologiche rionali e realizzate le isole ecologiche negozio per negozio contro le difettive sindacali. Sindaco intervieni


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
invito il sindaco a richiamare il comando vigili ad applicare le ordinanze sindacali rivolte alle utenze non domestiche, alle farmacie e ai palazzi che hanno vergognosamente riempito la citta´ di colorati bidoni colorati carrellati anziche tenerli dentro. le OO.SS. stabiliscono le fasie orarie anche per loro


vito serra su Rifiuti. Lupo: Musumeci come Ponzio Pilato, scarica le responsabilità sui Comuni:
ABBIAMO FATTO UN´ALTRO OTTIMO ACQUISTO !!!


Antonino su ANAS - CONCORSO INTERNAZIONALE AL MERITO SOCIALE “ARTI E MESTIERI”:
Per me il premio se lo.meritaIo il dott mario liberto, giornalista, scrittore animatore musicista ecc un grande personaggio da tantiun siciliani


Roasario Mazarese su Calatafimi, don Campo festeggia 60 anni da prete:
Auguri Padre Campo francesco Di altri sessanta anni di ordinamento dal Parrocchiano Rosario lontano per necessità lavorative ( dia un saluto a mio Padre Giovanni se non impossibilitato ) il tempo inesorabbile trscorre


carlo su Governo riferisca in aula su crisi Riscossione Sicilia:
Salve,guarda caso L´On.Cracolici si accorge proprio adesso della situazione di Riscossione Sicilia e non durante il precedente governo regionale quando era assessore regionale.Forse no ricorda quando una nostra delegazione lo ha incontrato prospettandogli la situazione in cui versava la società.Io al suo posto mi vergognerei.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web