Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 07/02/2018 da Direttore

Il cittadino cuore della società. Una insolita alleanza

Il
È importante, soprattutto in questo periodo, in cui stanno riemergendo (o forse non hanno mai smesso di covare) le ideologie nazi-fasciste e i nazionalismi, fare una riflessione ad alta voce, anche se ho la cognizione di essere una vox clamantis in deserto. Il mio è un tentativo culturale per ricordare che il potere non è prerogativa di uno solo o di pochi uomini ma di tutti gli esseri umani chiamati a dominare la terra nella sua globalità.

Gli uomini nel tempo si sono impadroniti di lembi di terra, hanno creato territori più vasti e nazioni, delimitando i confini entro cui rivendicare i propri diritti, impedendo ad altri di entrarvi, come se queste zone fossero di dominio privato. Si è creato il concetto di cittadino quale membro di una collettività organizzata in stato: soggetto di diritti e doveri.

A fondamento del nostro discorso c’è il principio che l’uomo (l’umanità) è cittadino del mondo e il mondo è per lui “casa comune”. A lui, nella creazione, è stata affidata la terra perché la coltivasse “col sudore della fronte” e la rispettasse. L’uomo, quindi, è soggetto e non oggetto o complemento (elemento idoneo ma non essenziale per il funzionamento o la configurazione di un oggetto o di un fenomeno) di tutto il creato. Riprendere questo concetto di umanesimo integrale oggi è prioritario e su questo valore urge lavorare assieme se vogliamo costruire un mondo più giusto e solidale.

Che differenza c’è, allora, tra una creatura e un’altra? Nella dignità nessuna, siamo noi che autonomamente creiamo barriere e in conformità a esse valutiamo uno status sociale diverso dagli altri, sol perché l’uno si trova ad avere un ruolo difforme poiché la vita e le circostanze gli hanno offerto condizioni dissimili. Eppure sovente alcuni li consideriamo numeri, utilizzando per loro termini generici, divenuti sprezzanti: “straniero”, “extracomunitario”, “di colore”, “handicappato” e altri come persone.

Ogni persona, di qualunque etnia, è un compendio sulla terra, non ha solo braccia ma mente e cuore, ha valori e risorse, dissimili dai nostri ma non per questo spregevoli. Anche se oggi le peculiarità sono scomparse e al posto ci sono i disvalori, i partiti, il nulla, non per questo la persona è stata annientata: continua a essere il soggetto primario dell’esistere terrestre.

Il “cittadino” è al centro della società, della quale è parte integrante. Il punto focale non è il politico, l’amministratore, l’educatore, il genitore, il malavitoso e chiunque ha a che fare con un’altra persona, capovolgendo i ruoli. Sembra che spesso tutto è organizzato in funzione di questi ultimi, considerando gli altri strumentali al raggiungimento dello scopo che si prefiggono, facendo cadere in secondo ordine il valore della Politica, della Scuola, della Famiglia e di tante altre Istituzioni.

Anche chi è “difforme” da noi, nel corpo e nella psiche, non per questo dovrà essere trattato in modo dissimile ma l’uguaglianza è un dono indipendente dalle nostre capacità e potere. E allora: come sarebbe un ospedale senza ammalati, una scuola senza alunni, una società senza uomini? Come si potrebbe fare la carità senza i poveri? (S. Agostino).

Assistiamo a una lotta permanente: il metodo della conflittualità piuttosto che essere costruttivo e creativo, è divenuto sopraffattivo, lotta per l’esclusione, arrivismo… Chi “governa” dovrebbe fare un patto con il cittadino perché, ambedue complementari e complici, si sostengano vicendevolmente e si ascoltino per il raggiungimento di un fine comune: il bene-essere di tutti.

Ma dov’è oggi l’ascolto del cittadino con i suoi problemi, i suoi bisogni, le sue urgenze, le sollecitazioni scambievoli per trovare risposte unitarie? Dov’è la gioia condivisa tra gli abitanti di uno stesso quartiere, addirittura tra la stessa famiglia?

Giorgio La Pira, da sindaco di Firenze, ha lasciato una grande lezione ai cittadini, agli amministratori e ai politici. Egli ogni mattina, dopo la partecipazione alla messa, prima di andare a Palazzo Vecchio, si faceva il giro di un quartiere della Città per vivere un momento di condivisione, nel bene e nel male, con i suoi abitanti e ascoltare, di prima mano, le istanze per una vita migliore. E lo stesso La Pira, quando doveva fare un discorso pubblico importante, al fine di essere compreso da tutti, prima lo leggeva ai poveri: «Perché – diceva – se lo capite voi lo capiranno gli altri».

Questo è servizio all’uomo, non quello di esser osannati e serviti ma di servire. «Non chiederti: - dice F. Caramagna - Chi sono gli altri per essere aiutati? Chiediti: Chi sono io per non aiutarli?». Cristo stesso dice: «Se uno tra voi vuole essere il grande, si faccia servo di tutti; e se uno vuol essere il primo, si faccia servitore di tutti. Infatti anche il Figlio dell’uomo è venuto non per farsi servire, ma per servire e per dare la propria vita come riscatto per la liberazione degli uomini» (Mc 10, 43-46). Gesù volle dare l’esempio e lavare i piedi ai suoi discepoli (Gv 13, 5) prima di mandarli «Come pecore in mezzo ai lupi» (Mt 10, 16). Anche se «Gli uomini di questo mondo, nei loro rapporti con gli altri, sono più astuti dei figli della luce» (Lc 16, 8), è dovere di tutti servire perché nessuno abbia il diritto di sentirsi superiore agli altri poiché tutti proveniamo dalla polvere e nella polvere ritorneremo.

SALVATORE AGUECI

 

ALTRE NOTIZIE

RIFIUTI ZERO, UN APPELLO PER NUOVI IMPIANTI DI RICICLO CONFERENZA STAMPA DOMANI POMERIGGIO A VILLATRABIA
Un appello per creare nuovi impianti di riciclo con l’obiettivo di archiviare la stagione delle discariche e far cre...
Leggi tutto
Ars, domani seduta solenne con il presidente del Parlamento europeo
Palermo – Domani, alle 16,30, seduta solenne dell’Assemblea regionale siciliana, presieduta da Gianfranco Miccichè, alla presenza del president...
Leggi tutto
Collegato ARS, Calderone (FI) presenta emendamento per Voucher a Imprese che formano in azienda i titolari del reddito di cittadinanza: ´Occorre trasformare una misura assistenziale in produttiva´
Palermo, 21/01/2019: “Ho appena depositato in Assemblea un emendamento al Collegato che dia la possibilità al...
Leggi tutto
La Lega conquista il consiglio comunale di Partanna
La vice presidente Mimma Amari aderisce al partito di Matteo Salvini
Leggi tutto
TRAPANI: CONTROLLI DEI CARABINIERI NEL WEEKEND 3 ARRESTI
Weekend impegnativo quello appena trascorso per i Carabinieri della Compagnia di trapani che hanno tratto in arresto...
Leggi tutto
GUARDIA COSTIERA: IL N.O.P.A. SEQUESTRA DISCARICA DI ´FORMAGGIO´ NEL COMUNE DI PACECO
IN DATA 17 GENNAIO 2019 I MILITARI DEL NUCLEO OPERATIVO DI POLIZIA AMBIENTALE (N.O.P.A.) DELLA GUARDIA COSTIERA DI T...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Luca su TRAPANI - CORSO GRATUITO PER ASPIRANTI SOCCORRITORI:
Salve vorrei partecipare al vostro corso è sapere quando comincia


Alfredo su Comunicato della Società Trapani Calcio - 14 gennaio 2019:
Confido che tutto vada bene nel segno della continuità!!!


Fabiano su CASTELLAMMARE DEL GOLFO - UN TERRENO COMUNALE ABBANDONATO DA TRENT´ANNI RINASCE CON IL LAVORO DELL’”UNIONE DELLE FAMIGLIE”, COOPERATIVA SOCIALE DI CITTADINI CON DISAGIO ECONOMICO.:
Siete grandi ragazzi, complimenti per tutto quello che fate


Francesco su Uno studente di dottorato evoca una nuova possibilità di viaggiare nel tempo:
questo signore che ha usato un traduttore automatico non si è neanche preso la briga di rileggere le castronerie che ha scritto. Sarebbe serio da parte della redazione controllare quello che si pubblica.


rosa su Cerimonia di Premiazione dello Sport:
e altre eccellenze (non mensionate) come Virgilio Maria Andrea:oro ai campionati italiani pararchery, argento agli europei e quarta ai mondiali di Pechino


Silvia Millefiorini su IL CONSIGLIERE COMUNALE DI PANTELLERIA CAMILLA BRIGNONE ADERISCE ALLA LEGA/NOI CON SALVINI:
Vorrei un contatto con Camilla Brignone


Francesco su MARSALA. CENTRO STORICO AREA PEDONALE:
In altre vie i mezzi di soccorso e di polizia nonch´ ai residenti, mentre per i residenti della Via Caturca, considerati per cittadini di serie B possono morire, in quanto se qualcuno ha un malore lo devono avere nelle ore diurno. Aprite la predetta Via ; state facendo un illecito. Grazie per averci seppelliti. Il turismo a Marsala arriva anche con la Via Caturca aperta. Preoccupatevi più per i residenti e non per i ristoranti. Auguratevi che non succeda mai nulla. Non sottovalutate


direttore su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Provi a scrivere al Comune: comunicazione@comunecustonaci.it


Spada vito su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Buongiorno vorrei sapere come candidarmi per i cantieri di lavoro del comune di custonaci. Nell´attesa della vostra cortese risposta invio distinti saluti


aldo castellano su Trapani - Controlli della Polizia Municipale su uso cellulare durante guida:
Solo 5? La città ne è piena, come pure dei trasgressori del semaforo e di quelli che parcheggiano all´angolo delle strade, dopo le strisce blu. Con le contravvenzioni si potrebbe impinbguare le casse del comune e contemporaneamente educare i cittadini..


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web