Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 07/02/2018 da Direttore

Il cittadino cuore della società. Una insolita alleanza

Il
È importante, soprattutto in questo periodo, in cui stanno riemergendo (o forse non hanno mai smesso di covare) le ideologie nazi-fasciste e i nazionalismi, fare una riflessione ad alta voce, anche se ho la cognizione di essere una vox clamantis in deserto. Il mio è un tentativo culturale per ricordare che il potere non è prerogativa di uno solo o di pochi uomini ma di tutti gli esseri umani chiamati a dominare la terra nella sua globalità.

Gli uomini nel tempo si sono impadroniti di lembi di terra, hanno creato territori più vasti e nazioni, delimitando i confini entro cui rivendicare i propri diritti, impedendo ad altri di entrarvi, come se queste zone fossero di dominio privato. Si è creato il concetto di cittadino quale membro di una collettività organizzata in stato: soggetto di diritti e doveri.

A fondamento del nostro discorso c’è il principio che l’uomo (l’umanità) è cittadino del mondo e il mondo è per lui “casa comune”. A lui, nella creazione, è stata affidata la terra perché la coltivasse “col sudore della fronte” e la rispettasse. L’uomo, quindi, è soggetto e non oggetto o complemento (elemento idoneo ma non essenziale per il funzionamento o la configurazione di un oggetto o di un fenomeno) di tutto il creato. Riprendere questo concetto di umanesimo integrale oggi è prioritario e su questo valore urge lavorare assieme se vogliamo costruire un mondo più giusto e solidale.

Che differenza c’è, allora, tra una creatura e un’altra? Nella dignità nessuna, siamo noi che autonomamente creiamo barriere e in conformità a esse valutiamo uno status sociale diverso dagli altri, sol perché l’uno si trova ad avere un ruolo difforme poiché la vita e le circostanze gli hanno offerto condizioni dissimili. Eppure sovente alcuni li consideriamo numeri, utilizzando per loro termini generici, divenuti sprezzanti: “straniero”, “extracomunitario”, “di colore”, “handicappato” e altri come persone.

Ogni persona, di qualunque etnia, è un compendio sulla terra, non ha solo braccia ma mente e cuore, ha valori e risorse, dissimili dai nostri ma non per questo spregevoli. Anche se oggi le peculiarità sono scomparse e al posto ci sono i disvalori, i partiti, il nulla, non per questo la persona è stata annientata: continua a essere il soggetto primario dell’esistere terrestre.

Il “cittadino” è al centro della società, della quale è parte integrante. Il punto focale non è il politico, l’amministratore, l’educatore, il genitore, il malavitoso e chiunque ha a che fare con un’altra persona, capovolgendo i ruoli. Sembra che spesso tutto è organizzato in funzione di questi ultimi, considerando gli altri strumentali al raggiungimento dello scopo che si prefiggono, facendo cadere in secondo ordine il valore della Politica, della Scuola, della Famiglia e di tante altre Istituzioni.

Anche chi è “difforme” da noi, nel corpo e nella psiche, non per questo dovrà essere trattato in modo dissimile ma l’uguaglianza è un dono indipendente dalle nostre capacità e potere. E allora: come sarebbe un ospedale senza ammalati, una scuola senza alunni, una società senza uomini? Come si potrebbe fare la carità senza i poveri? (S. Agostino).

Assistiamo a una lotta permanente: il metodo della conflittualità piuttosto che essere costruttivo e creativo, è divenuto sopraffattivo, lotta per l’esclusione, arrivismo… Chi “governa” dovrebbe fare un patto con il cittadino perché, ambedue complementari e complici, si sostengano vicendevolmente e si ascoltino per il raggiungimento di un fine comune: il bene-essere di tutti.

Ma dov’è oggi l’ascolto del cittadino con i suoi problemi, i suoi bisogni, le sue urgenze, le sollecitazioni scambievoli per trovare risposte unitarie? Dov’è la gioia condivisa tra gli abitanti di uno stesso quartiere, addirittura tra la stessa famiglia?

Giorgio La Pira, da sindaco di Firenze, ha lasciato una grande lezione ai cittadini, agli amministratori e ai politici. Egli ogni mattina, dopo la partecipazione alla messa, prima di andare a Palazzo Vecchio, si faceva il giro di un quartiere della Città per vivere un momento di condivisione, nel bene e nel male, con i suoi abitanti e ascoltare, di prima mano, le istanze per una vita migliore. E lo stesso La Pira, quando doveva fare un discorso pubblico importante, al fine di essere compreso da tutti, prima lo leggeva ai poveri: «Perché – diceva – se lo capite voi lo capiranno gli altri».

Questo è servizio all’uomo, non quello di esser osannati e serviti ma di servire. «Non chiederti: - dice F. Caramagna - Chi sono gli altri per essere aiutati? Chiediti: Chi sono io per non aiutarli?». Cristo stesso dice: «Se uno tra voi vuole essere il grande, si faccia servo di tutti; e se uno vuol essere il primo, si faccia servitore di tutti. Infatti anche il Figlio dell’uomo è venuto non per farsi servire, ma per servire e per dare la propria vita come riscatto per la liberazione degli uomini» (Mc 10, 43-46). Gesù volle dare l’esempio e lavare i piedi ai suoi discepoli (Gv 13, 5) prima di mandarli «Come pecore in mezzo ai lupi» (Mt 10, 16). Anche se «Gli uomini di questo mondo, nei loro rapporti con gli altri, sono più astuti dei figli della luce» (Lc 16, 8), è dovere di tutti servire perché nessuno abbia il diritto di sentirsi superiore agli altri poiché tutti proveniamo dalla polvere e nella polvere ritorneremo.

SALVATORE AGUECI

 

ALTRE NOTIZIE

Attivazione corso base di accesso alla CRl.
DIVENTA ANCHE TU UN VOLONTARIO DI CROCE ROSSA.
Attività sanitarie, so...
Leggi tutto
Germania, incredibile incidente: aereo da turismo travolge pedoni al suolo, almeno tre morti tra cui un bimbo. L´incidente è avvenuto nei pressi della città di Fulda, nel Land tedesco dell´Assia
Incidente che ha dell´incredibile quello che si è verificato oggi in Germania Un Cessna, mo...
Leggi tutto
IL CEFALUDESE ANGELO LOMBARDO (PORSCHE) SVETTA NELLA PIOGGIA AL SANTUARIO
Numerosi titoli italiani e siciliani consegnati nella Cronoscalata Cefalù-Gibilmanna, decima ed ultima tappa ...
Leggi tutto
Festeggiare un traguardo importante rendendo omaggio al territorio.
E’ stata questa l’idea alla base di un’iniziativa intrapresa da Cantine Paolini in occasione dei 40 anni di attivit&...
Leggi tutto
Olimpiadi Giovanili: Ficco d’oro. Urso: Inizia una FIPE 3.0
Il N° 1 FIPE rilancia verso una nuova idea della pesistica italiana
Leggi tutto
Pall. Marsala- Anticipo al Palazzetto Sanbàpolis di Trento
Per la 2^giornata di andata nel girone "B" di A2 femminile, la nostra squadra impegnata ieri sera in anticipo al Pal...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Vittorio Carcò su Accademia di Sicilia - Convegno sul tema Aspetti diagnostici, eziologici e terapeutici dell´acufene:
Vorrei sapere se è possibile avere copia delle relazioni, sotto qualsiasi forma e ovviamente con le spese, comprese quelle del´eventuale spedizione, a mio carico. a mio carico..Grazie comunque per l´eventuale riscontro..Vittorio Carcò - Vico La palma,6 -09126 CAGLIARI tf.3280744108


Salvatore Bartolone su MARINA MILITARE: CONSEGNA DELLA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE RIZZO A MILAZZO (ME):
Evento eccezionale. Oltre al ricordo del nostro caro Comandante, Luigi Rizzo, viene anche ricordata la sua impresa.Sono onorato di essere milazzese ed italiano.


AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


roberto su Vela, windsurf, attività stimolanti che fanno bene. Sclerosi Multipla e sport all’aria aperta:
Buongiorno , ho letto per caso questo articolo , sono anch´io malato di sclerosi multipla e pratico windsurf , posso confermare quanto da voi scritto e sapere che esistono iniziative simili mi riempie il cuore , se aveste bisogno di una mano non esitate a contattarmi se posso volentieri


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web