Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 05/02/2018 da Direttore

Battuta la capolista: una strepitosa Libertas entra in zona play-off

Battuta
Al termine di gare come questa e dopo una prestazione di tal genere si rischi sempre di esagerare nei commenti e nell’uso degli aggettivi. Per evitare ciò basti dire che la Libertas ha dato la prima sconfitta esterna alla capolista Alfa Catania, squadra che in tutto il campionato aveva perduto soltanto una volta, in casa contro l’Eagles Palermo, e vinto in altre 16 occasioni. Inoltre i ragzzi alcamesi hanno fatto al pubblico il regalo che meritava: tanta gente, a ogni gara, al “PalaTreSanti” , tanto calore e tanto amore per la squadra.
Gli ingredienti poi di questa vittoria sono stati davvero entusiasmanti con Alcamo capace di raddrizzare la brutta partenza del primo periodo, 17 – 13 per gli etnei con Calò e Andrè a quota zero, di portarsi avanti fino a 14 lunghezze nel corso del match, di incassarenil ritorno dell’Alfa nel terzo periodo e di mettere definitivamente la freccia negli ultimi minuti della gara.
Pronti via e la capolista parte subito bene con Consoli, Kolonicky e Agosta. Alcamo va in difficoltà ma non molla e combatte centimetro su centimetro. Il clima agonistico appare subito elevatissimo ma, fino al termine della gara, mai sfocerà in scorrettezze fra avversari che anzi, al contrario, hanno sempre mostrato grande sportività e fair-play.
Adrenalina e tensione sono davvero tangibili e Alcamo, enl seocndo periodo, riparte da -4. In questi dieci minuti la capolista sembra la Libertas che, sospinta da Trevisano, Amato e da un ottimo Bottiglia prende il largo. Si infortuna Genovese che, in un paio di minuti aveva messo sul parquet fosforo, protezione del pallone e 3 punti. Il giovane play non potrà più rientrare ma la squadra riesce a dare uno scarto record all’Alfa, 16 punti in un solo periodo per un vantaggio complessivo di 42 – 30.
Nel terzo periodo la lotta si fa ancora più dura: Andrè riesce a reggere nonostante un ginocchio malandato, Calò inventa strepitose conclusioni, il pubblico fa la sua parte. Nervi tesi anche in casa Catania per alcune decisioni arbitrali e falli tecnici. L’Alfa si avvicina minacciosamente ma la Libertas ci mette cuore, attributi e pazienza tattica. Importante anche il cambio di difesa dalla uomo alla zona.
Termina il terzo periodo e la capolista è a 4 lunghezze. Ma se in altre occasioni i ragzzi di coach Ferrara hanno peccato in determinazione, stavolta accade l’esatto contrario. Arrivano le “bombe” di Manfrè, Trevisano e Calò, sparge la sua sapiente esperienza Provenzano, fosforo e velocità di Bottiglia e Amato, quest’ultimo capace di acciuffare due strepitosi rimbalzi in attacco. La Libertas, nonostante stremata, non si ferma più e l’Alfa Catania deve alzare bandiera bianca ma lo fa con grande savoir-fare: a più di 20 secondi dalla fine si ferma per stringere le mani agli avversari e per dare il giusto onore a chi ha meritato la vittoria.
Il “PalaTreSanti” impazzisce dalla gioia per un grandissimo successo e per un pomeriggio da non dimenticare, di quelli che riescono a far divenire perenne l’amore per la pallacanestro. Due delle sei “finalissme” sono state vinte e la classifica adesso vede la Libertas nei play-off e a sole due lunghezze dalla sesta posizione.

 

ALTRE NOTIZIE

IL QUOTIDIANO LIBERO ´SPUTA´ SENTENZE SULLA SICILIA E LA POLITICA SICILIANA COSA FA?
Caro Presidente Musumeci ha letto il titolo del quotidiano Libero del 15 febbraio?
Leggi tutto
Libertas, successo con prestazione poco brillante. Vetta più vicina
Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Libertas resta quindi nel gruppetto delle terze e si avvicina a...
Leggi tutto
Squalo attacca surfista, spiagge chiuse in Australia.
L´attacco arriva appena un giorno dopo che un bagnino di 69 anni è scomparso mentre nuotava nella vicina Ba...
Leggi tutto
MARTINES STAR DELLA NOTTE STILE FORMENTERA
DALLA SICILIA ALL’HOLLYWOOD DISCO DI MILANO
«Non so se i sogni divent...
Leggi tutto
La tripartizione nella pianta e nell´uomo secondo la visione antroposofica
Conferenza di ALESSANDRO ARENA
biologo, consulente Weleda.
Leggi tutto
Il successo di Mahmood, da Marsala a Sanremo
Sono orgoglioso, in qualità di direttore artistico della manifestazione “Hair Fashion School by Antemar”, che...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


Giovanni VINCI su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza Marsala


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


mimmo su Domenico Lanciano: ´Una carezza per Riace":
ciao


Rosario Miccichè su Paceco, al via 6 cantieri di lavoro per la realizzazione di due opere:
Non sono molto contento di come l´amministrazione ha progettato i cantieri a Paceco sicuramente il bando gestito malissimo. Dobbiamo ringraziare la regione della proroga non certo gl´assessori di competenza. L´avviso 2 / 2018 dice che bisogna favorire il maggiore numero di lavoratori, quanti lavoratori impigherete nei cantieri. E perch´ tutti quei soldi spesi in materiali € 70.000 il bando parlava di piccole manutenzioni, lo scopo principale dei cantieri e la formazione, favorire la m


Maurizio Perez su Il Decreto Quota 100 esclude i dipendenti regionali, Calderone (FI) presenta emendamento al Collegato per includerli: “Ingiustificabile tenerli fuori”:
In verità mi era sfuggito questo passaggio tecnico, di cui sono grato al Sig. deputato Calderone.


Anna su MAZARA DEL VALLO - BORSE DI STUDIO PER L’ANNO SCOLASTICO 2015/2016:
Elenco alunni avvenne diritto


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web