Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 16/12/2017 da Direttore

Diritto al risarcimento e all’indennizzo per il mancato aumento dello stipendio dichiarato incostituzionale con sentenza della Corte Costituzionale n. 178 del 2015

Diritto
Il Segretario del Sinalp Sicilia Dr. Andrea Monteleone ha illustrato ai partecipanti che ad oggi la busta paga, a partire da gennaio 2010 sino ad oggi, non ha avuto nessun adeguamento stipendiale rispetto all’aumento del costo della vita.
L’illegittimità del blocco degli stipendi, imposto con l’art. 9 comma 17 del Decreto Legge 78/2010 convertito dall’art 1 comma 1 della Legge n. 122/2010, è stata dichiarata anche dalla Corte Costituzionale con la Sentenza n. 178 del 24.06.2015 che ha riconosciuto la violazione della Legge n. 448/1998 che stabilisce, per i dipendenti pubblici, il diritto all’adeguamento annuale dello stipendio rispetto all’aumento del costo della vita.
All’indomani della sentenza della Corte Costituzionale è possibile chiedere un indennizzo e un risarcimento del danno.
L’indennizzo è dovuto in caso di danno prodotto da attività lecita; mentre il risarcimento è dovuto in caso di danno derivante da fatti illeciti, distinguendo a tale fine:
il periodo dal gennaio 2010 al giugno 2015: in relazione al quale al dipendente spetterebbe l’indennizzo che l´ufficio legale del Sinalp Sicilia ha quantificato mediamente in circa 100/150 euro al mese.
il periodo da luglio 2015 ad oggi: in relazione al quale al dipendente spetta un vero e proprio risarcimento del danno quantificato invece in circa 200/250 euro al mese.

In attesa del via libera allo sblocco dei contratti degli statali, che dovrebbe avvenire a breve, il Governo, in combutta con alcuni sindacati e Voi tutti sapete bene quali, ha promesso ai dipendenti pubblici come risarcimento danno per il blocco del loro stipendi un rimborso una tantum in busta paga pari in media a 400-500 euro, cioè una semplice elemosina, cancellando di fatto quanto dichiarato dalla sentenza della Corte Costituzionale.

I dipendenti pubblici hanno diritto a richiedere gli incrementi stipendiali che avrebbero dovuto ricevere negli 85 mesi circa finora trascorsi. E tra indennizzo (dal 2010 al 30.07.2015) e risarcimento (dal 30.05.2015 all’effettivo rinnovo) si parla di cifre molto elevate, mediamente attorno a 10.000,00/15.000,00 euro, che nulla hanno a vedere con il contentino dell’una tantum pari a 500 euro circa concordato con alcune sigle sindacali che non hanno saputo o voluto difendere i diritti dei lavoratori.
Il Sinalp Sicilia ha attivato i suoi legali per richiedere giudizialmente allo Stato il risarcimento e l’indennizzo per aver patito il blocco dichiarato incostituzionale per conto di ciascun lavoratore statale che vorrà aderire.
Pertanto invitiamo tutti i dipendenti interessati a recuperare quanto non è stato erogato in questi ultimi 85 mesi a contattarci allo 091333195, regionalesicilia@sinalp.it, oppure venendoci a trovare in via Serpotta 53 Palermo per dare vita ad una grande azione legale.

Commenti
18/12/2017 - Salve mi chiamo Samuele sono un dipendente publico dal 23/03/2011 .sono Agente scelto della polizia penitenziaria anche io vorrei aderire per richiedere il risarcimento di questi anni di blocco. (Samuele Giannilivigni)

 

ALTRE NOTIZIE

Slalom delle fonti 10a edizione: festa il 28 ottobre con Mauro Pregliasco
I motori tornano ad accendersi l’ultimo weekend del mese, nella cittadina palermitana ‘dell’acqua e dei mulini’...
Leggi tutto
ONCOLOGIA: PRIMO IMPIANTO DI “PICC PORT” ALL’OSPEDALE DI CASTELVETRANO
Impiantato all’unità operativa di anestesia e rianimazione dell’ospedale di Castelvetrano il primo catetere ...
Leggi tutto
Inaugurato oggi pomeriggio il nuovo campo di calcio a 5 a Favignana
E´ stato inaugurato oggi pomeriggio il nuovo campo di calcio a 5, in via delle Fosse a Favignana. All’iniziativa, re...
Leggi tutto
Riace. Orlando: Non fermare battaglia legale e civile per affermare cultura dell´accoglienza
"La revoca dei domiciliari restituisce la libertà a Mimmo Lucano ma non ferma la battaglia legale e civile pe...
Leggi tutto
Trasportava un panetto di hashish e 50 frammenti di infiorescenze di marijuana destinati allo spaccio: arrestato dalla Polizia di Stato un giovane nigeriano ospite di un centro SPRAR di Alcamo.
Nel tardo pomeriggio di ieri ennesimo blitz antidroga del Commissariato di P.S. di Alcamo che ha portato all´arrest...
Leggi tutto
Arresto BEN KRAIEM Lamjed
E’ stato arrestato dalla Digos e sarà nuovamente espulso dall’Italia in tempi brevissimi BEN KRAIEM Lamjed (r...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

VITO su TRAPANI BIRGI: LA REGIONE PRENDE ANCORA TEMPO:
CI SONO ANCORA PERSONE CHE FANNO FINTA DI NON CAPIRE CHE LA REGIONE SICILIA E L´AEROPORTO DI PALERMO VOGLIONO LA CHIUSURA DI BIRGI !!!!!


Vittorio Carcò su Accademia di Sicilia - Convegno sul tema Aspetti diagnostici, eziologici e terapeutici dell´acufene:
Vorrei sapere se è possibile avere copia delle relazioni, sotto qualsiasi forma e ovviamente con le spese, comprese quelle del´eventuale spedizione, a mio carico. a mio carico..Grazie comunque per l´eventuale riscontro..Vittorio Carcò - Vico La palma,6 -09126 CAGLIARI tf.3280744108


Salvatore Bartolone su MARINA MILITARE: CONSEGNA DELLA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE RIZZO A MILAZZO (ME):
Evento eccezionale. Oltre al ricordo del nostro caro Comandante, Luigi Rizzo, viene anche ricordata la sua impresa.Sono onorato di essere milazzese ed italiano.


AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web