Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 05/06/2017 da Direttore

Alcamo: intervista a Domenico Sucameli, grande artista e tecnico della ceramica

Alcamo:
La ceramica è, senza ombra di dubbio alcuno, una delle forme d’arte primordiali, quella al quale l’uomo, certamente, nella storia della sua evoluzione sociale ha dedicato la maggiore attenzione, tanto che in tutti i musei italiani, europei e del mondo (da quelli prettamente archeologici a quelli di artistici) sono esposti prodotti artigianali in ceramica. Ogni civiltà dell’uomo ha avuto, indubbiamente, ed ha, un proprio stile, riconoscibile a tutti, talvolta contraddistintivo di una età specifica o di una particolare area geografica, e questo stile è fortemente legato alla storia di un certo territorio. La ceramica narra il popolo. Durante la vita di grandi regni, in vicinanza delle città importanti e delle sedi del potere, ci sono sempre luoghi e paesi in cui si creavano ceramiche artistiche.
Ad esempio, in Sicilia, numerosi sono i centri il cui nome e la cui storia sono legati, indissolubilmente, alla ceramica: Santa Stefano di Camastra, Sciacca, Burgio, Caltagirone, Noto, Erice e, senza fuor di dubbio, la stessa Alcamo. Nel corso di questi ultimi anni, le aziende manifatturiere siciliane, spinte dall’onda lunga del turismo culturale, monumentale e archeologico, hanno avuto, esse stesse, un interessante percorso culturale. Il boom industriale italiano aveva modificato le originarie botteghe artigiane in industrie con fabbricazioni di massa producendo un appiattimento culturale e abbandonando in disparte coloro che mantenevano le tradizioni storiche e che proseguivano nel fare ricerca e rivolgimento culturale.
Poi, l’ingresso nel mercato italiano, e non solo, planetario direi, al dettaglio delle industrie cinesi e la competizione sul prezzo ha sinistrato le imprese “pigre” e obbligato alla chiusura molte realtà industriali. Ma una moneta ha sempre due facce, e la seconda faccia della moneta è stata la riconsiderazione di tutti quelli che avevano sempre ininterrotto a sperimentare e a custodire la memoria storica di una civiltà e di un popolo.
Una di queste persone è il fondatore di Keramos Arte, Domenico Sucameli, una impresa che sorge nella città di Cielo d’Alcamo e che oggi è guidata anche dalla moglie Laura Adriano, anch’essa artista matura e ceramista affermata. La passione di Domenico per la ceramica è impetuosa e si travede in ogni sua parola e nella sua storia personale. Negli anni passati Domenico ha fatto sue le tradizioni della cultura ceramista siciliana che oggi conserva, unico nella realtà in cui opera e per la tipicità che produce, e tramanda nelle sue pregevoli opere d’arte.
Avere la possibilità di essere guidati da Domenico fra le stanze del suo atelier artistico, la bottega storica di via Vittorio Veneto ad Alcamo, è una esperienza indimenticabile che auguro a tutti di poter compiere.

Domenico, come ti sei avvicinato alla ceramica?
La ceramica fa parte delle tradizioni del mio paese, ma nel mio caso l’amore per Lei è nato piano ed è cominciato da giovanissimo.

In questi anni hai raccolto nel tuo archivio della memoria la tradizione ceramista siciliana. Abbiamo visto la passione nei tuoi occhi mentre ci hai parlato, nel visitarla, della vostra bottega d’arte. Perché fai tutto questo? Cosa ti spinge a preservare le tradizioni e al contempo a sperimentare l’innovazione, come quella delle tecniche operate per realizzare quei magnifici animali da collazionare con calamite? Per inciso, i gatti sono superbi.
Non so spiegarlo di preciso. Da una parte sento una forte spinta verso l’innovazione e la sperimentazione di nuove forme e colori, dall’altra amo la bellezza e non vorrei disperderla. Riesco a vedere la bellezza nelle forme classiche tradizionali e, congiuntamente, nei nuovi design o nelle sperimentazioni di un giovane artista. Vorrei che tutti ne potessero godere ma poi penso anche che “tutto passa” e che non bisogna essere troppo ancorati al passato.
Riuscire a godere della bellezza è un percorso personale e richiede una apertura dello spirito. E’ un percorso e non un fine e per questo mostro il mio archivio solo a quelli che hanno intrapreso questo percorso e a lei che è particolarmente sensibile. Un poeta e uno scrittore sono, come me, persone vocate a leggere il mondo e a sentirne il peso dell’inesorabile cambiamento.

La creatività e la bellezza sono un percorso personale o possono essere condivise?
La creatività è generalmente un fatto personale, ma quando diventa un processo condiviso può raggiungere dei livelli altissimi. Se pensiamo alle botteghe artigiane (che siano quelle del passato o che siano i laboratori delle imprese di oggi), il lavoro è un processo collegiale. La scelta dell’impasto, la colatura dell’argilla, la cottura, la pittura, e anche il modo di trasmettere questo valore al cliente finale, fanno parte essenziale del processo creativo e sono un patrimonio di sapienza di diverse persone che collaborano insieme per realizzare il capolavoro.
Se manca una di queste conoscenze non si può raggiungere l’eccellenza. Arte e tecnologia devono andare “a braccetto” senza farsi la guerra ma sfidandosi reciprocamente per raggiungere nuovi traguardi e trasmettere nuove emozioni. I miei collaboratori sono il principale patrimonio della nostra impresa.

Il tuo sembra un “amore distaccato”. Cosa significa?
Forse significa continuare a far vivere alcuni dei miei maestri attraverso la storia. Ma senza nostalgia: la vita è nel futuro ed il passato ci può dare ispirazione, ci può spingere verso una innovazione continua ma non può tornare. Il tempo cambia le forme espressive e il modo di comunicare, le possibilità offerte dalle tecnologie moderne aumentano le nostre possibilità espressive: e tutto questo ci proietta nel futuro. Ma il passato costruisce il senso e da sapore e spessore anche alle nostre innovazioni attuali.
I miei figli sono il naturale passaggio culturale del modo di essere. Crescono su una salda tradizione e poi se vorranno creeranno. La creazione è una atto di generosità. Dio ci insegna questo con tutte le sue manifestazioni. Posso e potrò dare consigli ai miei figli ma ho anche molto da imparare da loro e dal loro modo di relazionarsi con il mondo che cambia. Ma è la mia storia e quella di ciascuno di noi, per ciò che è e ciò che fa, che può dare il senso del diventare condottieri in un mondo che ci chiede di difendere le tradizioni. Il bello di avere le nuove generazioni è proprio la libertà che mi sto riguadagnando nel curare la filosofia della nostra impresa e la libertà creativa che posso continuare a sperimentare in questa mia continua “ricerca del bello”.

 

ALTRE NOTIZIE

Coronavirus: l’Esercito in Sicilia supporta la Protezione Civile
Trapani, 08 aprile 2020. Sin dalle prime fasi dell’emergenza sanitaria dichiarata dall´Autorità di Governo, l’Esercito è stato cos...
Leggi tutto
Salemi, filiale Unicredit chiusa Il Comune presenta un esposto in Procura
SALEMI (TRAPANI) - Unicredit chiude la sua filiale di Salemi e il Comune presenta un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Mars...
Leggi tutto
Solidarietà e sostegno con i volontari ANAS
La nostra comunità è sempre stata solidale con chi si trova in difficoltà è quanto ha dichiarato il Presidente Zonale ANAS...
Leggi tutto
EMERGENZA COVID-19: I CARABINIERI CONSEGNERANNO LE PENSIONI AGLI ANZIANI
A seguito delle ultime restrizioni emesse per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, che non consentono spostamenti tra comuni diversi, ...
Leggi tutto
La Giustizia al tempo del COVID 19 non tutela i Magistrati Onorari
Si profila all’orizzonte un ulteriore periodo di sospensione delle attività giudiziarie ma, si legge in un comunicato della Associazione Nazion...
Leggi tutto
SALEMI: ZONA ROSSA CONTROLLI COVID-19. APRE LA PIZZERIA AL PUBBLICO, FILA PER LA PIZZA DA ASPORTO, CARABINIERI CHIUDONO ATTIVITA’ COMMERCIALE
Dalla mezzanotte del 24 marzo u.s., il Comune di Salemi è stato dichiarato Zona Rossa a seguito dell’alto numero di contagi da Covid-19 che si ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web