Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Economia il 17/02/2017 da Direttore

ABBATTIAMO I MURI NO ALLA GUERRA TRA POVERE/I. PER I DIRITTI DI TUTTE/I

ABBATTIAMO Come società civile attiva per l’accoglienza non discriminatoria di donne, uomini e minori che migrano, contro la tratta e per il diritto alla mobilità umana non possiamo non denunciare quanto i governi italiano, europeo e americano stanno facendo in tema di politiche migratorie.
Solo per fare alcuni esempi dei provvedimenti in campo: accordi bilaterali con paesi terzi non sicuri (come Libia, Nigeria, Sudan, Mali, ed altri); la “caccia all´uomo” e le espulsioni collettive su base etnica messe in atto dal nostro Ministero dell’Interno; la moltiplicazione dei centri di espulsione; i dinieghi; le procedure sempre più restrittive per i rinnovi dei permessi di soggiorno... e molti altri..
Non possiamo stare in silenzio davanti a queste che sono misure restrittive, illegali e inumane, che avranno come conseguenza un immenso costo umano di cui ci chiediamo chi si prenderà la responsabilità? Valgono ancora le Convenzioni Internazionali ONU? Vale ancora la Convenzione di Ginevra? Valgono ancora il diritto nazionale e internazionale?
Fino a quando si assoceranno le migrazioni all´illegalità non sarà possibile affrontarne la reale natura legata ai modelli di sviluppo, all´ingiustizia sociale, all´iniqua distribuzione delle risorse economiche, alle nuove forme di colonialismo e alla negazione di accesso alle risorse naturali.
Non vogliamo una guerra fra povere/i. Siamo consapevoli che lottare per esigere che vengano attuati e tutelati i diritti delle e dei migranti significhi tutelare i diritti nostri e delle generazioni future.
Noi crediamo nella solidarietà, nell´accoglienza, nel dialogo e nel diritto alla libertà di mobilità di tutte/i.
Per questo saremo in piazza sabato 18 febbraio, manifestando il nostro dissenso, per dire ancora più forte il nostro no a queste politiche e ribadire le nostre richieste.
Chiediamo alle/ai palermitani e alle/i migranti di scendere in piazza con noi.

Il governo italiano, i governi europei e quello americano sembrano avere come obiettivo politico quello di fermare i movimenti migratori, in totale violazione del diritto internazionale e umanitario. Dopo aver fatto del Mediterraneo un cimitero, adesso, sulla base degli accordi firmati dal governo italiano con la Libia, chi si assume la responsabilità dell’immenso costo umano che deriva dal bloccare le/i migranti in Libia? Chi si assume la responsabilità della deriva che sta prendendo l’Europa? Utilizzano le parole chiave terrorismo e invasione per spostare la nostra attenzione dalla crisi e dalle ingiustizie sociali, creando ad arte un nuovo nemico: le/i migranti.
In nome di una presunta sicurezza ci stanno spingendo ad accettare la riduzione dei nostri diritti e delle nostre libertà personali, a calpestare la nostra umanità.
DICIAMO NO
• alla svolta repressiva del nostro governo sulle politiche dell’immigrazione e dell’asilo e agli accordi bilaterali con paesi terzi non sicuri (come Libia, Sudan, Nigeria, Mali, ed altri, all’interno del Processo di Khartoum) per bloccare i flussi migratori. L’Unione Europea, in nome della difesa dei confini esterni, sta sacrificando tantissime persone che cercano soltanto una prospettiva di sopravvivenza;
• alla “caccia all’uomo” e alle espulsioni collettive su base etnica, come quella attuata proprio in questi giorni dalla Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere del Ministero dell’Interno italiano nei confronti, questa volta, della comunità nigeriana. Non sono queste le misure adeguate a contrastare il traffico di esseri umani e il loro sfruttamento;
• alla negazione dei diritti fondamentali, a partire dal diritto alla protezione internazionale, sulla base della provenienza nazionale. Non vogliamo Hotspot, CIE o CPR, a Palermo o altrove;
• all’esclusione delle persone vittime della tratta dal percorso sociale per il riconoscimento di un permesso di soggiorno per motivi di protezione;
• ai tanti minori stranieri nelle strutture di Palermo e non solo che, in mancanza di percorsi adeguati, sono obbligati a seguire le sfibranti procedure di asilo degli adulti;
• alle procedure sempre più restrittive adottate dalla Questura di Palermo in particolare per i rinnovi dei permessi di soggiorno per lavoro autonomo (come accade per gli AMBULANTI);
• alla raffica di dinieghi che i richiedenti asilo stanno ricevendo e che temiamo abbiano come obiettivo finale la cancellazione del diritto di asilo;
• ai ritardi nell’applicazione della normativa che potrebbe consentire il riconoscimento di un permesso di soggiorno a chi denuncia un grave sfruttamento lavorativo;
• alla moltiplicazione dei centri di espulsione, alle revoche dell’accoglienza, ai rastrellamenti e al rimpatrio forzato degli “irregolari”.
CHIEDIAMO DI:
• Rompere il legame perverso tra contratto di lavoro e permesso di soggiorno;
• Creare canali umanitari e vie di ingresso legale e protette, tramite la concessione di visti di ingresso per motivi umanitari da ambasciate e consolati dei paesi occidentali, e non solo europei;
• Usare le risorse economiche europee per aumentare la capacità di accoglienza e asilo invece di spenderle su interventi (militari) contro la mobilità umana;
• Non affrontare più la questione migratoria secondo caratteri di eccezionalità ed emergenzialità;
• Garantire la protezione dei diritti umani delle/i migranti, valutando i rischi che devono affrontare in Libia;
• Adottare misure specifiche per identificare e proteggere i gruppi vulnerabili.

VI ASPETTIAMO ALLA MANIFESTAZIONE CHE SI TERRÀ SABATO 18 FEBBRAIO 2017, CONCENTRAMENTO IN PIAZZA VERDI ALLE ORE 16, CON CONCLUSIONE IN PIAZZA BOLOGNI ALLE ORE 18.

 

ALTRE NOTIZIE

A difendere i lavoratori sono rimasti le istituzioni e non i "sindacati" della magistratura
Che la società sia retta dal simbolo dell´appeso dei tarocchi è gia noto da tempo, infatti, il mondo non è retto da un sist...
Leggi tutto
CIRCOLETTO TRAPANI
Per alcuni è quel pericolo di cui parlava Cioran, per altri uno strumento ottico per vedere meglio dentro di sé come sosteneva Proust, m...
Leggi tutto
RASSEGNA “VERBA MANENT”: SI PRESENTA GIOVEDI’ 27 APRILE AL TEATRO BIONDO DI PALERMO
Sarà presentata alle 12.30 di giovedì 27 aprile al Teatro Biondo di Palermo, Verba Manent, seconda edizione della nuova rassegna di teat...
Leggi tutto
ALCAMO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GLI IMPERTINENTI” MERCOLEDI’ 26 APRILE ORE 18.30 COLLEGIO DEI GESUITI
Mercoledì 26 aprile, alle ore 18.30, presso l’Auditorium del Complesso monumentale del Collegio dei Gesuiti di Alcamo sarà presentato il...
Leggi tutto
L’assessore Indelicato incontra i titolari delle attività commerciali, turistiche e recettive di Tre Fontane e Torretta Granitola
L’assessore allo Sviluppo Economico Natale Indelicato invita tutti i titolari delle attività commerciali, turistiche e recettive di Tre Fontane...
Leggi tutto
Servizio straordinario “post festività” di ritiro rifiuti differenziati a Tre Fontane e Torretta Granitola
Si avvisano i titolari delle attività commerciali e ricettive di Tre Fontane e Torretta Granitola che, in occasione delle prossime festivit&agr...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Morena su CITTA’ DI MARSALA - MOSTRA FOTOGRAFICA COLLETTIVA Associazione “Lunghezze d’Onda”:
Con l´entrata in vigore dell´ora legale l´inaugurazione subirà una piccola variazione: Vi aspettiamo alle 17,30 al Ente Mostra Convento Del Carmine Di Marsala


Onofrio Corona su Doppio evento a Palermo con Luigi Moio: presentazione del libro e seminario-degustazione:
Complimenti agli organizza dell´evento. Il collega Moio è stato fantastico, con il suo nuovo libro è riuscito a presentare i risultati scientifici, ottenuti in molti anni di ricerca, con una chiave di lettura resa semlice e comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Questi porterà sicuramente una maggiore chiarezza ai tecnici ed agli appassionati del mondo enologico. L´escusiva masterclass tenuta dal prof. Moio ha affascinato tutti, tecnici studenti Enologi e appassionati del vino.


Angela galaverni su LNDC continua a raccogliere adesioni per la possibilità di prescrivere farmaci a costo contenuto anche per gli animali e mettere fine a questa ingiusta discriminazione.:
Sarebbe molto utile


scorfano su TRAPANI - RIPRENDE DOMANI L´EROGAZIONE IDRICA AL CENTRO STORICO:
Da quando frequentavo la 1^ elementare 54 anni fà che la città di trapani ha avuto sempre problemi d´acqua , nessuna amministrazione comunale è riuscita ha risolvere questo problema .I siciliani compreso i trapanesi in alti Italia o all´estero risolvono tutti i problemi del luogo dove lavorano è si fanno valutare .


nino sutera su MARSALA - CONSIGLIO COMUNALE: SEDUTA DEDICATA ALLE INTERROGAZIONI:
Le De.Co non sono un marchio: la Denominazione Comunale mentre è più correttamente un processo culturale, non è un marchio di garanzia di qualità, ma la carta d’identità di un prodotto, un’attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto/produzione/evento al luogo storico di origine. In questo processo culturale, i disciplinari, le commissioni, e i regolamenti, mutuati dai marchi di tutela di tipo europeo (dop, igp, doc, ect) sono perfettamente inutili, oltre che dannosi


giovanni su L’ON. DORINA BIANCHI, SOTTOSEGRETARIO DI STATO AI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO, È STATA IN QUESTI GIORNI ALLE ISOLE EGADI:
ma questo onorevole non ha detto nulla sulla crntrale elettrica a gasolio che vogliono costruire?


Giuliano Grasselli su GAL ELIMOS - PARTENARIATO TERRA DEGLI ELIMI 2020:
Non buttateli i soldi.Ho visto lo scempio di Calatafimi. Ho visto i guardiani a un monumento che presenziano in tre turni. Aprite le chiese di Trapani ai turisti. Rendete umani gli orari del Museo Pepoli (sono stato 3 volte e non sono riuscito a entrare.


VITO su AREA VASTA: ADERISCONO ALTRI DIECI COMUNI, TRA CUI AGRIGENTO:
CHIACCHIERE, CHIACCHIERE, CHIACCHIERE ...............


umberto martino su GUARDIA COSTIERA - CONFERENZA PROPEDEUTICA ALL’AVVIO DELLA STAGIONE BALNEARE 2016:
Rallegramenti! Se il refresh normativo consiste nell´insegnare come multare un natante che, intento ad un´innocua pesca a traina (vel. max: 2 nodi !), era a meno di 300 mt dalla costa, deserta, allora stiamo freschi !


Giuseppe Nilo su AL MARSALESE FRANCESCO BARRACO IL 2 GIUGNO LA "MEDAGLIA DELLA LIBERAZIONE", CONFERITA DAL MINISTRO DELLA DIFESA:
l´amore filiale che annebbia ogni cosa Ollre a Francesco Barraco sono state consegnate le medaglia ai partigiani: CARLO ALIERI "OTTOBRE" (20 Marzo 1924) PARTIGIANO Brigata "Giovane Italia" ROSARIO PARRINELLO "CAPITANO" (2 Gennaio 1918) PARTIGIANO Brigata "Cacciatori delle Alpi" Giuseppe Nilo presidente ANPI Marsala


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

powered by
First Web