Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 12/07/2016 da REDAZIONE REGIONALE

PRESENTATO AL CASTELLO DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO IL PREMIO LETTERARIO FATEMA MERNISSI

PRESENTATO
Quale luogo più adatto come questo del castello arabo normanno dove le diversità culturali hanno
contribuito, nel passato recente, alla nascita e alla costruzione di questo bellissimo “CastelloAmMARE”
per presentare il Premio Letterario Fatema Mernissi? No, non poteva esserci altro ambiente con questa
peculiarità carico di quel lievito madre che è la cultura che unisce i popoli per farli vivere
armoniosamente insieme. Ed è per questo che Amina Belghouate, Anna Maria De Blasi e Antonio
Giunta hanno scelto questa location.
Il Premio Letterario Fatema Mernissi -Narrativa e poesia- “Da una sponda all´altra del Mediterraneo…
le donne scrivono che ha come titolo "Il Giro di Boa" Chi o cosa ha cambiato la mia vita”, promosso
dal Fo.do.m.i, Forum delle donne marocchine in Italia, in sinergia con il Rotary Club Palermo Baia dei
Fenici e l´Associazione "Diritti Umani Contro Tutte le Violenze" - sportello antiviolenza "Diana",
sostenuto dall´ITI "L. Da Vinci" di Trapani, dalla FIDAPA sezione di Alcamo, dall’Associazione GIVA
volontari di Favignana, si propone di far conoscere una donna, scomparsa di recente, che non è stata
come le altre donne.
Si prefigge anche, come obiettivo in progress, di far emergere attraverso la parola scritta dei
componimenti letterari quelle donne che hanno da raccontare, per raccontarsi e raccontarci, per
conoscerci e conoscere culture che viaggiano da una sponda all’altra del Mare Nostrum togerther.
Gli scritti dei partecipanti al concorso dovranno pervenire in formato pdf entro e non oltre il 10
settembre2016, accompagnati da una autopresentazione all’indirizzo e-mail
Fatemamernissi.premio@gmail.com
La giuria del Premio è composta da Mounya Allai, poetessa; Leila Ben Salah, giornalista/scrittrice;
Patrizia Consolo, scrittrice; Anna Maria Gallone, regista/giornalista/scrittrice; Kaarima Moual,
giornalista; Ivana Trevisan, antropologa/scrittrice. Verranno assegnati alle prime opere selezionate i
seguenti premi:
1° premio, partecipazione a un evento culturale con presentazione dell’opera premiata in Marocco, con
il patrocinio dell’Università “Ibm Zohr” di Agadir e l’Unione degli scrittori del Marocco;
2° premio, presentazione e lettura dell’opera premiata presso Casa delle donne di Milano. La cerimonia
di premiazione si terrà il 20 ottobre nella sala Conferenze-Ufficio d’informazione del Parlamento
Europeo di Milano.
Chi è la Mernissi? Scrittrice e sociologa, docente all’Università Mohamed V di Rabat, è una delle più
importanti scrittrici arabe contemporanee. Impegnata in diverse organizzazioni internazionali come
l’UNESCO e l’ILOT a favore della promozione dei diritti della donna e il ruolo femminile
nell’economia e nelle dinamiche sociali del Marocco contemporaneo.
Ha avuto diversi riconoscimenti internazionali, ha dato voce a chi voce non aveva, a chi i diritti umani
sono stati negati o calpestati, cultrice dell’arte, sulla base dei valori per lei essenziali quali la dignità
individuale, l’amicizia, l’infanzia serena, l’autodeterminazione della donna, la solidarietà, la cultura.
Presenti al tavolo dei relatori: S. E. Ahmed Sabri Console Generale del Regno del Marocco a Palermo
che ha evidenziato gli ottimi rapporti di scambi culturali e di cooperazione in campo sanitario che si
sono instaurati tra la Sicilia e il Marocco.
Il Presidente del Rotary Club Palermo Baia dei Fenici, Vincenzo Giannetto ha parlato dei numerosi
progetti che il suo club realizza, infatti, è in atto un gemellaggio con il Rotary della città di Tangeri in
ambito medico-sanitario per la cura e la prevenzione della Talassemia. Ha evidenziato, inoltre, che il
socio dott. Antonio Giunta vice-presidente della Commissione Rotary per la lotta alla talassemia in
Marocco, è da tempo impegnato ed opera in prima linea in questo importante progetto.
Amina Belghouate e Mounya Allali, due delle tre fondatrici del Forum Donne Marocchine in Italia
hanno illustrato le numerosissime iniziative del forum, della Caravane Civique che è un progetto
itinerante ideato dalla Mernissi, una libreria su ruote, che gira per le aree più remote del paese per
presentare alla popolazione i libri e la bellezza delle storie locali o spiegare la nuova legge di famiglia,
per illustrare la bellezza dei mestieri artigiani, la tessitura dei tappeti, e anche l’utilità di creare nuovi
mercati digitali;
Noaman Beji, dottore di Ricerca in Storia Medioevale dell’Università di Palermo ha relazionato sul
tema “Idee, parole e provocazioni, una donna che non è come le altre” ha presentato la figura,
l’impegno sociale e civile della potenza della scrittura di questa autrice globale, tradotta ovunque che ha
rappresentato il femminismo musulmano.
I suoi libri, “Harem e Occidente; Islam and Democrazia” e altri, infatti, hanno preparato il terreno
emotivo e intellettuale su cui le donne marocchine hanno potuto combattere la battaglia per i diritti.
La docente e Past President del Rotary club Castellammare del Golfo Segesta Terre Elimi Anna Maria
De Blasi ha fatto da moderatrice. La relazione “Fatema Mernissi e la rivoluzione islamica” preparata da
Pasquale Hamel, docente dell’Università di Palermo, che per imprevisti dell’ultimo momento non è
potuto essere presente in sala, è stata letta dalla scrittrice e saggista Pietra De Blasi.
La Mernissi è anche promotrice di Synergie Civique che ha permesso a tante donne dell’Atlante di
sottrarsi alle esigenze del mercato; accanto ai tappeti che producono sulla base delle richieste del
mercato hanno mantenuto il privilegio di tessere i tappeti dei loro sogni. "Ogni madre insegna alla
propria figlia a non riprodurre i propri sogni ma ad inventarne dei propri, come ha detto Pietra De Blasi
che è stata in alcuni villaggi della catena dell’Atlante, durante il suo intervento, che ogni tappeto è per le
donne che intrecciano con amore e passione trama, ordito assieme a migliaia di nodi, una lettera
d’amore ricca di disegni carichi di simbologia. In questa lettera adagiano speranze, vittorie sconfitte
progetti ed emozioni, sogni e fantasie di tutte quelle donne che hanno portato in grembo una nuova
vita e hanno dato speranza, bellezza e continuità al Creato. Per tutte le amiche o sorelle che non hanno
occhi per ammirarlo, lasciano in dono le frange lunghe come i fili degli aquiloni perché si possano
appigliare e lasciarsi andare ed imparare a volare, ad essere persone, donne determinate, ad essere se
stessi per camminare sulle proprie gambe con la propria testa, proprio quello che auspicava la Mernissi
per ogni donna marocchina”.
Presenti inoltre: Il sindaco della città Nicola Coppola che ha portato i saluti, l’assessore alla cultura
Marilena Barbara, Gabriella Lo Bue della FIDAPA sezione di Alcamo, la presidente Angela Fundarò
Mattarella della Inner Wheel di Palermo; il Presidente Ambrogio Caltagirone dell’Associazione
Volontari GIVA di Favignana, il Dirigente scolastico Erasmo Miceli dell’ITI "L. Da Vinci" Trapani, il
dott. Antonino Giunta, autorità civili, tanti amici e presenze prestigiose come Monsignore Michele
Crociata, che ha fatto dono ai convenuti di una sua opera letteraria "La storia della Sicilia". C´era anche
lo scrittore “Popolare” Salvatore Palazzolo.
Anna Maria De Blasi nella sua breve introduzione ha posto l’attenzione su alcuni tristi fatti di cronaca
di violenza e razzismo che sono purtroppo accaduti di recente e che a parer suo, “occorre ricominciare,
in primis, dai bambini, dalle giovani generazioni e poi da ognuno di noi. Noi abbiamo scordato la
lezione di quei grandi uomini che hanno speso la loro vita per combattere contro l’odio razziale.
Ricominciare da chi ancora non ha i pregiudizi, i bambini, sperando che ci siano abbastanza uomini di
buona volontà e di sani ideali per vincere questa sfida educativa. Io ce la metterò tutta, a casa, a scuola,
per strada, ovunque sarà necessario. Avrei voluto offrire ai miei figli un mondo più bello, più vero, più
giusto. Stasera dieci minuti di telegiornale sono stati sufficienti per sentirmi addosso un avvilente senso
di sconfitta e di impotenza”.
Invece, il prof. Ambrogio Caltagirone, ricorda che “La bellezza salverà il mondo e ad annunciarcelo è
qualcuno che certamente "Idiota" non è, e ci dobbiamo credere! Soprattutto se a dircelo è un gigante
della letteratura mondiale. La bellezza salverà il Mondo quindi, prendere o lasciare! E mettendolo nero
su bianco Fiodor Dostoevskij ci esorta e nello stesso tempo affida e conferisce alla scrittura un
compito, una missione salvifica che è quella di aiutare l’umanità lungo la faticosa strada dell’amore e
della Pace tra i popoli della Terra”.
Salam, Inshall!
Pietra De Blasi

 

ALTRE NOTIZIE

19 luglio. Uniti per la legalità per ricordare Paolo Borsellino e le vittime della strage di Via D´Amelio 2020
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende ricordare la Strage di Via D’Amelio...
Leggi tutto
A CATANIA SABRAGE ACADEMY E SABRAGE PARTY IN VIGNETO IL PROSSIMO 29 LUGLIO
A grande richiesta, la prima accademia italiana dedicata all’arte del sabrage torna a Catania, ospite di Cantine Ni...
Leggi tutto
SICILIAMBIENTE: 8 DOCUMENTARI IN CONCORSO - DA CHERNOBYL AL SENEGAL ACCOMPAGNATI DALLE RIFLESSIONI DEL PREMIO OSCAR JEFF BRIDGES
Saranno 8 i documentari in concorso alla XII edizione di SiciliAmbiente
Leggi tutto
Legalità, al via i campi estivi nei beni confiscati alla mafia. Mille ragazzi coinvolti in quattro regioni: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
A Locri (RC) siglato il Protocollo tra il Ministero dell’Istruzione e la Presidenza della Commissione Parlamentare...
Leggi tutto
Turismo a Trapani, Erice, Marsala, Castellammare, San Vito e in altri sei comuni della provincia, finanziamento Ue da 125 mila euro metterà in rete piccole imprese per creare nuove opportunità
Dall´Unione europea arriva un finanziamento da 125 mila euro per creare nuove opportunità ai piccoli o...
Leggi tutto
Informazione e politica: dichiarazione del segretario provinciale di Trapani dell´Associazione Siciliana della Stampa, Vito Orlando
Le dichiarazioni rese dal procuratore della Repubblica di Trapani Roberto Agnello, nell´ambito dell´indagine sul sindaco di Erice, Daniela...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web