Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 31/05/2016 da REDAZIONE REGIONALE

LEGAMBIENTE - A FAVIGNANA TAGLIO DEI COMBUSTIBILI FOSSILI

LEGAMBIENTE Dagli articoli di stampa usciti in questi giorni si legge che Favignana farà a meno dei combustibili fossili. Apprendiamo con favore questo annuncio perché Legambiente è da tempo in prima linea nella battaglia per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili.
Nel repentino cambiamento della strategia comunicativa ed energetica della SEA si intravedono alcuni elementi di forte criticità, tra cui:
- Lo sfregio paesaggistico, con la permanenza della localizzazione della nuova centrale a 350 metri da Cala Azzurra
- Il tentativo di un neonato greenwashing, valutata la possibilità che sia una riedizione solo apparentemente ‘verde’ del precedente progetto, vecchio e impresentabile per come era concepito e, alla luce della logica che muoverà il prossimo decreto del Ministero dello sviluppo energetico, non più utile per la ricezione dei rimborsi, di cui le imprese elettriche sulle isole minori hanno fin qui goduto.
- La millantata collaborazione tra società elettrica e cittadini, con un inverosimile cambiamento di opinione di questi ultimi e dell’Amministrazione comunale rispetto al gradimento del “nuovo” progetto, considerato che non risulta avviato alcun processo di partecipazione e ascolto pubblico.
In un momento in cui si decide l’indirizzo della politica energetica di un territorio ad alto valore aggiunto, come quello dell’isola di Favignana, non può bastare solamente un cambiamento della strategia comunicativa per determinare una effettiva, radicale riconversione nella tipologia di produzione energetica. Siamo abituati alle politiche dell’annuncio (‘Favignana isola a zero emissioni’) cosa diversa è l’attuazione di queste politiche. Aggiungiamo che azioni per una riconversione a sistemi di produzione più sostenibili sono state messe in campo negli anni passati dall’amministrazione del comune di Favignana con il progetto ‘Egadi, sole e stelle’. Peccato che SEA non abbia minimamente aderito allora alle possibilità che venivano offerte alle aziende produttrici di energia. Ma se tutte queste azioni riguardano le intenzioni future, è chiaro che nel breve periodo ciò che accadrà sarà la collocazione di un sito industriale alimentato a gasolio, ad impatto ambientale fortissimo, in un’area ad alto valore paesaggistico. Tanto rumore per nulla, verrebbe da dire, leggendo i grossi titoli che i nuovo addetti alla comunicazione della SEA propongono ai mass media. A parte la copertura di pannelli fotovoltaici sulla nuova centrale, tutta da verificare per i vincoli che la soprintendenza prevede, il resto rimane invariato.
Legambiente intende seguire con estrema attenzione gli indirizzi politici e le conseguenti azioni dell’Amministrazione comunale, nonché i passi che la SEA intende compiere in questa fase. Guarderemo oltre gli annunci e i proclami perché occorrono idee strategiche coraggiose e una visione etica che va ben oltre i titoli sui giornali, per garantire una reale trasformazione nella politica energetica del territorio delle isole Egadi. L’inaugurazione dell’elettrodotto che collega la Sicilia e la Calabria da parte del presidente del consiglio, Matteo Renzi, e l’annuncio di un risparmio di ben 600 milioni di euro all’anno grazie all’interconnessione mettono in campo prospettive molto incoraggianti anche per l’isola di Favignana, dove i meccanismi di utilità pubblica, l’economicità degli investimenti e l’abbattimento delle emissioni possono dare corpo a nuove soluzioni da prendere in considerazione.
Ricordiamo infine che, per aumentare la quota di energia rinnovabile e portare davvero ad un futuro a zero emissioni, la soluzione che prevede la stesura del cavo tra Favignana, Levanzo e Marsala potrebbe produrre un incremento di questa quota, in particolare grazie agli interventi privati, come dimostrato dai dati del Ministero su realtà interconnesse e non interconnesse.

Commenti
01/06/2016 - La soluzione più semplice, più economica e più logica è il cavidotto sottomarino tra Marsala e Favignana; ogni anno alla SEA vengono integrati 6,5 milioni di euro, ossia quanto costerebbe il cavo sottomarino; significa che con i soldi risparmiati si potrebbero incentivare i privati a fare impianti fotovoltaici; qualsiasi soluzione che mantiene in piedi una centrale a gasolio serve solo a buttare denaro, quando ormai è stato accertato che esiste l´alternativa dell´interconnessione (rosy)
01/06/2016 - per favore ingrandite le immagini che se no non si condividono su facebook (peppe)
01/06/2016 - Il sindaco e la Giunta si oppongono solo per una questione politica, a loro non interessa dello sviluppo delle rinnovabili, vogliono soltanto stare attaccati alle poltrone il più allungo possibile nascondendosi dietro una facciata ambientalista. Lo prova il fatto che non hanno mai preso un tecnico di parte per confutare la strategia della SEA per paura che il tecnico analizzando dati alla mano possa legittimare la linea che la società vuole coraggiosamente intraprendere (Vincenzo)

 

ALTRE NOTIZIE

I tanti Volontari onesti nei Vigili del Fuoco meritano rispetto e prestigio per il loro prezioso tempo concesso al servizio della collettività
La Cronaca di questi giorni merita riflessione sulla delicata circostanza che vede coinvolti i Dispositivi di protezione Individuale (DPI) indossati d...
Leggi tutto
Gregor Fucka con la pallacanestro di Trapani
La Pallacanestro Trapani è lieta di comunicare che il suo staff tecnico si arricchisce di una personalità di caratura internazionale: Gr...
Leggi tutto
“Contrattazione. Un valore aggiunto per tutti” organizzato e promosso dalla Uil Pubblica Amministrazione Sicilia,
Il ruolo della contrattazione sotto il profilo dell’organizzazione degli uffici e del rapporto di lavoro, secondo le modalità contenute nell’in...
Leggi tutto
Cento candeline per la signora Anna Pantaleo: gli auguri del sindaco Castiglione alla nuova centenaria di Campobello
Campobello vanta una nuova centenaria. A raggiungere l’importante traguardo del secolo di vita, ieri, è stata la signora Anna Pantaleo, nata il...
Leggi tutto
Lunedì 21 agosto la Notte Bianca Marsala 2.0: tutti gli appuntamenti
Ancora pochi giorni alla prima Notte Bianca targata Pro Loco Marsala 2.0, una serata- quella di lunedì 21 agosto- ricca di eventi per tutti i g...
Leggi tutto
Cinisi: Concerto tra le gole al Santuario della Madonna del Furi
Nell´ambito della manifestazione "Notti di Sicilia" si terrà venerdì 18 agosto 2017 alle ore 21,00, al Santuario della Madonna del Furi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

VITO su Fontana: «Una serie di eventi decontestualizzati non possono rilanciare Erice»:
PURTROPPO DIECI ANNI DI SINDACATURA TRANCHIDA HANNO DECRETATO LA MORTE CEREBRALE DI ERICE !!


VITO su ODDO: “L’ALTA VELOCITA’ DEVE ARRIVARE A TRAPANI”:
QUELLO CHE RITIENE ODDO, A NOI TRAPANESI INTERESSA POCO; UNA COSA E´ CERTA CHE, GRAZIE AI QUESTI INUTILI DEPUTATI REGIONALI DELLA PROVINCIA DI TRAPANI, A NOI NON ARRIVERA´ NIENTE !! UNA VOLTA TANTO, ODDO ABBIA LA DELICATEZZA DI TACERE !!


VITO su La Sicilia brucia, il sistema del precariato sotto accusa:
FORSE DOPO TANTO TEMPO CI SONO ARRIVATI ANCHE LORO !!


Beniamina su GUARDIA DI FINANZA: AVVICENDAMENTO ALLA TENENZA DI CASTELVETRANO.:
Complimenti vivissimi, ragazzo straordinario famiglia eccellente.in bocca a lupo.Ti meriti ciò


paolo su IIª edizione del Gran Premio Karting Lido Valderice, gara valida per il Campionato Regionale Circuiti Cittadini,:
Leggendo la notizia volevo rettificare il pilota della Kz3 gruppo 4 under, la rimonta era effettuata da Alfano Paolo e non Ferlito Mario, in quanto quest´ultimo è uscito di scena nei primi giri della gara. Alfano invece ha impattato causando il termine della gara nel penultimo giro. Grazie della cortesia.


paolo su IIª edizione del Gran Premio Karting Lido Valderice, gara valida per il Campionato Regionale Circuiti Cittadini,:
Leggendo la notizia volevo rettificare il pilota della Kz3 gruppo 4 under, la rimonta era effettuata da Alfano Paolo e non Ferlito Mario, in quanto quest´ultimo è uscito di scena nei primi giri della gara. Alfano invece ha impattato causando il termine della gara nel penultimo giro. Grazie della cortesia.


Gianni su Lettera del sindaco Vito Damiano all´on. Mimmo Fazio:
Non abbiamo elementi per giudicare penalmente fazio ,ci penserà la magistratura ma ne abbiamo tanti per giudicare il ruolo di sindaco . I diverbio personali ai cittadini trapanesi interessano poco,quello che noi guardiamo e chi lavora per la città , aldilà dei fatti personali Fazio e stato un grande sindaco ,presente,facile incontrarlo alle 6 di mattina a controllare la pulizia delle spiagge sono cose che i cittadini guardano , sul suo operato non riesco a vedere qualcosa che abbia la


Andrea Pellegrino su 70 anni dopo ritorna uno Stefano Pellegrino a Palazzo dei Normanni. Grande oppositore della retribuzione dei parlamentari:
Vi ringrazio per questo splendido articolo. Spero che mio padre possa onorare la memoria e il bagaglio etico ereditato dal nonno. Grazie ancora. Andrea Pellegrino


Mario gabrielli su Torna in mare Vito, Caretta caretta curata presso il Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’AMP Isole Egadi:
Salve, la caretta caretta Vito è stata tratta in salvo da noi ( mario gabrielli, simone missori e andrea buccella) a largo di san vito lo capo, in evidenti problemi di galleggiamento. L abbiamo presa e portata fino al porto di san vito lo capo e chiamato la capitaneria di porto di trapani, che dopo 45 min ´ arrivata e l ha presa in carico.


cerri claudio su SVILUPPO TURISTICO A MAZARA, LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE VITO GANCITANO:
Sono particolarmente contento e interessato all´articolo sullo sviluppo del Turismo a Mazara grazie alla cittadinanza e all´Amministrazione Comunale riusciremo ad incrementare e portare più Stranieri per far conoscere questa area della Sicilia ,intanto cominciamo con gli Olandesi e poi vedremo .....from Hopps Hotel


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

powered by
First Web