Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 31/05/2016 da REDAZIONE REGIONALE

LEGAMBIENTE - A FAVIGNANA TAGLIO DEI COMBUSTIBILI FOSSILI

LEGAMBIENTE Dagli articoli di stampa usciti in questi giorni si legge che Favignana farà a meno dei combustibili fossili. Apprendiamo con favore questo annuncio perché Legambiente è da tempo in prima linea nella battaglia per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili.
Nel repentino cambiamento della strategia comunicativa ed energetica della SEA si intravedono alcuni elementi di forte criticità, tra cui:
- Lo sfregio paesaggistico, con la permanenza della localizzazione della nuova centrale a 350 metri da Cala Azzurra
- Il tentativo di un neonato greenwashing, valutata la possibilità che sia una riedizione solo apparentemente ‘verde’ del precedente progetto, vecchio e impresentabile per come era concepito e, alla luce della logica che muoverà il prossimo decreto del Ministero dello sviluppo energetico, non più utile per la ricezione dei rimborsi, di cui le imprese elettriche sulle isole minori hanno fin qui goduto.
- La millantata collaborazione tra società elettrica e cittadini, con un inverosimile cambiamento di opinione di questi ultimi e dell’Amministrazione comunale rispetto al gradimento del “nuovo” progetto, considerato che non risulta avviato alcun processo di partecipazione e ascolto pubblico.
In un momento in cui si decide l’indirizzo della politica energetica di un territorio ad alto valore aggiunto, come quello dell’isola di Favignana, non può bastare solamente un cambiamento della strategia comunicativa per determinare una effettiva, radicale riconversione nella tipologia di produzione energetica. Siamo abituati alle politiche dell’annuncio (‘Favignana isola a zero emissioni’) cosa diversa è l’attuazione di queste politiche. Aggiungiamo che azioni per una riconversione a sistemi di produzione più sostenibili sono state messe in campo negli anni passati dall’amministrazione del comune di Favignana con il progetto ‘Egadi, sole e stelle’. Peccato che SEA non abbia minimamente aderito allora alle possibilità che venivano offerte alle aziende produttrici di energia. Ma se tutte queste azioni riguardano le intenzioni future, è chiaro che nel breve periodo ciò che accadrà sarà la collocazione di un sito industriale alimentato a gasolio, ad impatto ambientale fortissimo, in un’area ad alto valore paesaggistico. Tanto rumore per nulla, verrebbe da dire, leggendo i grossi titoli che i nuovo addetti alla comunicazione della SEA propongono ai mass media. A parte la copertura di pannelli fotovoltaici sulla nuova centrale, tutta da verificare per i vincoli che la soprintendenza prevede, il resto rimane invariato.
Legambiente intende seguire con estrema attenzione gli indirizzi politici e le conseguenti azioni dell’Amministrazione comunale, nonché i passi che la SEA intende compiere in questa fase. Guarderemo oltre gli annunci e i proclami perché occorrono idee strategiche coraggiose e una visione etica che va ben oltre i titoli sui giornali, per garantire una reale trasformazione nella politica energetica del territorio delle isole Egadi. L’inaugurazione dell’elettrodotto che collega la Sicilia e la Calabria da parte del presidente del consiglio, Matteo Renzi, e l’annuncio di un risparmio di ben 600 milioni di euro all’anno grazie all’interconnessione mettono in campo prospettive molto incoraggianti anche per l’isola di Favignana, dove i meccanismi di utilità pubblica, l’economicità degli investimenti e l’abbattimento delle emissioni possono dare corpo a nuove soluzioni da prendere in considerazione.
Ricordiamo infine che, per aumentare la quota di energia rinnovabile e portare davvero ad un futuro a zero emissioni, la soluzione che prevede la stesura del cavo tra Favignana, Levanzo e Marsala potrebbe produrre un incremento di questa quota, in particolare grazie agli interventi privati, come dimostrato dai dati del Ministero su realtà interconnesse e non interconnesse.

Commenti
01/06/2016 - La soluzione più semplice, più economica e più logica è il cavidotto sottomarino tra Marsala e Favignana; ogni anno alla SEA vengono integrati 6,5 milioni di euro, ossia quanto costerebbe il cavo sottomarino; significa che con i soldi risparmiati si potrebbero incentivare i privati a fare impianti fotovoltaici; qualsiasi soluzione che mantiene in piedi una centrale a gasolio serve solo a buttare denaro, quando ormai è stato accertato che esiste l´alternativa dell´interconnessione (rosy)
01/06/2016 - per favore ingrandite le immagini che se no non si condividono su facebook (peppe)
01/06/2016 - Il sindaco e la Giunta si oppongono solo per una questione politica, a loro non interessa dello sviluppo delle rinnovabili, vogliono soltanto stare attaccati alle poltrone il più allungo possibile nascondendosi dietro una facciata ambientalista. Lo prova il fatto che non hanno mai preso un tecnico di parte per confutare la strategia della SEA per paura che il tecnico analizzando dati alla mano possa legittimare la linea che la società vuole coraggiosamente intraprendere (Vincenzo)

 

ALTRE NOTIZIE

A difendere i lavoratori sono rimasti le istituzioni e non i "sindacati" della magistratura
Che la società sia retta dal simbolo dell´appeso dei tarocchi è gia noto da tempo, infatti, il mondo non è retto da un sist...
Leggi tutto
CIRCOLETTO TRAPANI
Per alcuni è quel pericolo di cui parlava Cioran, per altri uno strumento ottico per vedere meglio dentro di sé come sosteneva Proust, m...
Leggi tutto
RASSEGNA “VERBA MANENT”: SI PRESENTA GIOVEDI’ 27 APRILE AL TEATRO BIONDO DI PALERMO
Sarà presentata alle 12.30 di giovedì 27 aprile al Teatro Biondo di Palermo, Verba Manent, seconda edizione della nuova rassegna di teat...
Leggi tutto
ALCAMO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GLI IMPERTINENTI” MERCOLEDI’ 26 APRILE ORE 18.30 COLLEGIO DEI GESUITI
Mercoledì 26 aprile, alle ore 18.30, presso l’Auditorium del Complesso monumentale del Collegio dei Gesuiti di Alcamo sarà presentato il...
Leggi tutto
L’assessore Indelicato incontra i titolari delle attività commerciali, turistiche e recettive di Tre Fontane e Torretta Granitola
L’assessore allo Sviluppo Economico Natale Indelicato invita tutti i titolari delle attività commerciali, turistiche e recettive di Tre Fontane...
Leggi tutto
Servizio straordinario “post festività” di ritiro rifiuti differenziati a Tre Fontane e Torretta Granitola
Si avvisano i titolari delle attività commerciali e ricettive di Tre Fontane e Torretta Granitola che, in occasione delle prossime festivit&agr...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Morena su CITTA’ DI MARSALA - MOSTRA FOTOGRAFICA COLLETTIVA Associazione “Lunghezze d’Onda”:
Con l´entrata in vigore dell´ora legale l´inaugurazione subirà una piccola variazione: Vi aspettiamo alle 17,30 al Ente Mostra Convento Del Carmine Di Marsala


Onofrio Corona su Doppio evento a Palermo con Luigi Moio: presentazione del libro e seminario-degustazione:
Complimenti agli organizza dell´evento. Il collega Moio è stato fantastico, con il suo nuovo libro è riuscito a presentare i risultati scientifici, ottenuti in molti anni di ricerca, con una chiave di lettura resa semlice e comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Questi porterà sicuramente una maggiore chiarezza ai tecnici ed agli appassionati del mondo enologico. L´escusiva masterclass tenuta dal prof. Moio ha affascinato tutti, tecnici studenti Enologi e appassionati del vino.


Angela galaverni su LNDC continua a raccogliere adesioni per la possibilità di prescrivere farmaci a costo contenuto anche per gli animali e mettere fine a questa ingiusta discriminazione.:
Sarebbe molto utile


scorfano su TRAPANI - RIPRENDE DOMANI L´EROGAZIONE IDRICA AL CENTRO STORICO:
Da quando frequentavo la 1^ elementare 54 anni fà che la città di trapani ha avuto sempre problemi d´acqua , nessuna amministrazione comunale è riuscita ha risolvere questo problema .I siciliani compreso i trapanesi in alti Italia o all´estero risolvono tutti i problemi del luogo dove lavorano è si fanno valutare .


nino sutera su MARSALA - CONSIGLIO COMUNALE: SEDUTA DEDICATA ALLE INTERROGAZIONI:
Le De.Co non sono un marchio: la Denominazione Comunale mentre è più correttamente un processo culturale, non è un marchio di garanzia di qualità, ma la carta d’identità di un prodotto, un’attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto/produzione/evento al luogo storico di origine. In questo processo culturale, i disciplinari, le commissioni, e i regolamenti, mutuati dai marchi di tutela di tipo europeo (dop, igp, doc, ect) sono perfettamente inutili, oltre che dannosi


giovanni su L’ON. DORINA BIANCHI, SOTTOSEGRETARIO DI STATO AI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO, Č STATA IN QUESTI GIORNI ALLE ISOLE EGADI:
ma questo onorevole non ha detto nulla sulla crntrale elettrica a gasolio che vogliono costruire?


Giuliano Grasselli su GAL ELIMOS - PARTENARIATO TERRA DEGLI ELIMI 2020:
Non buttateli i soldi.Ho visto lo scempio di Calatafimi. Ho visto i guardiani a un monumento che presenziano in tre turni. Aprite le chiese di Trapani ai turisti. Rendete umani gli orari del Museo Pepoli (sono stato 3 volte e non sono riuscito a entrare.


VITO su AREA VASTA: ADERISCONO ALTRI DIECI COMUNI, TRA CUI AGRIGENTO:
CHIACCHIERE, CHIACCHIERE, CHIACCHIERE ...............


umberto martino su GUARDIA COSTIERA - CONFERENZA PROPEDEUTICA ALL’AVVIO DELLA STAGIONE BALNEARE 2016:
Rallegramenti! Se il refresh normativo consiste nell´insegnare come multare un natante che, intento ad un´innocua pesca a traina (vel. max: 2 nodi !), era a meno di 300 mt dalla costa, deserta, allora stiamo freschi !


Giuseppe Nilo su AL MARSALESE FRANCESCO BARRACO IL 2 GIUGNO LA "MEDAGLIA DELLA LIBERAZIONE", CONFERITA DAL MINISTRO DELLA DIFESA:
l´amore filiale che annebbia ogni cosa Ollre a Francesco Barraco sono state consegnate le medaglia ai partigiani: CARLO ALIERI "OTTOBRE" (20 Marzo 1924) PARTIGIANO Brigata "Giovane Italia" ROSARIO PARRINELLO "CAPITANO" (2 Gennaio 1918) PARTIGIANO Brigata "Cacciatori delle Alpi" Giuseppe Nilo presidente ANPI Marsala


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

powered by
First Web