Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 18/02/2016 da Giusy Modica

LO SPORT AD ALTA QUOTA

LO
La pratica regolare dell´esercizio fisico riduce la morbilità e la mortalità per malattie cardiovascolari in funzione del tipo, della frequenza, della durata e 
dell´intensità dell´attività fisica, ed è ragionevole supporre che anche le condizioni ambientali nelle quali essa si svolge abitualmente possano avere un ruolo significativo.
Negli ultimi anni la maggior parte degli allenatori e degli atleti di resistenza e di calcio, hanno attribuito una grande importanza all´allenamento svolto in altitudine elevata in funzione degli effetti benefici che ne derivano nelle prestazioni a livello del mare.
L’effetto fisiologico più importante che si registra in altura è un aumento delle capacità di trasporto dell’ossigeno, dovuto sia ad un miglioramento degli apparati trasportatori di O2 , respiratorio e cardiovascolare, sia a modificazioni enzimatiche a livello periferico e ad una aumentata capacità di tamponamento grazie ad un miglioramento dell’equilibrio acido-base.
Da non sottovalutare è anche l’aumento dell´eritropoietina, proteina prodotta dal rene, che svolge un´azione diretta sul midollo osseo favorendo un aumentata quantità di globuli rossi.
Un allenamento, per definirsi in quota, o semplicemente “Altitude Training”, deve raggiungere una quota ottimale compresa tra 2000 e 2100-2200 metri sul livello del mare.
Svolgere la preparazione atletica in altura è particolarmente indicato in quegli sport che richiedono un´intensa e costante attività aerobica. Infatti, l’obiettivo principale dell´allenamento in montagna è quello di aumentare la capacità di utilizzo dell´ossigeno, in virtù della teoria: più ossigeno trasporti ai muscoli e maggiore sarà la prestazione atletica.
Diversi studi hanno dimostrato come i risultati ed i benefici “conquistati” in altura non sempre si rivelavano uguali per tutti, e ci si interrogava sulle motivazioni. A ciò si associò il livello di preparazione atletica del singolo soggetto. Prima di salire in alta quota, l’atleta deve raggiungere, a livello del mare, un’ottima condizione fisica generale. Pertanto chi non manifestava significativi miglioramenti dopo l´Altitude Training era quell´atleta che ancora non era ben preparato al soggiorno in altitudine.
Come qualsiasi altro tipo di allenamento intensivo, anch´esso presenta rischi, controindicazioni e precauzioni da adottare.
È chiaro che non è un allenamento che si presta a tutti, specie a quel soggetto che presenta delle patologie più meno gravi, perciò si raccomanda prima 
un´accurata valutazione clinica che stabilisca, attraverso esami strumentali specifici, lo stato di salute del paziente, le condizioni di funzione del suo cuore e l´adeguatezza della terapia.
E´ opportuno limitare l´attività fisica durante i primi giorni di soggiorno in quota, durante il processo di acclimatazione; ridurre l´entità dello sforzo ed evitare l´attività fisica in condizioni climatiche sfavorevoli; prestare attenzione a eventuali disturbi che possono insorgere durante lo sforzo o subito dopo; non fare attività fisica da soli; aumentare l’apporto di proteine e carboidrati, sia per il maggior fabbisogno energetico, sia per il sistema immunitario.
L’aria in altitudine è più fredda e più secca, e l’allenamento provoca un’elevata perdita di acqua e sali, con potenziale rischio di disidratazione; occorre, pertanto, bere sempre con regolarità ed avere sempre con sé acqua o soluzioni idro-saline di rinforzo.

Palermo
18 Febbraio 2016

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.






 

ALTRE NOTIZIE

Commemorazione Strage di Reggio Emilia 2020
Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani vuole commemorare le vittime della Strage d...
Leggi tutto
Si presenta alla Biblioteca centrale di Palermo il libro di Alfonso Lo Cascio “1943: la Reconquista dell’Europa. Dalla Conferenza di Casablanca allo sbarco in Sicilia”.
Organizzata dalla Biblioteca centrale della Regione Siciliana “Alberto Bombace” di Palermo, in collaborazion...
Leggi tutto
OPERAZIONE ANTIMAFIA DEI CARABINIERI: ESEGUITE 5 MISURE CAUTELARI. ARRESTATO IL BOSS MARIANO ASARO.
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, hanno tratto in arresto, in esecuzione de...
Leggi tutto
La lenta morte di Palermo, abbandonata da tutti e sommersa di rifiuti, burocrazia e inefficienza. Da tempo Rete Sociale Attiva ed Enbilgen Sicilia denunciano l´incapacità dell´attuale Giunta Comunale.
Apprendiamo dai mezzi di stampa che nella graduatoria “Governance Poll 2020” del Sole 24 Ore, che foto...
Leggi tutto
Riserve Naturali, necessitano interventi immediati
Aree naturali protette (Parchi e Riserve) e demanio marittimo, che caratterizzano e valorizzano i nostri territori, ...
Leggi tutto
AlmaLaurea_AL Lavoro Sicilia
CONCLUSA CON SUCCESSO LA PRIMA TAPPA DEL TOUR

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web