Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 10/12/2015 da REDAZIONE REGIONALE

SAN VITO - IL SINDACO CHIEDE CHE NON VENGA MESSA IN VENDITA LA EX-CASERMA

SAN
Il Sindaco di San Vito lo Capo, Matteo Rizzo, si appella al buon senso del commissario straordinario della ex Provincia Regionale affinché un polo sociale – culturale come l’immobile della via Savoia attualmente sede dell’ufficio turistico e di altre iniziative di spessore nazionale e internazionale non venga venduto e sottratto alla fruizione pubblica. Si tratta della ex caserma dei Carabinieri, sita al civico 55 del “decumano” sanvitese, di proprietà del Libero Consorzio e affidato in comodato d’uso al Comune, che l’Ente ha posto in vendita assieme ad altri cinque immobili di sua proprietà, al prezzo di oltre 500 mila euro.
“La palazzina in questione è diventata un centro di enorme importanza per il paese – dice il sindaco Rizzo – Qui, proprio nel cuore di San Vito, sono ubicati il front office turistico e vi si svolgono eventi culturali che hanno richiamato migliaia di persone, come la mostra dedicata alla gioventù che negli anni ’70 del secolo scorso frequentò la Costa Gaia proveniente da tutto il mondo; questo palazzo è il fulcro attorno al quale ruotano appuntamenti culturali famosissimi come il CousCous Fest e Libri, Autori e Buganvillee. Sottrarlo alla comunità sanvitese – aggiunge Rizzo – si tradurrebbe in un danno enorme per il turismo culturale della zona”.
Il primo cittadino ha inviato una nota ufficiale al commissario straordinario del Libero Consorzio, ai funzionari preposti e al Prefetto, per chiedere di bloccare in autotutela il bando per la vendita, dichiarando la disponibilità dell’Amministrazione a trasformare il comodato d’uso in contratto di affitto: “Se l´immobile fosse aggiudicato, il Comune di San Vito Lo Capo potrebbe essere costretto a cederne il possesso nel limitato tempo di giorni 30, come disciplinato dall’art. 3 del contratto di comodato, a suo tempo stipulato con la provincia Regionale di Trapani – scrive il Sindaco Rizzo nella sua nota, ricordando che il Libero Consorzio “tra i suoi compiti annovera anche la tutela, la promozione e la valorizzazione del territorio e delle iniziative di promozione turistica”.
Il Sindaco sottolinea come appaia “inopportuno da parte del Libero Consorzio Comunale di Trapani, attivare una procedura di vendita di un bene strategico per la valorizzazione turistica dell’intero territorio trapanese e del Comune di San Vito Lo Capo, che registra le maggiori presenze turistiche di questa Provincia, un bene attualmente utilizzato per una funzione di interesse pubblico. Le eventuali problematiche di bilancio del Libero Consorzio, potrebbero eventualmente interessare la dismissione di beni non utilizzati e non utilizzabili per fini di interesse pubblico”.
Rizzo contesta anche i tempi assegnati per la vendita: “è palese quanto, tra la data dell´avviso della vendita, 13.11.2015 e la gara della vendita stessa, (un mese) i margini di tempo onde permettere a qualsivoglia ente pubblico di decidere, attraverso gli organi addetti ex legge relativamente sia ad una eventuale partecipazione, sia al quantum da offrire in base alla disponibilità di bilancio, non siano assolutamente sufficienti, per le procedure normative d´obbligo a cui gli stessi risultano sottoposti”.
A conclusione della nota Matteo Rizzo a nome del Comue fa istanza “affinché venga revocata in autotutela la gara per la vendita dell´immobile sito in San Vito Lo Capo, nella Via Savoia n. 55, identificato al N.C.E.U del Comune di San Vito Lo Capo al fg map 5, part. 157, sub, (ex Caserma dei Carabinieri di San Vito Lo Capo), riconsiderando la possibilità di mantenere il bene tra le disponibilità del Libero Consorzio Comunale, vista l’utilità pubblica della sua attuale destinazione;
-affinché il Libero Consorzio Comunale, qualora confermi la malaugurata ipotesi di vendita, venga rifissata una gara con termini ampi, i quali possano soddisfare le legittime esigenze dell´ente pubblico locale, eventualmente interessato a valutare la possibilità di parteciparvi, ricorrendone i presupposti;
- affinchè venga prevista la possibilità di una offerta di acquisto pre -gara, ex art 16 del vigente “Regolamento per la disciplina del regime di gestione e di alienazione del patrimonio immobiliare”, sempre con termini che possano permettere l´eventuale partecipazione di un ente pubblico”.

 

ALTRE NOTIZIE

Prende il via venerdì 25 ottobre il nuovo ciclo di Incontri con l’Autore all´istituto alberghiero di Erice
Prende il via venerdì 25 ottobre, con un appuntamento pomeridiano fissato per le ore 18.30 alla Libreria Gall...
Leggi tutto
Convegno Regionale su Volontariato e Società a Palazzo Steri sala delle Capriate di AVO Sicilia ed AVO Palermo
Sabato 19 ottobre 2019 nella prestigiosa Sala delle Capriate di Palazzo Steri di Palermo si è svolto il Conve...
Leggi tutto
Qualifica conseguita dagli alunnidel Danilo Dolci
Partinico -Portato brillantemente a termine il triennio di studi, alunne ed alunni delle classi 3A, ...
Leggi tutto
Convegno USPI sulle fake news con Google e Facebook
Martedì 12 novembre 2019, su iniziativa dell’Unione Stampa Periodica Italiana, presso la Sal...
Leggi tutto
Progetto AMORU contro la violenza sulle donne: se ne parla il 22 ottobre a Villabate nel corso della cerimonia che segna il passaggio di consegne tra le presidenti della locale sezione della FIDAPA BPW
Una cerimonia importante, non solo formale, quella del passaggio di consegne tra Lucia Schillaci, presidente dal 201...
Leggi tutto
Sicilia: Comitato ZFM scrive a Miccichè, Ars approvi legge obiettivo
“Approvare una legge obiettivo, istitutiva delle Zone Franche Montane”. È la richiesta ribadita dal Comitato regiona...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web