Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 15/11/2015 da REDAZIONE REGIONALE

SONO STATI DEI GIORNI MOLTO INTENSI GLI ULTIMI VISSUTI A NISCEMI E DINTORNI

SONO
La conquista da parte di Turi Vaccaro di una delle tre parabole del MUOS ha dell’incredibile, dal punto di vista materiale e simbolico. Quel piccolo fortino che è il sito del MUOS, trincerato dietro metri e metri di filo israeliano, è stato violato. Per la prima volta.
Quella piccola base nella base, dove abbiamo visto da lontano i passaggi della costruzione delle parabole, con improvvise accelerazioni e arresti, è stata invasa da un corpo privo di divisa militare, scalzo e con un solo zainetto sulle spalle: così Turi è penetrato all’interno di uno dei siti strategici più importanti delle forze armate americane. Con la sola forza del suo corpo, si è arrampicato fino in cima e lì, per quasi due giorni, è rimasto, in compagnia di un martello. Solo a processo concluso apprendiamo la stima definitiva dei danni che Turi ha provocato alla parabola: 800 mila dollari di danni, tutti a carico degli Stati Uniti. La parabola è inutilizzabile e pare che per aggiustarla serviranno nuovi mezzi, nuovi operai, persino una nuova gru.
Senza voler in questo momento focalizzarci su quali scenari si aprono ora, se incominceranno da subito i lavori di riparazione nonostante il sito sia ancora sotto sequestro, quanto tempo ci vorrà e in che modo potremmo contrastare questi lavori, vogliamo innanzi tutto puntualizzare e dare il nome proprio alle cose. E chiaramente diciamo che Turi non ha semplicemente danneggiato il MUOS, ma lo ha sabotato, rendendolo così inutilizzabile.
Ogni martellata su quella parabola, per noi che la sentivamo da lontano, era la risposta più adeguata ad anni di mobilitazione contro questo mostro metallico. Ognuna delle martellate aveva un significato di riscatto rispetto ai danni ambientali, alla salute, alla devastazione della sughereta, al furto e alla militarizzazione della nostra terra, alle prese in giro di governi, regionali e nazionali, che abbiamo subito, alla repressione che i nostri corpi hanno ricevuto a suon di manganelli e denunce. Le martellate di Turi parlano il linguaggio del riscatto di un popolo che, nonostante tutto, non si arrende ed è ancora pronto a combattere per la smilitarizzazione della propria terra. Per questo, anche se Turi era fisicamente solo, facciamo nostra la sua azione di sabotaggio e la rivendichiamo in pieno come tale.
La vulnerabilità di questo mostro e delle assurde guerre che incarna si è mostrata ai nostri occhi chiaramente in questi in giorni.
È possibile violare il cantiere. È possibile smontare il MUOS. È possibile fermare e sabotare la follia delle guerre. È possibile vincere.
Fino alla vittoria, con ogni mezzo. No MUOS, ora e sempre.

Salvatore Giordano
Gruppo comunicazione
Coordinamento regionale dei Comitati No MUOS

 

ALTRE NOTIZIE

Evade dagli arresti domiciliari sorpreso da un Carabiniere libero dal servizio
Nella nottata del 21 ottobre 2019, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Mazara del Vallo, hanno arrestato V.G., 25 enne per l’ip...
Leggi tutto
Patti chiari e contratti concordati. Depositati i nuovi Accordi sulle locazioni
Le Associazioni dei proprietari e degli inquilini, ASPPI – UPPI – CASAMIA – ANIA, a seguito dell´emanazione del Decr...
Leggi tutto
“Fabio Lo Coco fragrance” al Giardinolfattivo
Sabato 18 ottobre 2019 Fabio Lo Coco ha presentato presso GIARDINOLFATTIVO in via XII gennaio 4/a  le sue f...
Leggi tutto
“I COLORI DEGLI ARTISTI A COMISO PER LA LEGALITA’ E UN MONDO MIGLIORE”
STRAORDINARIA AFFLUENZA DI PUBBLICO
Leggi tutto
Sicilia in prima linea contro l’epatite C: necessario identificare i portatori non consapevoli
Sicilia in prima linea contro l’epatite C:
necessario identificare i ...
Leggi tutto
Pizza solidale
Si terrà a Marsala, il prossimo lunedì 4 novembre, alle ore 20.30, l´in...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web