Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Nera il 02/07/2013 da redazione

Due badanti derubavano anziani in casa, denunciate dai Carabinieri

Due
Quattro anziani ultraottuagenari che per farsi accudire avevano accolto in casa due badanti una italiana e una di origine romena hanno dovuto fare i conti con una truffa a loro spese.

Le premurose attenzioni che le badanti evidenziavano nell’assistenza dei vecchietti celavano ben altri e materiali scopi; l’obiettivo, infatti, era quello di impossessarsi dei gioielli in oro che questi custodivano all’interno delle loro abitazioni.

I furti, ripetuti nel tempo per non destare particolari sospetti, erano facili e senza rischi. Le badanti, infatti, godendo della assoluta fiducia dei parenti delle persone anziane che gli erano state affidate, avevano piena libertà di movimento ed accesso nelle case.

Tali ammanchi sarebbero rimasti impuniti se le badanti infedeli in preda ad una inarrestabile bramosia non avessero intensificato via via i furti incominciando così a destare i primi sospetti da parte dei parenti delle loro ignare vittime.

Non potevano certamente passare inosservate le continue sparizione di anelli, collane, bracciali, orecchini, orologi, penne in oro, spille, frutto non solo di anni di risparmi ma soprattutto densi di indelebili ricordi che hanno scandito la vita di generazioni di quel nucleo famigliare.

E’ scattata così la denuncia ai Carabinieri di Trapani, ed ha avuto così origine una certosina quanto rapida attività di indagine da parte dei militari culminata in due distinte perquisizioni presso le abitazioni delle badanti trapanesi, G.G. di 46 anni, e di S.M romena 41enne.

Nel corso dell’operazione sono stati recuperati oggetti in oro del valore di circa 25mila, provento dei ripetuti furti commessi ai danni degli indifesi anziani.

Dopo una iniziale reticenza, la responsabilità dei fatti sono state confessate dalle badanti. Una di loro ha dichiarato ai militari di aver agito poich´, in preda al demone del gioco, i soldi gli servivano per le continue “puntate” alla sala bingo che non riusciva a fare a meno di frequentare.

Facilmente immaginabile è stata la gioia delle vittime quando si sono visti restituiti i loro preziosi monili, che al di là del valore economico intrinseco rappresentano un inestimabile patrimonio di memorie e affetti che non può essere sostituito o tantomeno risarcito.

E’ proprio facendo leva su questi valori che i Carabinieri inviano un accorato appello agli anziani concittadini e ai loro parenti di non avere remore a denunciare immediatamente eventuali ammanchi di preziosi custoditi in casa, poich´ una ritardata segnalazione pregiudica la conseguente attività di indagine ed il recupero della preziosa refurtiva.




 

ALTRE NOTIZIE

Bando Reg 1308/13 annualità 2018/19
Come sicuramente saprete è stato pubblicato il bando del Reg. CE. 1308/13 annualità 2018/19 che detta ...
Leggi tutto
Trapani. Vaccinazioni in parrocchia per i bambini del quartiere di Sant´Alberto
Piccola ma significativa iniziativa nata dalla sinergia di realtà che vogliono mettersi al servizio di quelle famiglie che hanno bisogno di ...
Leggi tutto
MARSALA - CONCORSO PUBBLICO X DIRIGENTE
È in pubblicazione l´Avviso per il conferimento di un incarico dirigenziale, a tempo determinato, per la copertura d...
Leggi tutto
Stella di bronzo al merito sportivo per la A.S.D. Il Giovinetto di Petrosino
Riconoscimento di prestigio per la A.S.D. 
<...
Leggi tutto
L´unico club capace a fare questa operazione stellare è la Juventus.
Lo straripante procuratore sportivo Alessio Sundas, dopo ore di trattative e telefonate, ha dichiarato che oggi ha c...
Leggi tutto
ALCAMO: DOMENICA 23 DICEMBRE, ORE 18:00 CENTRO CONGRESSI MARCONI, PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI PAOLO BORROMETI
“UN MORTO OGNI TANTO”
&nbsp;
Domenica pomeriggio, alle ore 18.00, presso ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Silvia Millefiorini su IL CONSIGLIERE COMUNALE DI PANTELLERIA CAMILLA BRIGNONE ADERISCE ALLA LEGA/NOI CON SALVINI:
Vorrei un contatto con Camilla Brignone


Francesco su MARSALA. CENTRO STORICO AREA PEDONALE:
In altre vie i mezzi di soccorso e di polizia nonch´ ai residenti, mentre per i residenti della Via Caturca, considerati per cittadini di serie B possono morire, in quanto se qualcuno ha un malore lo devono avere nelle ore diurno. Aprite la predetta Via ; state facendo un illecito. Grazie per averci seppelliti. Il turismo a Marsala arriva anche con la Via Caturca aperta. Preoccupatevi più per i residenti e non per i ristoranti. Auguratevi che non succeda mai nulla. Non sottovalutate


direttore su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Provi a scrivere al Comune: comunicazione@comunecustonaci.it


Spada vito su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Buongiorno vorrei sapere come candidarmi per i cantieri di lavoro del comune di custonaci. Nell´attesa della vostra cortese risposta invio distinti saluti


aldo castellano su Trapani - Controlli della Polizia Municipale su uso cellulare durante guida:
Solo 5? La città ne è piena, come pure dei trasgressori del semaforo e di quelli che parcheggiano all´angolo delle strade, dopo le strisce blu. Con le contravvenzioni si potrebbe impinbguare le casse del comune e contemporaneamente educare i cittadini..


Paola natali su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Fate intervenire le forze dell´ordine


Luisa su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Condivido che certe persone non debbono gestire un lager di questo genere per i poveri animali


Valenziano su Il Parlamento vari una commissione d´inchiesta per accertare chi ha sollecitato l´ONU e lo deferisca alla magistratura per attentanto alla sovranità:
E....l´articolo del Codice Penale che punisce l´ "attentato alla sovranità nazionale" sarebbe il numero??


direttore su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Sig. Andrea per avere informazioni sul corso di apicoltore può farlo chiamando il numero di telefono 388-6926911 oppure inviando una email a: mimmo.barracco80@gmail.com


Andrea su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Quali sono i costi se ci sono del corso? Rilasciate attestato?


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web