Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 06/05/2015 da REDAZIONE REGIONALE

MOVITA´ MOVIMENTO VOLONTARIATO ITALIANO - Volontari: autoconvochiamoci per orientare la riforma

MOVITA´
Volontari: autoconvochiamoci per orientare la riforma

Verrebbe da dire: e adesso, occhi aperti! Perché è vero che
abbiamo (finalmente!) un disegno di legge sul Terzo Settore, ma
non si può dire che le cose vadano lisce. "La proposta di legge
uscita dalla Camera non tiene in alcun conto valori, richieste e
proposte del volontariato organizzato" ha detto Emma Cavallaro
presidente della ConVol alla presentazione dell´Autoconvocazione
del 9 maggio, aggiungendo "Siamo stati auditi ma non siamo stati
ascoltati". Questa iniziativa viene definita "evento straordinario",
"espressione forte", "percorso partecipato". E così sarà.
Ci “autoconvochiamo” perché questo disegno di legge è ancora in
cammino: dovrà andare al Senato, con buona probabilità tornare
alla Camera e poi al Governo che indirizzerà poi la fase dei decreti
attuativi e dei regolamenti. Un itinerario che ci preoccupa perché
questa serie di passaggi può nascondere non poche insidie. Un
itinerario che quindi va presidiato nelle varie fasi cercando di
prevenire possibili deviazioni e di influire con interventi costruttivi in
grado di salvaguardare i valori portanti e indurre miglioramenti nei
passaggi meno rispondenti alle esigenze e alle prospettive della
nostra azione.
Ma torniamo al discorso più generale. Si dice ormai con faciloneria
sloganistica: serve più "impresa" (probabilmente perché influisce sul
PIL). Rimane invece sfumato ed evanescente il termine "sociale". La
motivazione dichiarata sembra quella di coinvolgere nelle politiche
sociali il secondo settore: quello, appunto, dell´impresa. Il che
potrebbe anche essere positivo perché spingerebbe quelle realtà a
porsi in un´ottica di attenzione ai bisogni della società, ma
l´impressione è che si tratti di una "verniciatura" di stampo
americano, molto vicina al filantropismo, se non alla beneficenza.
Infatti, da un lato si spinge verso la responsabilizzazione
dell´impresa sociale (come se non ce ne fosse già abbastanza, di
senso di responsabilità...), ma poi si prevede di far pagare i servizi
agli utenti, e questo rischia di snaturare la sua stessa ragione
d´essere. Anche perché potrebbe surrettiziamente legittimare
qualche forma di distribuzione di utili. Ma a noi sta a cuore
soprattutto l’altro ambito del cosiddetto Terzo settore, quello della
gratuità. Che è qualcosa di diverso, e per certi versi, di più del non
profit. È giusto lasciare sullo sfondo il volontariato e
l’associazionismo che, pur distinguendosi per i loro riferimenti - più
verso i terzi il primo e più verso gli associati il secondo -
rappresentano pur sempre un’espressione genuina di solidarietà e
gratuità anche se lontani da logiche di impresa?
(prosegue da pag. 1)
E’ giusto limitarsi ad accordare loro in sostanza belle parole, mentre nel frattempo in concreto si annacquano i sostegni (come i Centri Servizi) e non si alleggeriscano di oneri burocratici (anzi c’è il rischio che aumentino con l’abbinamento alle imprese sociali), per il solo fatto che non "producono profitto"?
In questi tempi di avvio di EXPO2015, si fa un gran parlare di volontariato, ma è vero volontariato? non somiglia troppo a lavoro gratuito? E quante volte viene usato questo seducente appellativo attribuito ad attività che invece, in un modo o nell’altro rientrano più in logiche di scambio (magari di servizi o trattamenti di favore piuttosto che di quattrini)? Senza parlare poi della diffusione di volontariato spot, cioè di intervento su un singolo problema, o per un tempo limitato, senza un impegno duraturo e responsabile.
Siamo sicuri che si tratti veramente di cittadinanza attiva per i beni comuni? Sarebbe forse ora che anche le norme generali arrivassero a una definizione compiuta del fenomeno "volontariato", riconoscendone la peculiarità e lo spessore sociale e culturale. In questo senso la Carta dei Valori rimane per noi il perno
per un reale passo avanti nel nostro Paese.
Il volontariato, l´abbiamo detto più volte, ha una sua propria identità, è portatore di valori quali la gratuità, la solidarietà , la partecipazione e la condivisione oltre a un ruolo “politico” di prima grandezza: la tutela dei diritti dei più deboli. Questo è il significato vero della Autoconvocazione: come ha spiegato nei giorni scorsi Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, quando ha parlato del
coinvolgimento dei "milioni di cittadini attivi che ogni giorno, con il loro agire quotidiano, operano per il bene comune, creando occasioni di partecipazione e promozione umana e sociale". E, aggiungiamo noi, per difendere la vera natura della sussidiarietà come codificata dall’art. 118 della Costituzione, in una logica di coinvolgimento, di iniziativa e di partecipazione. 
I volontari non vogliono mettersi sotto i riflettori, perché questo contrasterebbe con il loro carattere riservato e sobrio, ma hanno colto segnali preoccupanti dalla riforma. Ma in questo modo si mobilitano per riflettere e confrontarsi, in modo da prendere posizione, pacificamente ma a testa alta, per sostenere valori, significati e prassi irrinunciabili. Nel riquadro alcuni spunti per il dibattito che si aprirà il 9 maggio ma continuerà nelle sedi più opportune su tutto il territorio nazionale almeno fino al 5 dicembre, giornata internazionale del volontariato. A questo dibattito tutti i volontari in campo devono sentirsi chiamati. E noi del MoVI porteremo avanti nel contempo i percorsi innovativi del programma STRADE NUOVE: dal volontariato di prossimità all’utilizzo dei beni comuni, dalla democrazia partecipativa alle economie solidali fino a promuovere nuovi stili di vita. Augurandoci che la nostra presenza attiva e propositiva induca un riconoscimento di sostanza e non solo a “pacche sulle spalle”.

Piergiorgio Acquaviva


 

ALTRE NOTIZIE

Mazara calcio: Il mercato chiude con l’arrivo di Abbate, Fontana e Pizzo
La società Mazara calcio comunica che nell’ultimo giorno utile di mercato ha tesserato i seguenti calciatori: DANILO ABBATE, classe 98 di Alta...
Leggi tutto
Sanità. Ok della Ugl al progetto "training on the job" dell´assessore Razza.
"Prendiamo atto della recente iniziativa presa dall´Assessore regionale della salute Ruggero Razza e non possiamo che apprezzare l´ennesim...
Leggi tutto
Il Campionato Siciliano Montagna a Erice incrocia il CIVM
La classica trapanese per auto moderne e storiche in programma il 14 e il 15 settembre mette di fronte i big del Tricolore con i migliori piloti loca...
Leggi tutto
Valderice: “Diventerà Bellissima” da la disponibilità al Sindaco per potenziare l’azione amministrativa a beneficio della collettività.
Il gruppo politico “Diventerà Bellissima” creato dal Presidente della Regione Nello Musumeci”, ha incontrato nella sede municipale il Sindaco ...
Leggi tutto
Sapori & Aramo - basilico 100% naturale Biozon
La produzione di basilico della siciliana Sapori & Aromi
Il gelatiere messinese Giuseppe Arena, dopo il secondo posto conquistato nella I edizione, ritorna a “Scirubetta” con Profumi di Sicilia
Il gelatiere messinese Giuseppe Arena, dopo il secondo posto conquistato nella I edizione, ritorna a “Scirubetta” co...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web