Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 06/05/2015 da REDAZIONE REGIONALE

SCIACCA MOSTRA - Cosimo Barna: Petrolio ´Mare Nostrum Inquinatum´

SCIACCA
A cura di Tanino Bonifacio
INAUGURAZIONE
Sabato 9 maggio 2015 - ore 19,00 

Dal 9 maggio al 4 luglio 2015
LIBRERIA MONDADORI - SCIACCA


Sarà inaugurata sabato, 9 maggio, alle ore 19,00 negli spazi espositivi della Libreria Mondadori di Sciacca, la Mostra dell’artista saccense Cosimo Barna dal titolo: “Petrolio, Mare Nostrum Inquinatum” . La mostra, che vedrà l’esposizione di una ventina di opere d’arte di uno dei più significativi maestri dell’arte contemporanea, le cui opere sono esposte al Museo d’Arte Contemporanea di Gibellina (dove già esistono le opere di grandi maestri scultori e pittori come Fausto Melotti, Pietro Consagra, Arnaldo Pomodoro, Albero Burri, Carla Accardi, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Alighiero e Boetti, Giulio Turcato) e in collezioni private, è organizzata in collaborazione con “Le fabbriche Chiaramontane di Agrigento” ed è curata dal critico d’arte Tanino Bonifacio.
“Tutto si incammina verso la catastrofe. L’entusiasmo, il fervore, l’intensità e l’umano sono tutte aspirazioni che potrebbero salvaguardare il bene comune: le acciughe anelano l’ultimo respiro in un mare ormai avvelenato”.
E’ questo il messaggio dell’artista Cosimo Barna, una denuncia sociale che ha l’obiettivo di risvegliare il senso civico dell’umanità assopita e soffocata dal caos metropolitano. Una riflessione pedagogica che ha inizio già dagli anni ’90 con le opere “Mare Nostrum” (1993) e “l’Ultima pescata per Nino” (2005) e che continua con “Mare Nostrum Inquinatum” opera singola (2006) per giungere all’odierna “Petrolio, Mare Nostrum Inquinatum”.
Il critico d’arte Tanino Bonifacio così scrive della mostra: “Questa mostra di Cosimo Barna è una vera e propria operazione concettuale, è la manifestazione del linguaggio di un’arte che prende “partito”, quel “partito che è l’uomo” e il suo diritto alla vita: vivere in Sicilia privi di quell’orizzonte mortale, violento e incivile che si chiama: Petrolio. Quella di Barna è pura arte di ricerca che scandaglia l’infinito mistero della natura, che per l’artista è il mistero della natura siciliana, da lui elevata a pura metafora universale”.
La mostra rimarrà fruibile al pubblico fino al 4 luglio, nei giorni e negli orari di apertura della Libreria Mondadori, in via Garibaldi 44/45, a Sciacca.

Ufficio Stampa
Rosaura Di Caro

 

ALTRE NOTIZIE

Chiesa e arte contemporanea. Reinhard Zich al museo

Leggi tutto

Che cos´è il Codice POD dell´Energia Elettrica?
Cos´è il codice POD
Trapani: Non si arrende alla fine della relazione e perseguita la sua ex, 50 enne finisce in manette per stalking
Nei giorni scorsi, gli Agenti della Squadra Volante dell’U.P.G.S.P. di Trapani, hanno tratto in arresto un cittadino italiano di cinquanta anni che ne...
Leggi tutto
Nasconde droga nei calzini: trentaseienne arrestato dalla Polizia di Stato
Celava dosi di marijuana nei calzini, il pusher arrestato sabato pomeriggio dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Trapani. L’uomo, un t...
Leggi tutto
TRAPANI. ERA IN POSSESSO DI 460 GRAMMI DI COCAINA PURA: ARRESTATO DAI CARABINIERI
I Carabinieri della Stazione di Trapani – Borgo Annunziata, nel corso di un mirato servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefa...
Leggi tutto
progetti di inclusione sociale - riguardanti la realizzazione del “Dopo di Noi"
Con le deliberazioni di giunta e la presentazione il 15 ottobre u.s. dei due progetti di inclusione sociale - riguardanti la realizzazione del “Dopo ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web