Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 20/02/2015 da REDAZIONE REGIONALE

QUESTURA DI TRAPANI Squadra Mobile

QUESTURA
Nella mattinata di ieri, personale della Polizia di Stato, in servizio presso la IV Sezione della Squadra Mobile di Trapani, deputata alla repressione dei reati contro il Patrimonio, ha dato esecuzione all’Ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere a carico dei sottonotati soggetti:

1. DI MAGGIO Giuseppe, classe 57;
2. AMATO Giuseppe Vittorio classe 83’ ;
3. MARRONE Giuseppe, classe 63;
4. PATTI Antonio, classe 1958;

In particolare, detta Ordinanza scaturiva dall’accoglimento del ricorso in appello proposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Trapani, dott. Andrea Tarondo, avverso l’ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Trapani che aveva sostituito la misura cautelare in carcere originariamente applicata nei confronti dei predetti soggetti, con misure meno afflittive.

Il Tribunale, Sezione per il Riesame dei provvedimenti Cautelari personali e reali di Palermo, ha stabilito, che la gravità del fatto e la pericolosità sociale dei soggetti coinvolti, richiedono l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, l’unica a scongiurare, il pericolo della reiterazione del reato.

Si ricorderà, infatti, che i pregiudicati MARRONE, PATTI ed AMATO, tutti palermitani, erano stati tratti in arresto, nel marzo dello scorso anno, nella flagranza del reato di rapina aggravata e sequestro di persona, nell’ambito di un ‘attività d’indagine che aveva condotto a sgominare la banda dei cd “falsi finanzieri” .

Nella circostanza i malviventi, al fine di riuscire nel loro intento, avevano simulato di essere appartenenti alla Guardia di Finanza, indossando giubbotti riconducibili a quel Corpo ed apponendo sul veicolo in loro uso, un lampeggiante simile a quello in dotazione alle forze di polizia.

In tal modo erano riusciti, simulando di dover effettuare una perquisizione, ad entrare nell’abitazione delle vittime, situata nel quartiere San Giuliano di Trapani e, sotto la minaccia delle armi, si erano fatti consegnare dai quattro componenti di quel nucleo familiare la somma di euro 940,00.

Successive ed approfondite indagini hanno consentito, altresì, di tratte in arresto, nel successivo mese di luglio 2013, Giuseppe DI MAGGIO, avevano fornito ai complici palermitani l’indispensabile supporto logistico, informativo ed operativo per la realizzazione della rapina, procurando dettagliate indicazioni sulle vittime, sulle loro abitudini di vita, e sulle disponibilità economiche.

Le indagini avviate sul grave fatto delittuoso hanno, successivamente, permesso di individuare nel DI MAGGIO il responsabile di altri reati contro il patrimonio perpetrati in questo centro, tra cui il furto, nel 2013, della corona della statua della Madonna, collocata all’interno della Chiesa Parrocchiale ´Nostra Signora di Fatima´, la notte tra il venerdì ed il sabato Santo durante la storica processione dei Misteri.

Il DI MAGGIO Giuseppe, in atto sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, è stato condotto presso la casa circondariale di San Giuliano, mentre per AMATO Giuseppe Vittorio, detenuto presso il Carcere di Foggia, MARRONE Giuseppe e PATTI Antonio, detenuti presso il carcere di Palermo, l’esecuzione della misura è stata effettuata da personale della Polizia Penitenziaria delle rispettive case Circondariali, delegato da questo Ufficio.

 

ALTRE NOTIZIE

A chi è utile un programma per la contabilità semplificata?
Buona Pasqua dalla Redazione e dal Direttore
La Redazione e il Direttore augurano a tutti i lettori, amici e simpatizzandi sinceri auguri di una Santa Pasqua. La Pasqua è n giorno che dovr...
Leggi tutto
Guida alla scelta delle migliori assicurazioni viaggi
Tutelarsi con una polizza assicurativa è una precauzione che vale la pena di adottare quando si ha in ...
Leggi tutto
Un capodoglio di 15 metri, ucciso dalla plastica, la scenografia dell’incontro con Costa a Milazzo
L´appuntamento col ministro in programma martedì 23
CASTELLAMMARE DEL GOLFO - Chiusa la strada che porta alla stazione ferroviaria di Castellammare e ad Alcamo marina
Una frana poco dopo l’accesso nord per la spiaggia, sulla statale 187.
Sabato santo: il silenzio e l´impegno. Le parole del vescovo a conclusione della processione dei misteri di Trapani
Conclusione della processione dei Misteri 2019
Intervento del vescovo...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web