Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 15/02/2015 da REDAZIONE REGIONALE

Pallacanestro Trapani-Agrigento 80-85. Tabellino e cronaca

Pallacanestro
Pallacanestro Trapani – Fortitudo Agrigento 80-85 (16-11; 23-32; 48-47)
Pallacanestro Trapani: Renzi 21, Meini 7, Baldassarre 8, Bossi 2, Bray 11, Ferrero 16, Conti, Legion 15, Urbani ne, De Vincenzo ne. All. Lardo.
Fortitudo Agrigento: Evangelisti 26, Williams 15, Chiarastella 3, De Laurentiis 6, Saccaggi 14, Piazza 2, Udom 16, Dudzinski 3, Vai ne, Portannese ne. All.Ciani.
Arbitri: Ursi di Livorno, Galasso di Siena e Grigioni di Roma
Spettatori: 3122
TRAPANI. Finisce più drammatico dei modi l’esordio assoluto della Pallacanestro Trapani al PalAuriga con le telecamere di Sky Sport, cioè con una sconfitta dopo un tempo supplementare. Derby di Sicilia mattutino in diretta nazionale, pertanto, quello che vede i granata affrontare la Fortitudo Agrigento. Tensione altissima e agonismo spiccatissimo a inizio gara, a discapito della prolificità offensiva. Il primo canestro del match è di Chiarastella ed è una tripla, dopo più di due minuti di gioco. Agrigento riesce a dare molto fastidio a Trapani con una difesa fisica, molto attenta e attiva nell’ostruire le linee di passaggio granata. Con una tale esplosione di adrenalina, il punteggio rimane bassissimo (3-5 al 5’). Il primo canestro dal campo granata della partita è ad opera di Andrea Renzi, che schiaccia su assist di Bray, quando sono passati già sette minuti dalla palla a due. Ciò basta a donare un po’ di fiducia a Trapani, che si porta in testa (10-5 all’ottavo minuto, con due liberi di Legion). Non c’è attacco granata che non passi dalle mani di Renzi, il vero faro di questa squadra. Suo l’assist per la bomba di Ferrero, appena entrato, che concede il bis sul possesso seguente, stavolta imbeccato da Bray (16-9 al 9’). Evangelisti accorcia le distanze prima del suono della prima sirena, assottigliando il divario. Al rientro in campo si mette al lavoro Legion, con 4 punti consecutivi, ma la risposta agrigentina è pronta e convincete (20-16 al 13’). Dopo questa fiammata offensiva, ricomincia a latitare la fluidità offensiva di entrambe le squadre. Lo spettacolo non diminuisce, a dire il vero, perché la fisicità e gli sforzi profusi restano così alti la gara rimane godibile. Ci pensa Marco Evangelisti a interrompere il digiuno, scoccando due frecce dall’arco dei tre punti che si conficcano dritte nel cuore dei tifosi granata (23-24 al 18’). Il parziale si dilata ulteriormente con un altro canestro, per di più con fallo, ancora da parte di Evangelisti (23-27 al 19’). Non riesce più a segnare Trapani e il break all’intervallo lungo diventa durissimo (0-16, per il 23-32 di metà gara). Il pubblico di casa si compatta attorno alla propria squadra e si fa sentire al momento del rientro in campo dei granata. In qualche modo Trapani trova un po’ di linfa vitale e si riavvicina (30-36 al 23’, con due liberi di Baldassarre). Di pura voglia, la difesa di coach Lardo frutta due infrazioni di 24 secondi consecutive, ma l’attacco continua a non far male e si rimane con Agrigento in testa (32-41 al 26’). Davvero impressionante la prova di Udom, che entra in una dimensione di grande fiducia e si rende utile in ogni zona del campo, con canestri, rimbalzi e difesa. Renzi la mette da tre, prima che Baldassarre si veda sanzionare un fallo tecnico. In un clima di totale bagarre, Trapani recupera palla e Renzi premia i compagni con un gioco da tre punti. Legion torna a segnare, dalla linea dalla carità, e realizza l’aggancio (42-42 al 28’). La contesa adesso è in equilibrio: si arriva all’ultima pausa con i granata di nuovo avanti, grazie a un canestro allo scadere di Renzi. Nelllo stesso modo inizia l’ultimo periodo, ossia con un canestro di Renzi. Stavolta, però, lo sforzo del lungo di coach Lardo è seguito da due triple di Ferrero che mandano in paradiso il PalAuriga (56-49 al 33’). Trapani continua a giocarsela con Meini e Bossi contemporaneamente in campo e proprio capitan Ferrero da lungo atipico. Ciani è costretto a chiamare time-out e Saccaggi risponde prontamente, riporta a contatto i suoi con 5 punti consecutivi (56-54 al 34’). Si smette di segnare per quasi due minuti, finché Ferrero recupera un pallone e subisce fallo antisportivo. Trapani è brava a sfruttare questa possibilità al meglio, con i due liberi di Ferrero e altri due di Meini, conquistati nell’azione successiva (60-54 al 36’). E’ il momento del massimo sforzo per Agrigento, che con tutta la propria energia prova a tornare a contatto. Grazie ai tiri liberi Ferrero e compagni restano su, nonostante gli sforzi di tutto il quintetto ospite (64-59 al 37’). Renzi pesca il quinto fallo di Udom e torna in lunetta, ma sbaglia entrambe le conclusioni a sua disposizione. Dall’altra parte Evangelisti fa saltare Meini con una finta, assorbe in contatto, manda la palla per aria e realizza addirittura un gioco da 4 punti. Poco dopo, altri due liberi di Evangelisti riportano Agrigento in testa (64-65 a poco meno di due minuti dal termine). I granata gestiscono male gli ultimi attacchi e Dudzinski riesce a punire duramente da tre, lasciando intendere un tentativo di allungo decisivo. La risposta, però, arriva ed è di Bray, che realizza un gioco da 3 punti di fondamentale importanza, che rianima il pubblico del PalAuriga (67-68 a 47’’ dalla fine del match). Evangelisti subisce fallo e mette i due liberi conquistati, ma Baldassarre impatta la contesa da 3, a 19 secondi dalla sirena (a quota 70). Ciani chiama time-out e organizza l’ultimo possesso per i suoi. Trapani resiste, Saccaggi sbaglia il tiro della vittoria ed è supplementare al PalAuriga. I cinque minuti successivi, però, sono un monologo agrigentino, che i biancoazzurri iniziano con un break di 0-6 in 90 secondi. Renzi tiene in linea di galleggiamento i suoi, ma Saccaggi ricaccia indietro Trapani senza clemenza (72-78 al 43’). Lo stesso pivot granata e Bray conquistano 4 liberi in rapida successione ed è di nuovo -2. A questo punto Lardo ordina la zona per la difesa decisiva, punita, però, dalla bomba letale di Williams sullo scadere dei 24. Legion accorcia ancora da due e Agrigento sbaglia dall’altra parte. Stranamente la panchina ospite non ordina il fallo ai giocatori in campo e Legion ha il tiro da tre del pareggio, che gira drammaticamente sul ferro ed esce. Scorrono i titoli di coda con i seguenti liberi di Evangelisti. Ennesima delusione in volata per i granata, che adesso riposeranno per una turno di campionato. Prossimo appuntamento tra due settimane, sempre al PalAuriga e sempre per un derby, stavolta contro Barcellona.
Fabio Tartamella - Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani


 

ALTRE NOTIZIE

Anief Sicilia, dimensionamento scolastico 2020/2021: si procederà tenendo conto dei nuovi parametri introdotti dall’ultima legge di bilancio
Per il direttore dell’USR così si vanifica il lavoro svolto dagli USP. Per ANIEF occorre procedere su questa strada: è necessario preser...
Leggi tutto
“PALERMO SUONA” anche in Lockdown: un contest, un grande iniziativa musicale, l’unica che ha permesso ad oltre 200 artisti di esibirsi sul palco virtuale dei social
“PALERMO SUONA” anche in Lockdown: è arrivato alle fasi finali ed ha avuto fin qui un grandissimo riscontro d...
Leggi tutto
Poste: boom e-commerce in provincia di Trapani a dicembre +73% di pacchi consegnati
Nel mese di dicembre Poste Italiane ha consegnato 27 milioni di pacchi, di cui 20 milioni legati all’e-commerce, quasi 10 milioni in più rispet...
Leggi tutto
Cisl propone di "prorogare termini di presentazione Isee essenziale per continuare a percepire misure come reddito e pensione cittadinanza"
"La zona rossa per i nostri territori impone misure adeguate dal punto di vista sociale ed economico, allora riteniamo che sia necessiaria una proroga...
Leggi tutto
Asp Trapani, screening scuole elementari e medie: in due giorni eseguiti 17.944 tamponi su studenti e personale scolastico, 189 i positivi
Si è conclusa con un totale di 17.944 tamponi effettuati e 189 casi positivi, l’attività di screening Covid 19 rivolta agli studenti e a...
Leggi tutto
Marsala miete una nuova vittima: Club Italia battuto in tre set
Vince ancora la Sigel che conferma il personalissimo buon periodo attraversato e che per mezzo di un tre set a zero su Club Italia la fa attestare sem...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web