Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 09/02/2015 da Gabriele Li Mandri

Juventus-Milan: i bianconeri vincono per una prospettiva a zero

Juventus-Milan:
Che il calcio giocato oramai conti quanto un due di coppe con briscola a mazze, è cosa nota e risaputa. Quando scende in campo il Milan, poi, non ne parliamo. Ma è quando Milan incontra la Juve, che si raggiunge l’apice del non-calcio. Tralasciando le solite polemiche pre-partita, oramai morte e sepolte visto il volontario abbandono di qualsiasi velleità di classifica dei rossoneri, uno dei match più belli del recente passato calcistico italiano si trasforma prontamente in un vespaio, con le due dirigenze pronte ad insultarsi come facciamo noi normalissimi tifosi da divano. Questo Juve-Milan non ha fatto eccezione, anzi: ha rappresentato il non plus ultra di quella vergogna extra-calcistica che non può e non deve uscire dalle bocche di chi il calcio lo gestisce.

Sulla partita vera e propria, limitiamoci a dire che è finita 3-1 per i bianconeri, con gol di Tevez, Antonelli, Bonucci e Morata. E che, ovviamente, è stata a senso unico. Tutto il resto merita un discorso a parte, che col calcio non ha niente a che fare e che si lega semplicemente all´antipatia reciproca di due società che di giorno si stringono la mano, e di notte provano ad accoltellarsi a vicenda.

Miccia scatenante, manco a dirlo, un gol della Juventus forse macchiato da un fuorigioco di 2 centimetri ed un replay convincente che non è mai stato mandato in onda e mai neanche girato. Ad aumentare il carico, il pietoso e fallimentare tentativo di risolvere l’enigma tramite ardite ricostruzioni in computer grafica, con foto ritoccate dalle varie trasmissioni sportive decise a vestire i panni di Euclide per stabilire una cosa che probabilmente è vera (la regolarità della posizione di Tevez), ma che non potrà mai essere dimostrata in assenza di un’altra ripresa video lineare. Il tutto nel nome della parolina magica che in queste settimane è già stata sputacchiata da Galliani, da Marotta e da Garcia in occasione del gol dato ad Astori: prospettiva.

Prospettiva: una parola che un normale tifoso di calcio faticherebbe persino a pronunciare, ammesso che non la scambi per il nome di un nuovo acquisto. Prospettiva. Che nel dizionario del calcio significa: strana condizione dell’occhio umano per cui una palla o un corpo sembrano dentro la rete o in gioco, e forse non lo sono, o forse si. Nel dubbio, comunque, scanniamoci. 

Ci ha pensato Galliani a dare il via alle danze, accusando la Juventus di gestire in proprio i cameramen dello Stadium (dunque di manipolare per convenienza le riprese ed i conseguenti replay). La società rossonera, non contenta, ha anche pensato di additare Sky e Caressa come gli esecutori di quel bagno di onestà con cui la Juve si sarebbe illegittimamente mondata, il tutto pubblicando sul profilo Twitter ufficiale rossonero la “prova” di questo misfatto: l’unica inquadratura disponibile con la famosa riga bianca a tracciare un fuorigioco che non c’è. Una riga storta da far paura se considerata come il frutto del normale allineamento alla linea di metà campo ma “giustificata”, appunto, dalla prospettiva e dalle altre linee del manto erboso. 

Figuraccia pietosa, a prescindere dal fuorigioco o meno, o dal fatto che tali “prove” siano il frutto di una manipolazione fotografica (innocente), risultato delle manie di protagonismo delle nostre Tv, che credono di poter dare sempre e comunque una risposta anche in mancanza del materiale per poterlo fare. Basta farsi un giro in rete per vedere esempi di prospettiva a favore dell’una o dell’altra tesi e per capire l´inutilità di una discussione che non porta a nulla, perché i fuorigioco millimetrici (nel caso questo lo fosse) sono giustamente tollerati dal regolamento. 

A gettare benzina sul fuoco, il solito Caressa tanto inebriato di cultura da autoproclamarsi professore di Geometria: “La prospettiva la capisce persino mia figlia che va alle medie”. Non ci è andata giù leggera neanche la Juve, con un comunicato sarcastico che ha smontato in quattro e quattr’otto le accuse di Galliani sui cameramen “proprietari”, rinfacciandogli anzi l’ignoranza su quelle regole che lui stesso, da Vicepresidente della Lega Calcio, ha contribuito a stabilire. La contro-replica della società rossonera è stata, infine, un poetico: “Arroganza è cosa Juve, che ad essa non sa sfuggire”.

Insomma, che dire: in attesa che Euclide risorga dalla tomba e ci spieghi chi dei due monellacci ha ragione, per dar pace ai loro e ai nostri animi, la Juventus strapazza il Milan. Per una prospettiva a zero.

Gabriele Li Mandri



Commenti
09/02/2015 - Qui non c´entrano arbitri o cameramen.. qui c´entra della gente che, solo perchè possiede un club di calcio, crede di essere in diritto di spalare fango su chiunque. Oggi è toccato a Galliani, ieri a Marotta con l´uscita sull´arbitro di Torre Annunziata.. robe che fanno accapponare la pelle, su cui marciano stampa e TV e che fanno inasprire l´animo del normale tifoso portandolo a polemizzare nel nome di una bandiera appartenente a ricconi che pagano gli stipendi con i loro soldini. (Gabriele)
09/02/2015 - Certo, sentire Galliani che si lamenta per le televisioni... (Pammilo)
09/02/2015 - la societa´ della juve si dovrebbe vergognare compreso gli arbitri che fanno sempre finta di non vedere (leo)

 

ALTRE NOTIZIE

WonderLAD, un sogno che diventa realtà: il 20 novembre all’inaugurazione il Ministro Nunzia Catalfo
Dopo cinque anni di lavori e incontri, in via Filippo Paladino a Catania, apre la casa che accoglierà i bambini con malattia oncologica e le lo...
Leggi tutto
Giornata Mondiale Poveri, 1 su 10 povero estremo nel mondo Lo ´Chef dei poveri´ 90enne sfama 250 poveri ogni giorno
Domenica 17 novembre si celebra la terza Giornata Mondiale dei Poveri fortemente voluta da Papa Francesco. Per la Banca Mondiale sono ancora troppi i ...
Leggi tutto
Paceco, al via prima edizione della Settimana ecologica”
Si svolgerà dal 16 al 24 novembre prossimi, a Paceco, la “I Settimana Ecologica, promossa dall´Amministrazione comunale in colla...
Leggi tutto
Manovra, Forza Italia presenta emendamenti per Caro voli e continuità territoriale, Siracusano (FI): “I siciliani non hanno scelta”
Giovedì 15 novembre al Senato si è svolta una conferenza stampa presieduta dall’on. Renato Schifani, alla presenza della Capogruppo al...
Leggi tutto
Elezioni a Marsala, siglato accordo tra Lega, Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima “Centrodestra forte e compatto, il sindaco sarà garante del programma per la città”
“Il centrodestra a Marsala c’è, si presenterà unito e compatto alle elezioni amministrative di primavera e lo farà a partire dal ...
Leggi tutto
Il giornalista Carmelo Sardo il 18 novembre all´Alberghiero di Erice per la
Carmelo Sardo, scrittore, giornalista e capo redattore cronache del TG5, sarà ospite dell´IPSEOA “I. e V. Flo...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web