Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 07/01/2015 da REDAZIONE REGIONALE

Juventus-Inter 1-1: lassù qualcuno ama la Roma

Juventus-Inter
È ora che le feste vadano in archivio: ricomincia la Serie A, non c’è più tempo da perdere dietro alle colossali abbuffate di fine dicembre. Lo sa bene la Juve, seduta a tavola ad assistere alla partita della Roma contro l’Udinese, sfangata dai giallorossi grazie ad un gol convalidato ad Astori che non oltrepassa la linea per pochi millimetri, e ad un rigore clamoroso non fischiato ad Emanuelson: roba da farsi andare di traverso persino uno yogurt. Lo sa la Juventus e lo sa la Roma: quei 3 punti in attesa del derby d’Italia possono pesare come un panettone ricoperto di uvetta scaduta, perché l’Inter a Torino ha già dimostrato di poter tirare scherzetti mica male.

Per non sbagliare, la Juventus parte a mille e mette subito in saccoccia il gol dell’1-0 al 3’ del primo tempo: Vidal fa secca mezza difesa interista con una finta di tacco da campione e serve a Tevez un tap-in impossibile da sbagliare. La Juve domina in lungo e in largo: l’Inter sembra una squadra di dilettanti allo sbaraglio, barcolla paurosamente ma resta a galla non si sa per quale miracolo divino. I bianconeri, però, non la chiudono: prima Handanovic mura un tiro insidioso di Vidal, poi ipnotizza Pogba dopo una percussione centrale con tanto di elastico da pallone d’oro. E quando non ci pensa il portiere nerazzurro, ci pensa Banti: Chiellini viene fucilato in area da una gomitata di Juan Jesus, sarebbe rigore ed espulsione ma l’arbitro, per non infierire, fa finta di nulla. La prima frazione va in archivio con un’Inter boccheggiante e con una Juventus consapevole della propria, schiacciante superiorità: un’illusione destinata a durare ancora per pochi minuti.

Il secondo tempo ricalca inizialmente lo stesso copione, con una sottile differenza: la Juve sta tirando il freno a mano, il pressing furioso del primo tempo si è spento e l’Inter, dal canto suo, comincia a fare capolino in quel territorio sconosciuto che è la metà campo juventina. I bianconeri pagano sostanzialmente le energie spese dopo un primo tempo che, forse, ha consegnato alla Serie A la Juve più bella della stagione, e lo pagano carissimo: al minuto 63, Pogba perde un pallone assassino che Icardi, lanciato nelle praterie dello Juventus Stadium, sfrutta uccellando prima Bonucci e poi un Buffon in uscita a dir poco avventata. L’Inter riesce nell’impresa di riprendere per le corna una partita che sembrava non si stesse nemmeno giocando.

Non contenti, i nerazzurri approfittano del caos generato dal pareggio e cercano di dare il colpo di grazia ad una Juve che si lancia scriteriatamente in avanti: Icardi prima sfiora il gol con una scivolata a porta vuota, poi grazia i bianconeri non servendo un Osvaldo furioso in fuga solitaria, dopo un erroraccio di Chiellini. La Juve resta a galla grazie a Buffon e Banti, che si fanno perdonare i rispettivi errori: il portiere vola sull’ennesimo tentativo dell’argentino, l’arbitro grazia l’elegante cravatta di Chiellini su Ranocchia in area di rigore. A dare un’ulteriore sferzata alla partita ci pensa Kovacic, espulso a 5 minuti dal termine: il forcing finale, però, regala solo un’azione confusa da mille rimpalli e sventata da Handanovic quasi sotto l’incrocio. Alla fine festeggia solo la Roma, a -1 in classifica e consapevole che, lassù, ogni tanto amano anche lei.

Gabriele Li Mandri



 

ALTRE NOTIZIE

GIORNATA NAZIONALE SULLA SLA: RACCOLTI 240.000 EURO
La raccolta fondi portata avanti il 16 settembre in 150 piazze italiane da 300 volontari di AISLA, Associazione...
Leggi tutto
Amato (Confintesa Sanità): La carenza record di infermieri in Sicilia grave danno alla salute dei cittadini
“L’analisi presentata dalla Federazione Nazionale degli ordini degli Infermieri è preoccupante e grave. Solo ...
Leggi tutto
CASTELVETRANO: WEEKEND DI CONTROLLI PER I CARABINIERI: QUATTRO ARRESTI.
Nel weekend appena trascorso i militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano hanno incrementato i servizi di...
Leggi tutto
RIAPRE AMBULATORIO VACCINALE A BUSETO PALIZZOLO
Riattivato l’ambulatorio vaccinale dell’ASP a Buseto Palizzolo. Da domani, 19 settembre, ogni mercoledì sar&...
Leggi tutto
Dopo 15 anni don Giovanni D’Angelo lascia Buseto Palizzolo.
al primo ottobre il nuovo parroco sarà don Salvatore Cammilleri.
Sanità privata. Il centro dialisi Diaverum Italia annuncia 25 esuberi
Sanità privata. Il centro dialisi Diaverum Italia annuncia 25 esuberi, la Ugl sanità Sicilia chiama ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


roberto su Vela, windsurf, attività stimolanti che fanno bene. Sclerosi Multipla e sport all’aria aperta:
Buongiorno , ho letto per caso questo articolo , sono anch´io malato di sclerosi multipla e pratico windsurf , posso confermare quanto da voi scritto e sapere che esistono iniziative simili mi riempie il cuore , se aveste bisogno di una mano non esitate a contattarmi se posso volentieri


vito serra su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
SIAMO SICURI CHE GLI ERRORI CHE HANNO COMPORTATO LA BOCCIATURA AL TAR, NON SIANO STATI FATTI DI PROPOSITO PER DANNEGGIARE ANCORA UNA VOLTA L´AEROPORTO DI TRAPANI ???


vito ingrande su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
E´ una vergogna che non siano applicate le OO.SS. sulla differeziata. Di fatto sono state abolite le isole ecologiche rionali e realizzate le isole ecologiche negozio per negozio contro le difettive sindacali. Sindaco intervieni


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web