Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 21/11/2014 da REDAZIONE REGIONALE

PALLA CANESTRO TRAPANI - Mario Piazza, doppio ex di Trapani e Barcellona: Derby, che emozione!

PALLA
Mario Piazza, oggi sei allenatore dell’under 19 e assistant-coach in serie C dell’Oratorio Petriano, a Città del Vaticano. Per noi che stiamo vivendo la vigilia di Barcellona-Trapani sei soprattutto un ex di queste due squadre. A Trapani sei cresciuto cestisticamente, raggiungendo il massimo campionato e vivendo la parte più importante della tua carriera. A Barcellona hai continuato a vincere e hai scritto una pagina storica del basket siciliano. Che effetto ti fa il derby di domenica prossima?
“Un bell’effetto. Per me, sapere che queste due squadre sono entrambe in A2 Gold è una grande soddisfazione. Questa è pallacanestro di alto livello e le due città devono essere orgogliose di avere squadre in questo torneo”.
Che rapporto conservi oggi con Barcellona e Trapani?
“Seguo con moltissima attenzione tutte e due le formazioni. Credo che Trapani sia un po’ sotto le aspettative e stia rendendo meno di quello che fosse lecito attendersi. E’ una squadra costruita con l’obiettivo dei playoff e deve ancora trovare la strada migliore. Quella di Barcellona, invece, quest´anno è tutta un´altra storia. Tra l’altro, proprio la scorsa estate ero a Barcellona quando si paventava il rischio che non sì iscrivesse e ho vissuto da vicino la vicenda”.
E’ il momento dei ricordi. Quale il più bello con la maglia di Barcellona?
“Un derby vinto a Ragusa. Manca un minuto alla fine e Li Vecchi mi passa la palla. Tiro da tre punti e faccio canestro. Non dimenticherò mai che ancora dovevo tirare e con la coda dell’occhio ho visto proprio Li Vecchi esultare. Fu un canestro importante. Poi, a fine partita, andai da Li Vecchi e gli chiesi come mai avesse esultato prima del tiro. ‘Mario – mi rispose – da due anni ti vedo fare quel movimento e quando lo fai in quel modo, fai sempre canestro’. In un episodio del genere c’è tanto: c’è l’essere squadra, conoscere il compagno e giocare per lui. Infatti, quella era una squadra vincente: promozione dalla B1 all’A2 e finale per la promozione in A1 persa all’ultimo istante contro Udine”.
A Barcellona, hai anche tagliato un traguardo personale molto rilevante. Sei il primo giocatore siciliano ad aver realizzato più di 2 mila punti in serie A...
“Sì, vero: l’allenatore di allora era quello di oggi, Giovanni Perdichizzi. E ricordo che in allenamento diceva sempre ai miei compagni: ‘Fategli fare ‘sti 2 mila punti, che ormai gioca solo per questa ragione’. Un bel ricordo”.
Andiamo sulla sponda granata. Vai con il ricordo più struggente.
“Un altro canestro, un’altra esultanza. Contro Porto San Giorgio, gara uno dei playoff promozione dalla B/1 all’A/2. Canestro da tre punti e partita chiusa in un PalaGranata bollente. Ho rivisto in tv ´Bibo´ Castellazzi esultare come mai ha più fatto per un canestro: anche quella era una grande squadra. Collaborare, sacrificarsi, pensare al gruppo prima che a se stessi: la pallacanestro insegna anche a fare questo”.
Facile a dirsi, meno a farsi.
“Vero. Ma quando funziona, ti regala sensazioni irripetibili. Con il grande Cacco Benvenuti abbiamo fatto una zona match-up in cui, di fatto, non c’erano regole precise. Parlavamo tanto e in campo sceglievamo chi prendere tra gli attaccanti sul momento, comunicandocelo. Magari ricordare così quella difesa farà inorridire i puristi della tattica, ma ci fece vincere un campionato. Avevamo un allenatore come Benvenuti, che ci insegnò a fare la cosa più importante: giocare insieme”.
Oggi vivi a Roma: ti capita mai di passare vicino all’Eur e ricordare quella fantastica vittoria in A1 con la maglia granata, contro Mahorn, Radja, Premier e tutti gli altri?
“Ah, certo. La nostra prima vittoria in A1: fuori casa e contro una squadra super miliardaria. La ricordo benissimo. Ricordo anche l’ultimo tiro di Fantozzi dall’angolo, che si spense sul ferro e ci fece esultare. ‘Quel tiro non l’ho mai visto, perché sono svenuto mentre il pallone era per aria’, mi disse a fine gara il presidente Garraffa. Fantastico”.
Torniamo ai nostri giorni. La favorita per il derby?
“No, non c’è una favorita: si legge un grande equilibrio in questa vigilia. Mi auguro ovviamente, che sia una festa di sport”.
Grazie, Mario. Grazie per tutte le emozioni che ci hai regalato.

Fabio Tartamella - Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani



 

ALTRE NOTIZIE

Recuperate tre anfore antiche a Mondello (PA): Samonà: “Il mare continua a regalarci frammenti di storia”
Tre anfore romane, databili tra il II sec a.C. e il II sec d.C. del tipo Dressel 2/4 con bordo arrotondato e anse bifide, sono state rinvenute nello s...
Leggi tutto
Isole Egadi e Pantelleria Covid free Tumbarello (Uil Trapani): “Vaccinare tutti per tutelare la salute e rilanciare il turismo”
Anche la Uil Trapani a sostegno della proposta di rendere la popolazione delle isole minori siciliane immune al Covi...
Leggi tutto
Il Comune di Trapani vuole realizzare il Parco Naturalistico della Nave Romana di Marausa
In occasione dell’incontro istituzionale tenutosi lo scorso dicembre presso il Comune di Trapani con l’assessore reg...
Leggi tutto
Pallavolo Marsala, Soverato amara per la Sigel. Calabre rifilano un secco tre set a zero
Raccoglie una nuova battuta d´arresto, terza complessiva di questa post-season, la Sigel che ha fatto tappa nel matc...
Leggi tutto
Report Confcommercio sull’usura, Di Dio: “Liquidità e sostegni adeguati indispensabili per aiutare le aziende più fragili al sud
Con il Covid 19 c’è una forte crescita dell’usura (+ 14 punti percentuali rispetto al 2019): a indicarlo &egr...
Leggi tutto
In fase di arrivo i Summer Camps di StSicily In Sicilia: stage formativi per rilanciare i territori siciliani
StSicily, società che si occupa di Consulenza per lo Sviluppo di Business, internazionalizzazione e formazione, comunica il prossimo avvio, pre...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web