Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 20/11/2014 da REDAZIONE REGIONALE

Italia-Albania 1-0: Baci e Abrashi, ma fino ad un certo punto ... di Gabriele Li Mandri

Italia-Albania
È vero, il gioco di parole è un po’ scontato e forse azzardato dato che Abrashi, giocatore svizzero naturalizzato albanese, ieri è stato fra i pochi a non sorridere in campo a causa dell’infortunio che l’ha costretto ad uscire a 20 minuti dalla fine. Ma siccome titolare un articolo “Baci e Okaka” avrebbe avuto poco senso, lasciateci passare questo azzardo e fatevi spiegare perché, ieri, nonostante una buona prova della Nazionale, la vera svolta sia giunta solo dopo i canonici 90 più recupero.

Concentrarsi sul valore tecnico di un’inutile amichevole, giocata con le riserve, non avrebbe un grande senso. Potremmo star qui a sperticarci in lodi sulla magia del calcio, su Okaka che all’esordio trova il suo primo gol in azzurro, su Acerbi che finalmente rientra dopo aver sconfitto una terribile malattia, su Cerci che resuscita dall’anonimato spagnolo e che forse (forse) fa capire a Conte che ci sarà stato un motivo alla base della vena realizzativa di Immobile lo scorso anno. Potremmo urlare al miracolo di una Nazionale composta da seconde linee che hanno in corpo quella furia agonistica in grado di dare una scossa al tipo di gioco che il buon Antonio chiede, ma perché farlo? È pur sempre un’amichevole, e di fronte c’era l’Albania e non il Brasile di Pelé.

Quelle che contano sono state le parole di Antonio Conte durante il post-partita: “Siamo soli contro tutti, nessuno ci aiuta”. Non sono parole casuali, dettate dall’apparente nervosismo dovuto alle (giuste) critiche piovute di recente sugli azzurri: è sanguigna pre-tattica. L’ex mister della Juventus ha sempre vinto dopo aver detto qualcosa del genere: la sua filosofia motivazionale si basa sull’isolazionismo puro e semplice. Stare antipatici, sentirsi soli contro tutti, andare contro il sistema e alzare trofei prima che il carro dei vincitori possa riempirsi più di tanto: è il “rumore dei nemici” a pompare i calciatori che lui protegge da congiure non meglio identificate, come un padre che prende per la collottola il figlio e gli urla che là fuori il mondo è bastardo e che se la dovrà cavare da solo. Era solo questione di tempo, adesso è davvero la Nazionale di Conte.

Purtroppo, però, il giochino sta cominciando a diventare noioso: Conte non è più il mago degli esordienti, ha un certo curriculum alle spalle che parla di trofei ma anche di contraddizioni. Non si può lanciare accuse a bersagli non identificati senza studiare il suo, di passato. Quelle erano rivolte alla Federazione? Parliamo della stessa che lo ha accolto dopo un passato burrascoso, la stessa che gli paga un lauto stipendio che lo ha convinto a ridere in faccia ai giornalisti che gli chiedevano come avesse fatto, nel giro di un anno e qualcosa, a santificare quelli che lui considerava il diavolo salito in terra. Erano rivolte ai club, rei di considerare la nazionale un “fastidio”? Proprio lui che crocifisse Prandelli per aver convocato Chiellini in azzurro, definendolo “poco garbato e poco educato”?

Difficilmente vedremo Conte dare pacche sulle spalle, sventolare bandiere e chiedere autografi come quel ragazzo definito ieri dalla Rai “l’invasore di campo più pacifico del mondo”. Di pacifico nel mister azzurro non c’è proprio nulla: i suoi successi li ha costruiti dando tanti calci nel sedere, così come i suoi insuccessi. Se questa Nazionale farà parte dei primi o dei secondi, solo il tempo ce lo dirà. Di certo, però, non sarà mai una Nazionale da “Baci e Abrashi”.






 

ALTRE NOTIZIE

Recuperate tre anfore antiche a Mondello (PA): Samonà: “Il mare continua a regalarci frammenti di storia”
Tre anfore romane, databili tra il II sec a.C. e il II sec d.C. del tipo Dressel 2/4 con bordo arrotondato e anse bifide, sono state rinvenute nello s...
Leggi tutto
Isole Egadi e Pantelleria Covid free Tumbarello (Uil Trapani): “Vaccinare tutti per tutelare la salute e rilanciare il turismo”
Anche la Uil Trapani a sostegno della proposta di rendere la popolazione delle isole minori siciliane immune al Covi...
Leggi tutto
Il Comune di Trapani vuole realizzare il Parco Naturalistico della Nave Romana di Marausa
In occasione dell’incontro istituzionale tenutosi lo scorso dicembre presso il Comune di Trapani con l’assessore reg...
Leggi tutto
Pallavolo Marsala, Soverato amara per la Sigel. Calabre rifilano un secco tre set a zero
Raccoglie una nuova battuta d´arresto, terza complessiva di questa post-season, la Sigel che ha fatto tappa nel matc...
Leggi tutto
Report Confcommercio sull’usura, Di Dio: “Liquidità e sostegni adeguati indispensabili per aiutare le aziende più fragili al sud
Con il Covid 19 c’è una forte crescita dell’usura (+ 14 punti percentuali rispetto al 2019): a indicarlo &egr...
Leggi tutto
In fase di arrivo i Summer Camps di StSicily In Sicilia: stage formativi per rilanciare i territori siciliani
StSicily, società che si occupa di Consulenza per lo Sviluppo di Business, internazionalizzazione e formazione, comunica il prossimo avvio, pre...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web