Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 26/09/2014 da Direttore

Antonio Pasquale Lufrano

COMUNICAZIONE E FORMAZIONE: LE GAMBE DEL NUOVO MERCATO GLOBALE SOLIDALE

La terza rivoluzione industriale si basa sulla Comunicazione e sulla Rete informativa

Due notizie, passate in second’ordine dai media ma da non sottovalutare, attirano in questi giorni di straparlare politico, la mia attenzione; la prima riguarda, e data il 15 del corrente mese di settembre, la decisione del Parlamento Europeo di riconoscere, all’Italia, di poter concedere “aiuti di Stato” alle Regioni deboli, tra cui la Sicilia e la Calabria (ma anche Campania, Puglia, Basilicata), considerandoli incentivo alla ripresa dell’economia nelle Regioni svantaggiate; la seconda lo sbilanciarsi di Draghi, nel suo ruolo di Presidente della BCE, verso una politica monetaria che sostenga il lavoro e l’occupazione, al fine di agevolare la ripresa economica.
Sono informazioni che si trovano nelle pagine economiche, spesso solo dei giornali specializzati, ma che avrebbero un impatto sulla nostra economia, non solo nazionale, travolgente, se solo dalle parole si passasse ai fatti. Si consideri, per esempio, che la Federal Reserve Americana, sorella maggiore della BCE, ha già abbracciato questa filosofia (perch´ di scelta di vita si tratta piuttosto che di banale computo) per contrastare la crisi in America, riuscendo ad ottenere risultati positivi, certo non eclatanti, ma, cosa molto più importante, in stabile e costante crescita.
Il riconoscere al mondo della Finanza e dei Mercati un ruolo etico non è da considerare, e lo abbiamo sempre sostenuto, un indebolimento, o un cedimento, nei confronti dei temi sociali, che, finora, hanno toccato solo i Governi e le PA, ma una visione più ampia e più elastica del Mercato, che, se non sostenuto anche dal punto di vista degli incentivi al consumo, in tempi di crisi tende a chiudersi su se stesso e a staticizzarsi; e la stasi, per un Mercato come è concepito oggi, nella logica della Civiltà occidentale, logica ormai abbracciata senza condizioni anche dalle economie socialiste, equivale alla asfissia e alla chiusura.
Si consideri che oggi, il Mercato, ha perso tutte o quasi le connotazioni territoriali, per aprirsi ad una logica globale, che, con tutti i distinguo e i difetti di qualsiasi rivoluzione, è indiscutibilmente il futuro. La stasi per un Mercato globale ha una sola chance: l’effetto domino, globale.
Questa è una ragione, probabilmente la più importante, per cui, al di là delle differenze ideologiche e politiche, i mercati internazionali cercano sempre di trovare un accordo, o un compromesso, per sostenersi a vicenda, fino al punto di farsi, non pubblicizzati ovviamente, anche dei favori a vicenda. Questo comportamento, per assurdo che sia, è lo stesso che consente di collaborare, al lupo ed all’agnello, se si sviluppa una situazione di pericolo per entrambi.
Ora non c’è ragione, se esiste, ed esiste, tra le potenze economiche, sempre più anonime tra l’altro, una collaborazione ed un senso di reciprocità, per non perire entrambi, che la stessa logica non informi anche il rapporto tra chi gestisce il Mercato, dettando le regole monetarie, e chi lo rende vivo, attivando il circuito mercantile, siano produttori che consumatori di beni e servizi; e d´altronde è proprio Jeremy Rifkin, economista e politologo di fama mondiale, a sostenere che la civiltà globale, che egli definisce con grande intelligenza “abitante della biosfera”, deve spezzare, logicamente e materialmente, il divario tra produttore e consumatore, ed innestare la filosofia secondo la quale ciascuno di noi tutti è, al contempo, l’uno e l’altro, portando via via l’atteggiamento personale verso la Società a cambiare in modo maggiormente partecipativo e, quindi, realmente democratico.
Un’ultima parola, vorrei dire, sulla incapacità di guardare al futuro, oggi divenuta prassi: la gente, di fronte alla rivoluzione in atto, rimane perplessa! Non capisce! E non capire vuol dire non vedere altra soluzione se non la catastrofe; non è così! Il Mercato, separato violentemente, da una indispensabile crisi, dalle sue logiche nazionaliste, localiste e stantie, si dirige automaticamente e naturalmente verso le nuove vie, che trova aperte anche se inesplorate, nel naturale sentimento di sopravvivenza; infatti, chi ha avuto il coraggio, e la indispensabile lungimiranza, del pioniere, oggi naviga in acque più che floride, mentre chi si ostina a misurare il presente con il metro del passato, magari rimpiangendolo, resta al palo!
Quindi? Quindi le intuizioni dei pionieri vanno guardate con intelligenza e rispetto, ed entrare nella logica “solidale” di un mercato globale è indispensabile, e non può essere avversato, pena essere schiacciati da una valanga! Tutta colpa degli scettici dunque? No! Sono più propenso a dare la colpa (Dio mi perdoni!) a due categorie: la prima è quella di chi ha capito l’onda e se lo tiene per s´ per sfruttarla al massimo (e se vogliamo leggere la vita sociale dell’uomo, con occhi smagati, ci sta!) la seconda è quella che dovrebbe, invece, essendo detentrice e vestale della Cultura, curare la crescita costante della consapevolezza, delle fasi storiche, politiche e sociali, nella gente comune; parlo ovviamente dello Stato dei mezzi di formazione e informazione, che invece, tranne qualche “sangiovannineldeserto”, vive di elemosine e di nostalgie, invece di cavalcare l’onda del tempo suo!
E sì, perch´ la terza rivoluzione industriale, e Ford lo aveva capito già dalla seconda, si basa sulla Comunicazione e sulla Rete informativa, oggi purtroppo gestita da cenerentole rancorose e piagnone.

 

ALTRE NOTIZIE

Paceco, sospeso temporaneamente il servizio di raccolta dei rifiuti organici
A causa della chiusura degli impianti in Sicilia, da oggi è sospesa anche a Paceco la raccolta della frazione organica (umido). Abbiamo un ser...
Leggi tutto
Fatture non pagate da ArcelorMittal: al via presidio dei lavoratori
La situazione a Taranto è critica: in questo momento diversi mezzi pesanti si sono schierati davanti alle portineria dello stabilimento siderur...
Leggi tutto
La Sicilia di Titone e Sciascia 30 anni dopo Giornate di studi Castelvetrano, Liceo Classico “G. Pantaleo”, 23 novembre 2019, ore 16:30 Mazara del Vallo, Teatro “Garibaldi”, 7 dicembre 2019, ore 17:30
Trent’anni fa, nel 1989, ci lasciavano a distanza di pochi mesi due tra i più grandi pensatori italiani di Sicilia: Virgilio Titone e Leonardo ...
Leggi tutto
Blutec, domani a Palermo nuova convocazione del tavolo regionale sul´indotto. Mazzeo (Ugl metalmeccanici): "Centinaia di lavoratori abbandonati al loro destino, si trovi una soluzione"
“La proroga della cassa integrazione per i lavoratori della Blutec di Termini Imerese, ottenuta da poche settimane, è sicuramente un fatto posi...
Leggi tutto
Una delegazione del «Centro Studi Dino Grammatico» si recherà alla «Camera dei Deputati»
«Il prossimo 22 novembre 2019 una delegazione del «Centro Studi Dino Grammatico» si recherà a Roma, presso la...
Leggi tutto
Trapani: traditi da una t-shirt, la Polizia di Stato arresta tre rapinatori. Avevano assaltato la filiale della banca Credem, 65.000 euro il bottino
La Polizia di Stato di Trapani ha arrestato Francesco LO COCO, 29 anni, Pietro DI MARIANO, 26 anni, Gioacchino BUSCE...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web